Categorie

Robert Jordan

Traduttore: N. Giugliano
Editore: Fanucci
Collana: Tif extra
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 709 p. , Brossura
  • EAN: 9788834727850
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    falsodrago

    20/03/2015 15.19.21

    Altro romanzo di transizione di Jordan nell'approssimarsi all'ultima battaglia. La trama non avanza di molto, però sono tante le storyline analizzate. Dalle trame del disegno spicca un Rand oramai trasformato nello spirito, e adesso perfino nel fisico, ma sono degni di nota anche i personaggi di Cadsuane ed Egwene ( consacrata nel suo ruolo). Jordan è furbo nel non dare indizi sui misteriosi Mazrim Taim e Logain, anche se al lettore vengono lasciati molti benefici sul dubbio. Un nemico che se!brava dimenticato torna alla ribalta, e questa volta lo osserviamo dall'interno. La prolissità di Jordan non è deficitaria nei confronti della lettura, e tutto l'ambiente di allarga orizzontalmente, complicando le sottotrame con aes Sedai, asha'man, sapienti e aiel. Un buon romanzo, che forse necessitava di più eventi per poter essere competittivo con i primi, ma il risultato rimane positivo. Male invece l'assenza di Mat, uno dei personaggi più riusciti dell'intera saga.

  • User Icon

    armando

    13/07/2012 21.29.42

    Anche questo ottavo volume de "La Ruota del Tempo",come il settimo,è un libro di passaggio e perciò ad alcuni potrebbe non piacere particolarmente.Si sente sicuramente la mancanza di mat,ma i filoni su egwene e rand sono davvero superlativi,con la giovane che diventa sempre più autoritaria e matura per il ruolo di amyrlin e il drago che sembra sempre meno umano(qui sembra esserci lo zampino del misterioso moridin) e il cui destino, si sta sempre di più avvicinando a quello di shadar logoth.La lunga preparazione per "Il cuore dell'Inverno" sembra far presagire un nono volume davvero scoppiettante,spero davvero che le mie attese non vengano deluse!

  • User Icon

    fabio

    01/07/2012 10.51.16

    700 pagine di nulla assoluto.

Scrivi una recensione