Categorie

Andrea Novelli, Gianpaolo Zarini

Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2005
Pagine: 379 p. , Brossura
  • EAN: 9788831786256

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sydbar

    23/06/2010 11.43.58

    Soluzione Finale di Novelli e Zarini, buon libro che parte con le note di un thriller con la morte sospetta di un bambino in ospedale, le prospettive dei primi capitoli sono notevoli poi la trama del romanzo si aggroviglia un po' su se stessa rendendosi un po' pesa alla lettura, nell'ultimo quarto dell'opera la trama si riaccende con dei picchi di omicidi che sono caratterizzati da elementi di spionaggio e killer mercenari. Lo stile è accattivante nonostante l'avarizia di colpi di scena e situazioni anche un po' prevedibili, il contenuto varia dallo sfondo razziale a quello scientifico transgenico nonché spionaggio industriale e terrorismo, rendendo il libro piacevole, ma non troppo, alla lettura soprattutto nella parte centrale. Comunque promosso e consigliato.

  • User Icon

    Resny

    11/05/2008 00.06.44

    Bel libro ma niente di superlativo. L'inizio è molto promettente ma, via via che le pagine scorrono, precipita in un complotto dalle proporzioni pantagrueliche, con il coinvolgimento di numerosi personaggi spot e con una conclusione poco convincente. L'argomento trattato è comunque interessante, per cui leggerò sicuramente anche il prossimo.

  • User Icon

    Andrea Ammannati

    25/06/2007 09.15.05

    Secondo me questo è libro è : troppo scontato, troppi morti, troppi ritorni al passato,troppo veloce la love story fra il protagonista e l'ispettrice,troppo inversomile, troppo pochi i bambini in pericolo sui quali sarebbe stato meglio imperniare di più la vicenda e come si sa il troppo stroppia.Ritentare.

  • User Icon

    Giampietro Stocco

    29/03/2006 00.19.09

    Bello come esordio, piuttosto forte e coraggioso. Forse un po' troppo didascalico, le descrizioni vanno bene, ma al lettore bisogna anche lasciare spazio per l'immaginazione. Soprattutto una ventata fresca e spontanea, nonostante quel motto che compare sul sito, che fa pensare a una freddezza che francamente non ho riscontrato nello stile di N&Z. Bravi davvero.

  • User Icon

    Francesca P.

    11/02/2006 17.53.44

    Prima di scrivere il mio commento, devo fare una premessa. Non amo i thriller, perchè mi piace la suspense ma non l'eccessiva drammaticità e, come quando guardo la TV, anche quando leggo preferisco rilassarmi e non agitarmi. In particolare non mi piacciono quelli americani. Un tempo vedevo i film, ma adesso le cose "tipiche loro" come inseguimenti spettacolari e macchine che esplodono da ogni parte non mi piacciono più. La tematica del romanzo, soprattutto per le prime vittime che fa, l'ho trovata decisamente angosciante. Comunque, si percepisce da subito che il romanzo è scritto da mani e teste italiane, quindi ne ho apprezzato sia lo stile (e le note poetiche che sono state inserite sapientemente qua e là) sia l'accurato lavoro di documentazione, sia quella scientifica che storica. Ho saltato la prima parte della descrizione del convegno perchè volevo entrare velocemente nel vivo della storia e anzi speravo che la faccenda si capisse un po' prima (ma fa parte del mio carattere voler andare subito al sodo) e ho fatto fatica a seguire, e perciò ho saltato, quei passi riguardanti tutti i passaggi societari per arrivare alla ditta farmaceutica incriminata: tutti quei nomi stranieri mi facevano girare la testa. A proposito della morte dei medici mi sono detta che, vabbè che se lo meritavano, però ho trovato il numero di omicidi un po' eccessivo. Riguardo al finale, sinceramente speravo non ce ne fosse uno alla Psico in cui, dopo aver tirato un sospiro di sollievo, si preannuncia che la sequela delittuosa può ricominciare da un momento all'altro. Avrei sicuramente preferito che lo scienziato assassino e la killer fossero assicurati alla giustizia, ma forse è tipico dei trhiller finire così. Meno male che almeno la storia d'amore è continuata, temevo che fosse finita o che non se ne parlasse più lasciando il lettore con il dubbio. Riguardo a questo aspetto del romanzo, mi è piaciuto come gli autori hanno descritto i protagonisti e l'evolversi dei loro sentimenti e della storia d'amore.

  • User Icon

    Francesca

    11/01/2006 17.26.35

    Un gran thriller pieno di colpi di scena degno dalla grande scuola americana di Michael Crichton, Frederick Forsyth, Patricia Cornwell e Robin Cook.

  • User Icon

    giulio

    05/12/2005 16.56.35

    bellissimo libro, pieno di emozioni forti. non vedo l'ora di leggere un'altro triller scritto a due mani da novelli e zarini. lo consiglio!!!

  • User Icon

    mussy

    22/11/2005 13.01.50

    Carino. Non un capolavoro, ma si legge con piacere. E' un buon esordio.

  • User Icon

    RENZO

    18/11/2005 14.10.37

    Grande storia, ragazzi.

  • User Icon

    veronica

    03/11/2005 10.43.51

    Un bellissimo romanzo, pieno di suspance e colpi di scena. Molto meglio di tanti osannati americani. Da sconsigliare ai deboli di cuore.

  • User Icon

    Carlo

    11/10/2005 17.42.40

    Un romanzo ben scritto che nonostante alcuni difetti ha spunti meritori ed originali. Consigliabile a chi ama il genere.

  • User Icon

    Rosario

    16/09/2005 13.14.37

    Bel libro, scritto magistralmente.. l'unica cosa, perché due autori Italiani scrivono un libro ambientato negli USA? Sarebbe stato più bella un'ambientazione italiana...

  • User Icon

    CRI

    15/09/2005 14.37.40

    Un thriller intelligente e ben scritto che travalica i confini del romanzo di genere, con spunti scientifici e storici argomentati con maestria.

  • User Icon

    Marco

    05/09/2005 14.59.47

    Bellissimo. Aspetto il prossimo !!!!!!!

  • User Icon

    Pietro

    02/09/2005 16.32.23

    Gran medical thriller. Sono un appassionato degli "americani" e se non avessi saputo che Soluzione finale era scritto da degli italiani non mi sarei accorto di niente. Io lo consiglio a tutti gli appassionati.

  • User Icon

    Giusy

    30/08/2005 17.01.02

    Un capolavoro di genere. Una storia talmente attuale da poter essere vera.

  • User Icon

    Sly

    30/08/2005 11.55.11

    Da non perdere.

  • User Icon

    mario

    29/08/2005 22.50.48

    ottimo libro. ben scritto e personaggi credibili. e storia intelligente, basata sun un fondamento reale. Il mio parere è uguale a molti che lo hanno recensito. un voto alto più che meritato. Mi fa piacere di aver scoperto due nuovi autori di cui si sentirà ancora parlare.

  • User Icon

    miro

    01/08/2005 13.12.54

    Decisamente scontato e stereotipato.Noioso.

  • User Icon

    Elisabetta

    28/07/2005 09.40.05

    Ottimo medical thriller, all'altezza della miglior Cornwell e Cook. Da leggere per gli appassionati del genere

Vedi tutte le 47 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione