Scritti sul Giappone - Karl Löwith - copertina

Scritti sul Giappone

Karl Löwith

0 recensioni
Scrivi una recensione
Traduttore: M. Ferrando
Editore: Rubbettino
Anno edizione: 1995
In commercio dal: 1 settembre 1995
Pagine: 116 p.
  • EAN: 9788872843680
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,27

€ 6,20
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Scritti sul Giappone

Karl Löwith

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Scritti sul Giappone

Karl Löwith

€ 6,20

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Scritti sul Giappone

Karl Löwith

€ 6,20

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


recensione di Cuozzo, G., L'Indice 1996, n. 2

I quattro saggi qui raccolti, scritti tra il '40 e il '60, sono dedicati da Löwith, rifugiato in Giappone tra il 1936 e il 1941, all'esame della cultura e della mentalità giapponese nel suo confronto con l'Occidente. Non si tratta di un confronto dettato in primo luogo da un interesse autentico per ciò che è peculiare della civiltà giapponese, ma di un approfondimento critico dei caratteri dello spirito europeo attraverso il riferimento a ciò che gli è più estraneo e lontano, l'Estremo Oriente: "Per comprendere appieno e criticamente noi stessi, alcuni anni in Estremo Oriente sono più che necessari". Proprio in questa volontà di sapere che misura e mette in rapporto se stessi con l'altro, permettendo un "confronto 'con' e una distinzione 'da'", si manifesta secondo Löwith uno dei caratteri distintivi della cultura occidentale: si tratta dello spirito critico, "uno spirito che sa distinguere, confrontare e decidere", capace di tornare a se stesso a partire dall'altro. A confronto con lo spirito europeo, i giapponesi "non sono - come direbbe Hegel - 'presso se stessi nell'altro da sé'"; "in fondo, si amano come sono, non hanno ancora mangiato dall'albero (cristiano) della conoscenza e non hanno perduto l'innocenza, quella perdita che strappa l'uomo da sé e lo rende critico verso se stesso".
L'esperienza giapponese löwithiana, vero e proprio movimento spirituale di "estraniazione" ricalcato sul concetto hegeliano di Bildung, è finalizzata a "una giustificazione dell'autocritica europea e una critica dell'amor proprio giapponese". L'autocritica concerne l'assimilazione dell'antico e del nuovo nella stessa Europa moderna, vale a dire la sintesi dell'antica cultura greco-cristiana e delle conquiste moderne della civiltà occidentale. A tal fine il Giappone è un campo di osservazione privilegiato, in quanto qui il vecchio e il nuovo hanno dato vita a una paradossale sintesi esplosiva, una vera e propria "contraddizione in termini", atta a mettere in luce i paradossi intrinseci alla cultura occidentale odierna. In Giappone, infatti, tutto ciò che è moderno non è stato sviluppato originariamente sulla base dei presupposti culturali di una tradizione autoctona, come è accaduto in Occidente con la "metafisica della volontà" di ascendenza cristiana che sta alla base del pensiero tecnico-obiettivante; esso piuttosto è stato immediatamente importato dall'Occidente "come un risultato bell'e pronto".
Si tratta dunque di una mera assimilazione esteriore: "Ciò che il Giappone ha preso da noi non è stato... il fondamento morale, religioso o dottrinario, bensì, in primo luogo, la nostra civiltà materiale: l'industria e la tecnica moderne, il capitalismo, il diritto borghese, l'organizzazione dell'esercito e i metodi del lavoro scientifico". Ma, nonostante il carattere esteriore di questa occidentalizzazione, "non si deve però disconoscere la sua pervasività. La civiltà europea non è un abito di cui ci si possa all'occorrenza vestire e poi, di nuovo, spogliare, ma ha l'inquietante potere di conferire la propria forma all'anima e al corpo che di essa si riveste". Infatti, "le conquiste moderne della civiltà occidentale non costituiscono un mero mezzo per un fine qualsiasi, ma condizionano la vita e la convivenza degli uomini e dei popoli" in generale, essendo la distruzione dei fondamenti religiosi, morali e sociali antichi prodotta dalla tecnica "una conseguenza inevitabile che nessun processo di civilizzazione può ignorare".
Ora, se il "Giappone moderno" è una contraddizione in termini, "il fatto che, in singoli casi, la contrapposizione fra vecchio e nuovo abbia trovato un accordo felice e abbia raggiunto un compromesso esteticamente e moralmente accettabile anche per l'Europa, non fa che confermare questa regola". Il pensiero calcolante, la manipolazione tecnica che ne deriva e la sua onnipervasività hanno di fatto distrutto l'antico orizzonte di valori nella vecchia Europa cristiana: in Occidente, come in Giappone, "accade lo stesso fenomeno oggigiorno. La 'Propaganda fidei' dispone la ripresa in San Pietro delle funzioni sacre con telecamere e collegamenti radio, come se la tecnologia moderna fosse neutra, un mezzo buono a qualsiasi scopo e non una potenza in sé, capace di mettere tutto al suo servizio".
Secondo Löwith nell'incontro tra tecnologia occidentale e tradizioni giapponesi la prima svuoterà necessariamente le seconde. Ciò appare troppo pessimistico a Gianni Carchia che proprio nel sincretismo moderno della società e della cultura giapponese sembra scorgere la possibilità di una "identità fluida", cioè di un soggetto aperto, capace di trasformarsi e di costituirsi attraverso l'apporto di tradizioni differenti.
| Vedi di più >
Note legali