Seija. Millennio di fuoco

Cecilia Randall

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 15/10/2013
Pagine: 415 p., Rilegato
  • EAN: 9788804625018

16° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Fantasy

Disponibile anche in altri formati:

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    23/01/2018 15:13:54

    Essendone stato attratto fin dall’inizio, mi sembra cominciare lodando l’affascinante sovra-copertina e soprattutto la bellissima copertina (per chi ha l’edizione rigida). È uno di quei casi in si può giudicare il libro dalla copertina: bella è suggestiva è lei, bello e suggestivo e il libro. Fin dalle prime pagine l’autrice ci trasporta in questo mondo alternativo mozzafiato, dilaniato da un millennio di scontri. Una realtà fantastica, eppure meravigliosamente concreta. Sebbene sia sicuramente un fantasy, ha però in sé qualcosa dello stile del romanzo storico. È intrigante, avventuroso e coinvolgente. Ricco di battaglie eccezionali. Tutti i personaggi sono straordinari, sia principali sia secondari. E tra questi Raivo è senz’altro il migliore, sia per le sue caratteristiche (ho sempre apprezzato gli abili strateghi) che per la sua incredibile e tragica storia. Il legame tra lui e Seija è come un propulsore che dà una spinta in più all’intera storia. La stessa Seija è un personaggio molto forte, per carattere e ruolo. Ma ha colpirmi maggiormente è stata la sua... “estrazione culturale”. Lei e il suo popolo sono l’ultimo frammento di mondo ormai perduto (l’est Europa pagano, invaso secoli fa dalle armate di Ananta), costantemente in bilico, costretti a guardarsi le spalle sia dai vaivar sia dai loro alleati cristiani. Ananta non è tanto male. Più che una malvagia mi è parsa semplicemente una sovrana in guerra come tanti altri, interessata a estendere il suo potere e il suo impero. Quello intollerabile e vero antagonista è probabilmente il generale Maharastha. E alla fine s’interrompe bruscamente, lasciandoti con il fiato sospeso. Altro pregio o unico cruccio di questo libro. Infine ho apprezzato il sottolineare la maggior efficienza di chi ha un solo e unico capo anziché molti sempre pronti a litigare inutilmente tra loro.

  • User Icon

    ales

    09/09/2014 09:43:40

    Bella la storia, mai noiosa e con una trama ben costruita così come i personaggi ma... Cecilia dove sei? Ciò che è mancato è l'ingrediente segreto dell'autrice che nei romanzi precedenti catturava il lettore nel giro di due pagine. Speriamo che nel prossimo ci sia anche quello.

  • User Icon

    Elena T. A.

    05/07/2014 12:32:16

    Mi sono avvicinata da poco al genere fantasy anche se, come ho detto nella mia recensione di Gens Arcana, preferisco sempre il genere che si avvicina allo storico e questo libro non ha deluso le mie aspettative. Non vedo l'ora di leggere il secondo volume. Un mix perfetto, tra fantasy, storia e religione. Consigliato vivamente.

  • User Icon

    Angela

    18/06/2014 15:23:54

    Ho precedentemente letto "Gens Arcana" e le aspettative per questo nuovo fantasy erano alte.Sono soddisfatta della lettura scorrevole,delle ambientazioni e dei personaggi ben descritti.La storia, che non termina con questo primo volume, mi ha incuriosito molto e non vedo l'ora di leggerne il seguito (spero in qualche sorpresa).L'unica nota negativa che posso esprimere è il fatto di esser stata rapita dalla lettura di più nella seconda parte rispetto alla prima.Un buon libro che consiglio vivamente per gli amanti del genere.

  • User Icon

    Flavio

    27/11/2013 16:08:41

    Ho letto questo libro alla fine della trilogia di hyperversum, da cui si distingue per il pubblico più maturo a cui sembra riferirsi. Il libro è scritto e ambientato molto bene, racconta di molte guerre e battaglie avvenute in questo mondo fermo nel medioevo per mille anni a causa delle lotte tra vaivar (una sorta di vampiri) e umani. Da questa ambientazione emergono i molti personaggi con le loro storie personali. Non manca nemmeno l'immancabile storia d'amore maledetta. Di facile lettura e molto avvincente, delude un po' nel finale lasciando tutto in sospeso in attesa del prosieguo. E' decisamente un primo volume di presentazione dei personaggi e poco più. Sconsigliato a chi cerca un libro con un'inizio ed una fine. Consigliato a chi ama le descrizioni accurate delle ambientazioni e battaglie medievali che l'autrice sa regalare. In sintesi il libro è un potpourri di generi (ci sono "vampiri", mostri, storie d'amore, battaglie e chi più ne ha più ne metta) ma non è un libro completo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione