Le sorelle Soffici

Pierpaolo Vettori

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Editore: Elliot
Collana: Scatti
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 6 ottobre 2011
Pagine: 175 p., Brossura
  • EAN: 9788861922440

€ 8,00

€ 16,00
(-50%)

Venduto e spedito da Librisline

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 16,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Veronica Soffici è una ragazza molto speciale, parla con gli scrittori defunti che popolano la biblioteca di casa, mangia mele con i chiodi di garofano e sente di essere la sola a difendere la sorella Cecilia da pericoli terreni e ultraterreni. La sua è una famiglia di industriali, la cui fortuna è stata costruita sulla ricetta segreta di una marmellata diventata famosa in tutto il mondo. Ma i tempi cambiano e l'ombra del fallimento sembra incombente, mentre i primi scandali di Tangentopoli cominciano ad apparire nelle cronache. Un aiuto potrebbe arrivare da un ambiguo faccendiere, l'unico in grado di garantire una via d'uscita, ma sarà necessario sacrificare qualcuno. Giorno dopo giorno, Veronica riporta nel suo diario ricordi, visioni, fantasie ma anche i mutamenti repentini che stravolgono la routine familiare, insieme al viavai di speculatori, portaborse e politici che stringono d'assedio i terreni intorno a villa Soffici. Alla ragazza non resta che organizzare una forma di resistenza tutta sua e giocare la crudele partita con il mondo. Questo romanzo è un grido di battaglia a difesa dell'innocenza e della fantasia contro l'avanzare di una barbarie dell'anima che non concede prigionieri.
3,6
di 5
Totale 5
5
1
4
3
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    Stella

    24/09/2014 20:41:05

    Una lettura deliziosa, delicata. L'autore sa sfumare bene la realtà dal "sogno", creando una atmosfera tale da immedesimare completamente il lettore nel mondo di Veronica. Se dovessi descrivere questo libro con un'immagine, penserei certamente ad una nuvola. Merita anche spendere un secondo sulla copertina, perfettamente in accordo con il contenuto, sia per lo stile che per la scelta del soggetto.

  • User Icon

    faffa

    25/02/2013 12:34:36

    Curiosando negli scatoloni di "vecchi" libri in una delle librerie del centro storico, mi sono imbattuta in questo romanzo e complice il titolo e la luminosa copertina ho deciso di acquistarlo ... per me o come regalo per una mia amica (alla ricerca di un buon libro). Già in treno ho iniziato a leggere le prime pagine del diario onirico, magico e sorprendente di Veronica, figlia del famoso industriale delle marmellate "Soffici" e "sorella" di Cecilia. Quest'ultima diventerà agli occhi di Veronica, ingenui, poetici e volutamente lontani dalla realtà, la vittima sacrificale di una dinastia di industriali ormai verso la via del fallimento e alle prese con affari loschi per tentare di riciclarsi. Affari loschi e altrettanti personaggi loschi (come il "ratto" Anton, il dottor Tauber, la contessa Nardi che, per interessi, arriva a sacrificare suo figlio Marcello) attorniano la casa di Veronica, ormai anche orfana di padre, decidono per lei, mettono a tacere "mamma" Olga e addolorano mortalmente "nonna-tata" Egle, l'unico e profondo affetto di Veronica/Cecilia, oltre ... a quello che lei/loro sentono scorrere nel suo/loro sangue: lo zio Vittorio e il circo Cavalera. Lettura magica, lirica, surreale... mi sa che lo regalerò a Pasqua alla mia amica proprio perché è alla ricerca di un buon libro che appaga l'animo.

  • User Icon

    Maggie

    28/06/2012 12:30:32

    Parere personale: lettura deludente e faticosa Mi aspettavo qualcosa di completamente diverso.

  • User Icon

    Alessandra

    18/04/2012 20:47:04

    Dove la pazzia fa rima con poesia. Scritto in modo sublime e colto, è una storia amara dai contorni surreali. Le due sorelle Soffici, ambiguamente scisse e misteriosamente doppie, lasciano un segno indelebile.

  • User Icon

    Giulia

    24/03/2012 13:00:16

    Davvero un bel libro, particolare e disarmante come il mondo immaginario di Veronica Soffici. Un ottimo romanzo d'esordio.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

Veronica Soffici è una ragazza molto speciale, parla con gli scrittori defunti che popolano la biblioteca di casa, mangia chiodi di garofano e protegge come può la sorella Cecilia da qualsiasi forma di pericolo si possa presentare all’orizzonte. La sua è una famiglia più che agiata, ma l’ombra del fallimento sembra alle porte e qualcuno è disposto a tutto pur di mantenere inalterato il prestigio e il potere dei Soffici: un ambiguo faccendiere, infatti, sembrerebbe in grado di offrire una via d’uscita ma è necessario sacrificare qualcuno, e allora la scelta cade sulla vulnerabile Cecilia. Ci vorrà l’aiuto di un tram giallo come un uovo e di un circo ultraterreno perché le sorelle possano giocare la crudele partita con il mondo. Ambientato agli albori degli scandali di Tangentopoli, questo romanzo è un manifesto della resistenza contro il declino del nostro tempo, una lotta combattuta con l’immaginazione e il rifiuto di ogni compromesso con una realtà inaccettabile e corrotta. Narrata in prima persona dalla voce struggente e disarmante di Veronica, la storia si svela pian piano attraverso l’intreccio sapiente di elementi fantastici e reali, che l’autore dosa con abilità e padronanza, rivelando uno stile maturo e originalissimo.

  • Pierpaolo Vettori Cover

    Pierpaolo Vettori è nato a Venaria Reale in provincia di Torino. Le sorelle Soffici (Elliot 2012) è stato finalista e segnalato dalla giuria alla XXIV edizione del Premio Calvino. Per diversi anni si è occupato di musica e ha lottato contro i demoni. Alcuni li ha catturati e messi su carta. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali