Sotto quelle toghe. Le radici delle correnti nella magistratura

Romano Ricciotti

Curatore: M. Cabona
Anno edizione: 2007
Pagine: 142 p., Brossura
  • EAN: 9788890236747
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 

L’impulso alla politicizzazione della magistratura fu opera della corrente di Magistratura democratica, un vero e proprio organismo politico schieratosi sul fronte del movimento operaio. Avendo perduto consensi per questa scelta di campo, Magistratura democratica ha abbandonato l’iniziale ispirazione scopertamente politica, recuperando così l’adesione di numerosi colleghi. Oggi la teorizzazione della giurisdizione (ossia della giustizia) come funzione politica è propria dei partiti del Centro-destra, che, sulla scorta di tale dottrina, intendono instaurare, sulla giurisdizione, un controllo politico. Questa è la tesi del libro, argomentata nel contesto delle vicende della magistratura italiana nel Ventesimo Secolo. Il saggio prende le mosse da un’inchiesta di Romano Ricciotti, intitolata “Mappa della magistratura italiana”, pubblicata con lo pseudonimo di Giulio Vegri, nel 1971, sul Roma di Napoli, quando ne era direttore Piero Buscaroli.