Soldatini di piombo. La questione dei bambini soldati - Giulio Albanese - copertina

Soldatini di piombo. La questione dei bambini soldati

Giulio Albanese

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Collana: Serie bianca
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 16 maggio 2005
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788807171093
LIBRO USATO € 6,48

€ 6,48

€ 12,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il dramma dei bambini-soldato in Uganda e in Sierra Leone, raccontati dal giornalista e missionario fondatore della MISNA, la Missionary Service News Agency, la più importante agenzia di informazione e controinformazione sulle aree più depresse del mondo. Uganda e Sierra Leone sono due realtà segnate da un comune denominatore: la sofferenza inferta su un'umanità ancora imberbe, con un'inusitata voglia di vivere che rende le loro storie ancora più agghiaccianti.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    LUIGI FARINA 1

    30/05/2006 18:15:09

    Alcuni libri sono particolarmente importanti perchè vanno ad illuminare quegli angoli oscuri che non vengono mai (o quasi) raggiunti dalla luce dei media. Tragedie poco inclini alla semplificazione neccessaria a una solidarietà, come la nostra, in cui un SMS basta ad acquietare la coscienza. Soldatini di piombo, di Padre Giulio Albanase, comboniano e giornalista fondatore del Misna, la prima agenzia di informazione missionaria, che trasmette informazioni dai paesi che non vengono ascoltati, è uno di questi libri e racconta il dramma dei bambini soldato: minori, a volte di dieci o undici anni, che vengono rapiti e spinti a combattere dopo essere stati sottoposti a riti "magici" e pesantemente drogati con anfetamine. Con il pregio ulteriore di riuscire a spiegare la situazione in modo chiaro, diretto e senza concessioni a facili (quanto inutili) drammatizzazioni. Nel testo la direzione da seguire è indicata da due cartine: quella dell'Uganda e quella della Sierra Leone, i due paesi la cui storia è stata segnata in maniera indelebile da questa piaga. Dei due paesi l'autore traccia un breve quadro storico-politico per poi lasciare che sia direttamente la voce delle vittime a raccontare questa tragedia. Quella del missionario non è una semplice disquisizione sociologica o politica ma una appassionata ricognizione sul campo, fatta anche mettendo a repentaglio la propria vita, e ricca di incontri, di volti e di occhi che sopportano a fatica ferite e cicatrici di una crudeltà che sembra senza fine. E' un intreccio di voci che spesso si fa fatica a reggere, tanto da dover distogliere gli occhi dalla pagina e respirare. Vicino a noi si materializzano questi fantasmi poco più che bambini dallo sguardo vuoto, assente, che raccontano la loro storia, quasi sempre simile e ogni volta diversa: la paura per i rapimenti,la droga e i riti di iniziazione, la furia incontrollata dei massacri, la crudeltà degli stupri, lo spiraglio di una salvezza in fughe rocambolesche e infine il peso e il dolore nel tentativo di ritrovare il

Note legali