Categorie

Franco Forte

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 342 p. , Brossura
  • EAN: 9788804625650

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Iryna

    01/08/2016 19.23.18

    Mi piacciono molto i libri che sono ambientati nell'epoca storica. Mi piacciono i libri gialli. Ma questo libro l'ho abbandonato a metta'. Non c'e' niente di storico. E' solo un discreto giallo. Penso che non leggero' piu' i libri di questo scrittore. Sconsigliato.

  • User Icon

    Daniela

    04/04/2015 16.31.58

    Siamo nella Milano del 1576 afflitta da una devastante epidemia di peste ed un personaggio piuttosto anonimo e dimesso indaga su un caso di omicidio. L'indagine inizia e termina nell'arco di una giornata, quindi la narrazione e' esclusivamente incentrata sulla ricerca di prove e indizi per la risoluzione del caso. L'autore tenta goffamente di dare un volto umano al protagonista, ma tutto risulta sterile e superficiale: in dodici ore non e' coerente e umanamente possibile passare da uno stato di immenso dolore (la morte di un congiunto) ad un innamoramento quasi adolescienziale per una fanciulla appena conosciuta !!! Il saper tracciare lo spessore psicologico dei personaggi non e' capacita' di tutti, bisogna saperli rendere tangibili al lettore a tal punto, che viva e s'immedesimi con parte di loro, per essere a sua volta piacevolmente risucchiato dal vortice degli eventi. Qui ahimè tutto questo e' mancato consegnando al pubblico solamente un giallo ben scritto con annessi trama e intreccio ben articolati .

  • User Icon

    lorena

    13/01/2014 10.44.20

    La lettura è scorrevole e nel complesso è un romanzo abbastanza gradevole ma niente di più. Mi aspettavo più colpi di scena e suspance. Poca chiarezza sui ruoli dei personaggi secondari.

  • User Icon

    Gianca

    16/10/2013 14.08.00

    I personaggi, più che stereotipati, sono delle caricature. Un romanzo che di storico non ha nulla, sembra un classico giallo da commedia ambientato in una stanza o in un palcoscenico teatrale più che nella Milano del XVII secolo. Dialoghi banali e situazioni fumettistiche. L'unico pregio è la scrittura scorrevole.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione