Editore: Mondadori
Anno edizione: 1997
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788804434832

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile


scheda di Politi, P., L'Indice 1997, n. 3

Si tratta di un libro postumo, almeno in questa forma, composto da materiali diversi e caratterizzati dal non essere destinati, almeno in origine, a essere letti: la trascrizione di una conferenza, una sorta di riflessione-diario, appunti sparsi, un'intervista. La maggior parte del testo è composta secondo l'artificio retorico antichissimo dei dialoghi, che qui vengono intrecciati da personaggi inafferrabili: la Praticante, lo Straniero, il Merlo Malese, la Negra Verde. Può essere che il volume sia stato realizzato allo scopo di esorcizzare la "solitudine infelice", quella in cui la scomparsa del marito poteva gettare l'autrice; un marito amato e apprezzato, con cui Françoise Dolto aveva diviso, oltre alla vita, la casa delle vacanze, che della solitudine portava, appunto, il nome. Il lettore si trova di fronte a un testo poco clinico, forse il meno clinico tra quelli della psicoanalista francese, anche se il pensiero dell'autrice ritorna sempre alla clinica, quella vera.In esso continuamente fanno capolino i grandi temi cari alla Dolto: il linguaggio e la pelle, il desiderio e i divieti, il corpo e la famiglia, Dio e la morte. Scritto, come dicevo, in maniera poco sistematica, beneficia a mio parere di una lettura altrettanto poco sistematica.