La signora del martedì - Massimo Carlotto - copertina

La signora del martedì

Massimo Carlotto

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Collana: Dal mondo
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 22 gennaio 2020
Pagine: 212 p., Brossura
  • EAN: 9788833571706

64° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 206 liste dei desideri

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

La signora del martedì

Massimo Carlotto

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La signora del martedì

Massimo Carlotto

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La signora del martedì

Massimo Carlotto

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (16 offerte da 15,68 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Non esiste oggi in Italia un altro autore che sappia raccontare, come Massimo Carlotto, il dolore e la capacità di resistenza degli esclusi; uno scrittore che sappia descrivere meglio i meccanismi attraverso cui una società civile si trasforma in un’arena dove il pubblico reclama lo spettacolo del “diverso” colpevole e del sangue che scorre.

«Con questo romanzo Carlotto va oltre il noir. Non racconta più solo il lato oscuro e criminale della società. Siamo tutti noi a essere interpellati. Perché oggi le gogne mediatiche, i giornalisti a caccia di scoop e i politici dell'ambizione sfrenata stanno trasformando la società in un'arena dove il pubblico reclama lo spettacolo del "diverso" colpevole e del sangue che scorre»

Tre personaggi che la vita ha maltrattato. Bonamente Fanzago, attore porno dal nome improbabile che un ictus ha messo in panchina e che assiste angosciato all’ascesa dei giovani concorrenti. Tiene duro aspettando che ogni martedì una donna affascinante dal passato misterioso paghi i suoi servizi da gigolò alla pensione Lisbona, un alberghetto poco frequentato dove il proprietario, il signor Alfredo, vive la sua condizione di travestito nascondendosi da un ambiente ipocrita e perbenista. Tre esseri umani sui quali la società si accanisce proprio perché più deboli, ma che troveranno il coraggio di difendersi. Non sono eroi senza macchia né paura, hanno debolezze, hanno commesso errori e a volte azioni riprovevoli. Ma soprattutto aspirano ad amore e rispetto. Quando un imprevisto darà il via a una girandola di effetti collaterali, per i nostri tre personaggi diventerà questione di vita o di morte scavare, dentro di sé e nel proprio passato, per trovare le risorse necessarie a tirarsi fuori dai guai. Con questo romanzo Carlotto va oltre il noir. Non racconta più solo il lato oscuro e criminale della società. Siamo tutti noi a essere interpellati. Perché oggi le gogne mediatiche, i giornalisti a caccia di scoop e i politici dall’ambizione sfrenata stanno trasformando la società in un’arena dove il pubblico reclama lo spettacolo del “diverso” colpevole e del sangue che scorre.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,79
di 5
Totale 47
5
11
4
25
3
5
2
2
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elisa

    09/10/2020 19:03:43

    Storia grottesca e intrigante, personaggi intrisi di dolente ironia e ferocemente determinati a conservare quello spicchio di vita "perbene" che si sono guadagnati a carissimo prezzo. La trama e la particolarità dei personaggi mi hanno fatto pensare ad una sceneggiatura perfetta per un film di Almodovar. Consigliato.

  • User Icon

    Alba

    19/07/2020 14:31:28

    Non mi è proprio piaciuto, terminato a fatica, una serie di avvenimenti per niente intrigante.A volte ho l'impressione che certi libri siano scritti forzatamente e non sotto la spinta di una sincera ispirazione.

  • User Icon

    Clara

    07/06/2020 20:37:15

    Libro diverso dagli altri di Carlotto, forse per questo più interessante. Personaggi particolari, ognuno con un vissuto diverso e intenso, e situazioni ancora più particolari. Nel complesso un'ottima lettura; forse la prosa poteva essere un po' migliorata. Consigliato.

  • User Icon

    Agata

    20/05/2020 15:19:12

    L'ultimo libro di Carlotto che avevo letto si svolgeva tra le strade di Marsiglia e mi aveva un po' deluso... come se l'Autore dovesse confermare se stesso ma senza più troppa fantasia. 'La Signora del martedì' é davvero geniale, si riconoscono alcuni fototipi e allo stesso tempi si é stupiti dai nuovi, e dagli intrecci. Si sa quando si inizia e si soffre a dover interrompere la lettura, per me un grande ritorno di Carlotto

  • User Icon

    r.

    16/05/2020 16:13:07

    Quello che ho trovato molto interessante nel libro sono i personaggi, fuori dagli schemi comuni ma, al tempo stesso, inseriti in un contesto molto attuale.

  • User Icon

    luisa

    15/05/2020 19:12:50

    è davvero una storia carina ma poteva esser scritta meglio.

  • User Icon

    Dani

    15/05/2020 10:00:08

    Bello anche se ho preferito Il fuggiasco! Dovrò leggere subito l'Alligatore perchè in autunno arriverà la serie tv. Diciamo che sono un pò di parte, sono stata alla presentazione del libro ed ho conosciuto Carlotto di persona :P

  • User Icon

    alex

    14/05/2020 18:01:28

    Finalmente una storia insolita. Ironia e divertimento sono la base di questo piacevole libro. Grande merito dello scrittore è stato quello di disegnare dei personaggi insoliti e bizzarri. Quello che ho trovato molto interessante nel libro sono i personaggi, fuori dagli schemi comuni ma, al tempo stesso, inseriti in un contesto molto attuale. Consigliato

  • User Icon

    4ever

    14/05/2020 15:44:59

    Tre strani protagonisti che si muovono con apparente insicurezza. Le loro vite e le loro singolari vicende si intrecciano e si mescolano a formare la piacevole armonia di ottimi distillati: la protagonista femminile ne è grande esperta.Quello che ho trovato molto interessante nel libro sono i personaggi, fuori dagli schemi comuni ma, al tempo stesso, inseriti in un contesto molto attuale. Ottimo ritmo. Ironia e divertimento sono la base di questo piacevole libro. Grande merito dello scrittore è stato quello di disegnare dei personaggi insoliti e bizzarri.

  • User Icon

    Antonio

    14/05/2020 10:21:12

    Una spanna sopra tutti gli altri scrittori noir e con la signora del martedì sì è superato uno dei romanzi migliori della sua carriera e uno dei libri più belli che sia stato pubblicato negli ultimi anni. Molto consigliato

  • User Icon

    Francesco

    14/05/2020 08:29:09

    Questo noir atipico che racchiude diversi colpi di scena rendono la lettura attraente e piacevole. Buon esperimento di noir diverso. Consigliato

  • User Icon

    Charlie57

    13/05/2020 17:45:07

    Un noir diverso che, nel racchiudere diversi colpi di scena, rende la lettura attraente e piacevole nel classico stile Carlotto.

  • User Icon

    Maurizio

    13/05/2020 17:33:59

    A mano a mano che si prosegue nella lettura la vicenda ti intriga sempre di più, fino al finale stupendo..

  • User Icon

    dentar

    12/05/2020 17:37:11

    Noir crudo di uno dei nostri migliori, forse il più bravo, scrittore del genere. Una storia che si sviluppa focalizzandosi di volta in volta su un personaggio differente della vicenda narrata, senza togliere nè ritmo nè qualità. E i personaggi che si avvicendano sono dei piccoli microcosmi con le loro storie, paure, debolezze e contraddizioni. Una storia di fallimenti che nel loro piccolo, quando messi insieme riescono a trovare momenti di riscatto e di pseudofelicità per poi finire come sempre la dura realtà impone. Si legge velocemente, coinvolge, fa anche riflettere: cosa chiedere di più? Solito bravo Carlotto.

  • User Icon

    Marta

    12/05/2020 15:50:06

    Gli sconfitti sono i protagonisti indiscussi di questo romanzo di Massimo Carlotto. Il libro, mai scontato e con una trama originale, si legge con molta facilità. Ero un po' restia a comprarlo dopo aver letto la quarta di copertina. Poi ho osato e l'ho acquistato. Ho fatto proprio bene.

  • User Icon

    Corrado

    12/05/2020 09:49:45

    L'autore ci racconta un libro intenso, un noir ricco di emozioni. Questo libro è un noir, anche se all'inizio non sembra, ma quando la morte irrompe a stravolgere un ritmo già interessante, si resta colpiti dai sentimenti che le vite spezzate suscitano. L'autore ci mette a confronto con le nostre responsabilità, spostando l'empatia verso chi delinque ed è stato accusato per proteggere interessi superiori.

  • User Icon

    Mario

    12/05/2020 07:47:06

    Ci sono personaggi con le proprie debolezze, come tutti noi. Non sono completamente buoni o totalmente cattivi. Sono uomini come Fanzago che non può più fare il suo mestiere a causa di un ictus oppure il travestito Alfredo. Un affresco che mi ha fatto riflettere e che mi ha donato la possibilità di pensare. Consiglio questo libro.

  • User Icon

    giulia

    11/05/2020 21:15:29

    stupendo.

  • User Icon

    tmanu

    11/05/2020 19:07:33

    Un Carlotto che non sembra Carlotto. Subito la scrittura è spiazzante, poi lentamente ti intriga, e non vi resterà che finire il libro in men che non si dica.

  • User Icon

    tmanu

    11/05/2020 19:05:11

    Un Carlotto molto distante dalla sua scrittore classica, subito ti spiazza, poi inizi ad interessarti lentamente alla storia, fino a non riuscire a staccarti dal libro.

Vedi tutte le 47 recensioni cliente

Una città universitaria e padana del nord. L’ottobre di qualche anno fa (in cui si celebra la festa del patrono). Da poco Bonamente Fanzago (due cognomi storici), simpatico 41enne dal fisico scolpito, ha avuto un ictus e non l’ha detto a nessuno nell’ambiente di lavoro: fa stabilmente l’attore porno di giorno e saltuariamente il gigolò di notte, la concorrenza è giovane e agguerrita, lui si sente ormai perso e piange spesso; nato in un’ambiziosa famiglia benestante, ha rotto ogni ponte con parenti e amici, vive solo da quindici anni presso la pensione Lisbona nella camera numero tre; lì da nove anni tutti i martedì dalle 15 alle 16 incontra una signora che lo paga per essere scopata e/o leccata, lui da un po’ se ne è pure innamorato sebbene non ne conosca nome e attività. Il proprietario dell’alberghetto è Alfredo Guastini, ultrasessantenne magro e delicato, che all’interno del domestico luogo di lavoro si veste da donna e parla declinandosi al femminile; ha trascorsi di checca in Portogallo e nuovi amori da quando è tornato; si è affezionato al fedele cliente, lo spinge a ritirarsi in pensione e decide di seguire di nascosto la signora per aiutarlo (magari a lasciarla e dimenticarsene). Lei si chiama in realtà Alfonsina Nanà Malacrida, era una prostituta e ha fatto il carcere ingiustamente accusata, prima di essere accolta da un avvocato che ne ha scoperto l’innocenza; ora vive con lui in un appartamento che le ha messo a disposizione e, sotto pseudonimo, scrive libri per bambini; quando l’attore si è dichiarato ha deciso di iniziarlo ai distillati.

È quasi un incrocio di triangoli e la situazione s’incattivisce; Bonamente, Alfredo e Alfonsina sono costretti ad aggiustare le loro precarie disperate doppie vite; arrabbiature e caso li portano a commettere crimini, a contrapporsi e a nascondersi; fortunatamente interviene un ottimo glaciale esperto investigatore privato con un paio di stivali texani sopra il bordo dei jeans, noto per muoversi sempre ai confini tra legalità e illegalità, che non si smentisce.

Il grande scrittore Massimo Carlotto (Padova, 1956) invecchia bene come i distillati di qualità. Con il nuovo bel romanzo, La signora del martedì (221 pagine, 16,50 euro) pubblicato da e/o, si concede umori inediti nello sfondo criminale del noir e ci fa gustare sapori inconsueti (non così nudi e crudi come nel passato), strabordando i confini del genere per descrivere la morbosa società dello spettacolo e l’acida illegalità che priva i cittadini di diritti e servizi. Narra in terza varia, soprattutto sui magnifici tre naufraghi, mesti ma animati di buoni sentimenti, e cerca di esplorare la sorte o la scelta di avere una doppia seconda vita: ciò che accade a chi ha venduto (in vario modo) il proprio corpo quando diventa vecchio (per l’età o il mestiere) costretto a fare i conti con tutte le declinazioni della sopravvivenza (con note di resistenza, ribellione, sesso, latitanza e goffi tentativi di rimozione del passato) per affrontare una vecchiaia non contemplata dalla stragrande maggioranza delle brave persone.

Noi umani tendiamo a creare micro realtà totalmente clandestine o addirittura seconde vite, nella mente o nella pratica. Come al solito, Carlotto prima si è lungamente documentato intervistando travestiti e altri vitali doppioviventi, approfondendo le loro tipologie di sotterfugi per non innescare conflitti familiari o di coppia (dall’esito infausto). L’episodio delittuoso che mette in moto il meccanismo narrativo è un po’ diverso dal solito, banale e casuale come spesso accade nella realtà delle coincidenze, utile per raccontare gli effetti collaterali sui tre protagonisti che ne sono coinvolti; qualcuno impara a uccidere, ciascuno si confronta con le bugie e il crimine.

Si rovescia così la centralità della relazione tra trama e delitto, privilegiando punti di vista che il genere può talora sacrificare sull’altare dell’intreccio focalizzato su vittima, carnefice, luogo e indagini. Il godibile appassionante scorrere del romanzo diventa l’occasione per decine di acute intrecciate minibiografie. Carlotto non ha usato pseudonimi ed è stato guida e maestro per molti autori, qui suggerisce spunti e appunti autobiografici nella descrizione di Nanà sottoposta al circo della cronaca nera e della tecnica poliziesca. Erudita specifica consulenza per whisky, gin, rum e tequila; generico il rosso abruzzese. In esergo Claudio Lolli, poi la colonna sonora fa canticchiare in più direzioni.

Recensione di Valerio Calzolaio

  • Massimo Carlotto Cover

    Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni E/O e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Per la stessa casa editrice ha scritto: Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari, Nessuna cortesia all’uscita (Premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria Premio Scerbanenco 1999), Il corriere colombiano, Il maestro di nodi (Premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (Premio Girulà... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali