Il signor Diavolo (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Pupi Avati
Paese: Italia
Anno: 2019
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Horror

Salvato in 14 liste dei desideri

€ 14,99

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 14,99 €)

Nell'Autunno 1952, Furio Momentè, ispettore del Ministero di Grazia e Giustizia, viene inviato a Venezia per evitare la deposizione di un prete e di una suora nel caso di un omicidio. Le sue indagini rivelano torbide, oscure, trame.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    massimo

    04/02/2020 16:19:55

    Il film descrive in maniera impeccabile la miseria, anche culturale, dell'epoca, con una ambientazione perfetta. La recitazione di mostri sacri quali Haber e Cavina sono imperdibili.

  • Produzione: 01 Distribution, 2020
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 87 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Pupi Avati Cover

    Inizia la sua carriera artistica nel jazz come clarinettista, fa parte infatti della Reno Jazz Gang con cui incide anche qualche disco, gruppo che abbandona dopo l'ingresso nella band di Lucio Dalla con cui rimane grandissimo amico e che collaborerà a vari film di Avati. Lavora poi per quattro anni alla Findus surgelati, anni che considera i peggiori della sua vita.Intraprende poi la via del cinema e riesce a collaborare alla sceneggiatura di Salò e le 120 giornate di Sodoma di Pasolini. Come regista gira alcuni horror tra cui nel 1976 La casa delle finestre che ridono. L'anno successivo esce Bordella, una commedia che ha tra gli interpreti un giovanissimo Christian De Sica. Da ricordare anche la regia televisiva di uno speciale dedicato ai Pooh.Inizia poi a girare una serie... Approfondisci
  • Lino Capolicchio Cover

    Attore e regista italiano. Esordisce nel 1968 in Escalation di R. Faenza, ma il primo ruolo di grande spessore è quello di Giorgio in Il giardino dei Finzi Contini (1971) di V. De Sica. Molto attivo negli anni '70, costruisce una maschera attoriale in cui si mescolano la timidezza e il disagio interiore. Recita spesso con P. Avati (da La casa dalle finestre che ridono, 1976, fino a Fratelli e sorelle, 1991) diradando progressivamente le apparizioni. Nel 1995 dirige il suo primo film, Pugili, seguito nel 2002 dal Diario di Matilde Manzoni. Approfondisci
  • Cesare Cremonini Cover

    Ancora al liceo fonda i Lùnapop e nel 1999, l’anno dell’esame di maturità, raggiunge il successo con il singolo 50 Special e l’album ...Squérez? Nel 2002 intraprende la carriera da solista, pubblicando da allora quattro album: Bagus (2002), Maggese (2005), 1+8+24 (2006) e Il primo bacio sulla luna (2008). Approfondisci
Note legali