Serenate - CD Audio di Antonin Dvorak

Serenate

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Antonin Dvorak
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Supraphon
Data di pubblicazione: 1 marzo 2008
  • EAN: 0099925393229
«A mio modo di vedere,quandoun’opera di Dvorákinizia a sembrarepomposa, eccessiva, leziosa o troppo portata a un virtuosismofine a se stesso, l’interprete non rende giustiziaall’arte del compositore. Il mio obiettivo è semprestato quello di enfatizzare la sua semplicità e lasua naturalezza perché, quando queste caratteristichevanno perdute, Dvorák non è più Dvorák». Questadichiarazione di Jakub Hrusa costituisce un’eccellentepresentazione del terzo CD di questo giovane ma già affermatissimo direttore, nel quale il nome di Dvorákviene di nuovo accostato a quello del suo allievoJosef Suk. I primi due dischi realizzati da Hrusa per laSupraphon hanno destato un notevole interesse nellacritica di tutto il mondo, prova evidente dello straordinariotalento di questo direttore e dell’eccellente lavoroche sta portando avanti con un’orchestra precisa, vivacee timbricamente molto ricca come la Prague Philharmonia(Edward Greenfield, Gramophone). Questodisco, che propone due serenate di Dvorák (la Serenataper archi del 1875 e la Serenata per fiati del 1878) ela Meditazione sull’antico inno ceco San Venceslao diSuk, rappresenta la terza parte di un trittico dedicato aquesti due compositori.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Antonin Dvorak Cover

    Compositore ceco.Dagli esordi all'affermazione internazionale. Fu avviato agli studi musicali dal padre, un locandiere dilettante di musica che gli fece studiare il violino e poi il pianoforte e l'organo. Nel 1857, grazie all'aiuto finanziario di uno zio, poté essere inviato a Praga, dove studiò regolarmente alla scuola di organo. Nel 1873, dopo aver fatto parte per una decina d'anni come violinista dell'orchestra del Teatro Nazionale, ebbe la nomina di organista nella chiesa di S. Adalberto; dal 1874, grazie agli interventi di Hanslick e di Brahms, fruì di una borsa di studio del governo austriaco; poté così concentrarsi nella composizione, acquistando presto notorietà europea: dapprima con le Danze slave, poi con lo Stabat Mater che, eseguito a Londra nel 1883, è all'origine della straordinaria... Approfondisci
Note legali