Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 163 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Signorina. Memorie di una ragazza sposata
15,20 € 16,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+150 punti Effe
-5% 16,00 € 15,20 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
16,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
La Leoniana
15,24 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,20 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
16,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
16,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
La Leoniana
15,24 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,20 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
16,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Signorina. Memorie di una ragazza sposata - Chiara Sfregola - copertina
Chiudi

Descrizione


Chiara Sfregola a partire dalla sua esperienza di lesbica, di femminista e di moglie, racconta con un passo a metà tra saggistica e memoir cosa è stato storicamente e cosa sta diventando, oggi, il matrimonio.

«Una riflessione sul ruolo della donna, sulla sua indipendenza e come mantenerla all'interno del matrimonio, via maestra per ottenere la parità, ma anche sul valore che il matrimonio ha per la comunità Lgbtgi+.» - Denise Rocca, l'Adige

Dall’11 maggio 2016 le unioni civili sono legge. E se sul matrimonio è stato scritto molto e sulle donne altrettanto, sulle donne che hanno deciso di sposarsi fra loro si sa molto meno. A riempire con la sua intelligenza questo vuoto, arriva Chiara Sfregola che, a partire dalla sua esperienza di lesbica, di femminista e di moglie, racconta con un passo a metà tra saggistica e memoir cosa è stato storicamente e cosa sta diventando, oggi, il matrimonio. Una volta pronunciato il fatidico sì molte persone, anche di destra, anche persone che sono sempre state contrarie all’adozione da parte delle coppie gay, hanno iniziato a chiederle quando aveva intenzione di fare figli. Altre persone, lesbiche incluse, hanno chiesto dell’abito: chi indosserà quello bianco? (che è la versione politically correct del “chi fa l’uomo?”). Alcune femministe l’hanno guardata male: tu quoque, ossequi l’istituzione antiquata e collabori col patriarcato? La sfida di questo libro è rispondere a queste e a molte altre domande. Per esempio: se il matrimonio nasce come istituzione che limita la libertà delle mogli, qual è il senso del matrimonio fra due donne? Come si può reinventare, fra pari, quello che è sempre stato, storicamente, un rapporto di sottomissione? Se non vuoi avere dei figli, cosa ti sposi a fare? Che succede ora che una femminista può sposare una sua “collega”? La risposta possibile è una: succede che il matrimonio va a un corso di aggiornamento. Perché se le donne cambiano, anche il matrimonio deve cambiare. Una lettura indispensabile per capire i nuovi modelli di famiglia e inventarne di nuovi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2020
11 giugno 2020
Brossura
9788860446718

Valutazioni e recensioni

3,75/5
Recensioni: 4/5
(8)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(5)
3
(1)
2
(1)
1
(0)
Sama
Recensioni: 4/5

Con “Signorina”, Chiara Sfregola non racconta soltanto che cos’è il matrimonio tra due lesbiche. Tra le pagine del libro non troviamo soltanto le sue esperienze, ma da esse si prende spunto per fare riflessioni più ampie sulla nostra società, sul ruolo della donna nel corso degli anni, sulla visione che la gente aveva ( e ha) della comunità LGBTQI+. L’autrice pone molte domande, alle quali spesso la risposta è sempre una: bisogna aggiornarsi. Siamo abituati a convivere con alcuni modelli che hanno fatto il loro tempo, e spesso, pur di non abbandonarli, impediamo alla nostra società di andare avanti. Anzi, a volte capita di tornare indietro. “Il punto è che le donne sono cambiate più velocemente di quanto non abbia fatto la società: mentre loro hanno cominciato a lavorare, il sistema economico e sociale non si è adeguato al cambiamento. Si sono adattate le donne, facendo il doppio turno”. I dati parlano chiaro: troppo spesso l’uomo ha più vantaggi della donna, e ciò accade perché il nostro paese (e forse la concezione con la quale siamo cresciuti, che a volte ci accorgiamo essere radicata in noi nonostante il nostro pensiero progressista) è ancora legato a una visione antica della famiglia, che vede l’uomo come lavoratore e la donna come curatrice della casa e allevatrice dei figli. Da qui, com’è ovvio, troviamo leggi e riforme che non sono altro che lo specchio di questa concezione. Eppure, c’è da dire che piano piano il mondo sta cambiando, sempre più persone sembrano aver preso coscienza di questa condizione, e alcune conquiste, nel corso degli anni, sono arrivate. Dall’11 maggio 2016, ad esempio, le unioni civili sono legge. “E se sul matrimonio è stato scritto molto e sulle donne altrettanto, sulle donne che hanno deciso di sposarsi fra loro si sa molto meno”. Per queste ragioni vi consiglio di leggere Signorina, che siate interessati o meno all’argomento, che siate uomini o donne, etero o gay. Determinate riflessioni vanno ascoltate, specie se poi sono scritte

Leggi di più Leggi di meno
carotina13
Recensioni: 3/5

Sarebbero 3.5, se si potesse. Ho apprezzato soprattutto la seconda parte, la prima faceva fatica ad ingranare, anche se ho apprezzato particolarmente l'episodio dell'estetista, a cui per molto tempo l'autrice non ha confessato di essere lesbica, temendo di metterla a disagio. Diciamo che per la prima volta mi sono sentita compresa. Per quanto riguarda la seconda parte (intesa come seconda metà), mi sono emozionata quando un istituto come il matrimonio, che oggi ha perso il valore che per molte coppie etero aveva in precedenza, è stato contestualizzato nell'ambiente queer, nel quale ha assunto valore sociale e di impegno economico e temporale.

Leggi di più Leggi di meno
bea.nic
Recensioni: 5/5

Perché un ragazzo è sempre SIGNORE e una donna è SIGNORINA fino a quando non esce di casa con la fede al dito? Sposarsi vuol dire appartenere a un uomo? Per fare famiglia bisogna sposarsi? Se mi sposo aiuto il patriarcato a prosperare e non sono una vera femminista? Sono domande a cui Chiara Sfregola cerca di rispondere unendo al suo bagaglio culturale le esperienze di vita delle donne che la circondano. È un libro adatto a tutti, che farei leggere anche agli uomini, perché a conti fatti l'autrice non insulta nessuno, ragiona insieme al lettore con un linguaggio semplice, ma che non scade mai nel banale. Consigliatissimo!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,75/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(5)
3
(1)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Chiara Sfregola

1987

È pugliese di nascita e romana di adozione. Ha studiato al Centro Sperimentale  di Cinematografia, diplomandosi in produzione, dopo una laurea in Economia. Nel 2013 inizia la sua attività di scrittura sul sito Lezpop.it con la rubrica diracconti Due camere e cucina. A partire dal 2014, sempre su Lezpop, cura la rubrica cult Camera Single, diventata nel 2016 un libro. Vive e lavora a Roma, dove si occupa della produzione di serie televisive. Si interessa di femminismo e questioni LGBT.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore