Un sodalizio creativo - Italo Svevo,James Joyce - copertina

Un sodalizio creativo

Italo Svevo,James Joyce

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 2011
Pagine: 61 p., Brossura
  • EAN: 9788880126126
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Venduto e spedito da illibroraro

+ 4,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Non a tutti può capitare di incontrare come insegnante di inglese uno dei maggiori fra i poeti e scrittori viventi, James Joyce; così come è accaduto allo scrittore irlandese di incontrare come allievo privato Italo Svevo, sotto le spoglie dell'industriale triestino Ettore Schmitz. Tutto ciò avvenne nel 1907: entrambi umiliati dall'insuccesso che per ragioni diverse avevano incontrato le loro opere, vivevano una stagione di dolorosa sterilità creativa. Dallo scambio reciproco dei loro racconti e romanzi, il riconoscimento della grandezza che li accomunava li spinse a riprendere la penna, e da quel sodalizio creativo nacquero successivamente i loro capolavori, "L'Ulisse" e "La coscienza di Zeno". I testi raccolti in questo volumetto sono un invito a rileggere quelle opere, abbandonando per qualche serata il chiacchiericcio invadente e petulante della moderna imperante "teatrocrazia" quotidiana.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Italo Svevo Cover

    Pseudonimo di Ettore Schmitz. Di famiglia ebraica per parte di madre, e di padre tedesco, compì gli studi medi in Baviera; nel 1879 si iscrisse all'Istituto superiore di commercio di Trieste, ma l'anno seguente, per problemi economici familiari, dovette trovare un impiego in una banca, dove lavorò per vent'anni. Fu questo anche il periodo del suo apprendistato letterario: cimentatesi in articoli, abbozzi di racconti, pagine autobiografiche, nel 1890 fece uscire a puntate, su «L'Indipendente», la sua novella 'L’ assassinio di via Belpoggio'. Nel 1892 pubblicò il suo primo romanzo, 'Una vita'. Nonostante la già evidente abilità del narratore, il romanzo passò inosservato; identica sorte toccò sei anni dopo al suo secondo libro... Approfondisci
  • James Joyce Cover

    James era il primogenito di una numerosa famiglia della buona società irlandese, di forte tradizione cattolica e nazionalista che lo iscrisse nei migliori collegi cattolici della città. Poi le condizioni della famiglia andarono peggiorando, fino ad arrivare a uno stato di assoluta povertà dopo la morte della madre (1903). L’educazione gesuitica influenzò la sua formazione, tanto da provocare in lui una temporanea vocazione sacerdotale, presto abbandonata. Dopo la pubblicazione dei primi lavori letterari, ancora all’università, conobbe Yeats ed ebbe uno scambio epistolare con Ibsen. Dopo la laurea, spinto dal vago proposito di studiare medicina alla Sorbona, trascorse un breve periodo a Parigi, dove approfondì anche le sue nozioni di scienze... Approfondisci
Note legali