Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

I sogni in tasca - Gabriella Franchini - ebook

I sogni in tasca

Gabriella Franchini

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 303,67 KB
Pagine della versione a stampa: 216 p.
  • EAN: 9788893232128
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La vita di Franco Franchini finisce così. Con un volo. Dall'alto dei bastioni di arenaria che svettano sulla città di Cagliari. Gli ultimi pensieri sono scritti e lasciati su fogli volanti. Tra il salto e l'inizio ci sta una vita intera, raccontata e ripercorsa dalla sorella Gabriella in questo libro scritto di getto, trattenendo il fiato. I sogni in tasca è un memoir appassionato. E un'autoterapia per fronteggiare il dolore. È la storia struggente di una famiglia e della parabola di una vita senza lieto fine. La morte del fratello è l’evento che cambia il corso di un’esistenza, quello che fa diventare grandi e che fa esplodere nei frammenti dolorosi di mille domande senza risposte il senso stesso della vita. Un percorso doloroso, raccontato senza sconti da Gabriella, oggi quarantenne. È la minore di cinque figli, cresciuta in una famiglia con pochi mezzi e tante questioni irrisolte: un padre difficile, una madre debole, pochi soldi e una figlia da crescere da sola. Una ragazza molto bella, attratta dal mondo della moda milanese. Sfila e fa la fotomodella in un ambiente che la conduce fino a New York ma che presto abbandona. Per incompatibilità col rigore ostinato dei suoi principi morali. Chi ha la peggio in questa famiglia è suo fratello Franco. Un ragazzo intelligente ma tormentato, che fugge da tutti, soprattutto da se stesso, e che scivola pian piano in un buco nero creato dall'alcol e dal disturbo bipolare. Queste pagine non contengono risposte, ma solo domande e molti sensi di colpa. Che Gabriella cerca di superare confessando con coraggio quello che le famiglie solitamente tengono nascosto: debolezze e fallimenti.Gabriella racconta gli slanci vitali e le ferite, le poesie e le canzoni, l’inadeguatezza e il senso d'abbandono. Tanta sofferenza. Affrontata a viso aperto, in un corpo a corpo, in cui le parole affondano nella carne viva del dolore e della verità. Ecco Gabriella, scrittrice inconsapevole ma vera, sa parlare la lingua del dolore e dell’amore. La sa ascoltare, capire, raccontare. Senza pudore. Neppure quello che le parole cariche di sentimento possano suonare ingenue. Ma tutto è autentico e la sua lingua suona vera. Al punto che la sua istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito, l’ha portata a rifiutare, come il più bizzoso degli scrittori professionisti, qualsiasi intervento di editing sulla sua scrittura. Fatta del talento dell’istinto. Beppe Cottafavi
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali