Categorie

Francesco Durante

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2008
Pagine: 208 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804582601

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ant

    30/10/2008 12.23.11

    Apparentemente, cioè da una lettura superficiale, può sembrare un libro kitsch; molto alla De Crescenzo per intenderci, invece ci sono accuse al malcostume napoletano(ehi son campano doc io...) ancora più dure di quelle di Saviano, e quindi va letto e consigliato a tutti. Mi è piaciuta da matti l'analisi relativa all'andare in bicicletta, e il rimanere spiazzati e addirittura sconcertati di chi alla vista di un ciclista in un bailamme di motorini, suv, etc etc...si ritiene superiore e addirittura offende! Se iniziamo a capire quanta ignoranza c'è in un piccolo gesto come questo, chissà che ce la facciamo a non metterci più "scuorno" di tante nefandezze che accadono nella regione più "bella"(scusate se sono di parte, ma....) d'Italia. Basta cu sti mao mao...diamo spazio ai Durante, a Saviano, a Enzo Moscato, e Roberto de Simone, a Martone a Corsicato che ne guadagnerem tutti. Bel libro cmq, complimenti Durante

  • User Icon

    Giancarlo Tramutoli

    15/09/2008 19.51.55

    Sfizioso. Assai. Specie per me che ho passato un po'di anni ai Tribunali, ignorando che nella chiesa di San Lorenzo, solo qualche secolo prima Petrarca pregava coi frati e Boccaccio s'innamorava di Madonna Fiammetta, o quando si rievoca il magico Tango Glaciale della compagnia di Martone, Falso Movimento ecc ecc. e Lo cunto de li Cunti di Basile con epiteti pirotecnici (cose studiate ai corsi del Prof. Michele Rak alla Federico II)e Warhol che vidi a Piazzetta Nilo, dal venditore di anticaglie, e il gallerista Amelio, a Piazza dei Martiri...grazie per avermi fatto rivivere quella stagione in una Napoli odiata e amata insieme.

Scrivi una recensione