Editore: TEA
Collana: TEA mistery
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 settembre 2012
Pagine: 347 p., Brossura
  • EAN: 9788850229260
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Natalia ha diciassette anni, studia al liceo, è una ragazza graziosa, con una vita normale. Ma il dolore bussa alla sua porta: il padre, un medico di Lugano, muore d'infarto e lei, per affrontare il lutto, si rifugia con la madre nella loro casa di Corvesco, tra le montagne del Canton Ticino. E lì un delitto sconvolge il suo già difficile equilibrio. Natalia, di colpo, smette di parlare. I suoi ricordi sono confusi, forse ha visto qualcosa, ma non riesce a esprimersi: lo shock le ha chiuso la bocca. Suo padre ha lasciato in giro delle carte che nascondono un mistero inquietante, e nel paese cresce la tensione. Natalia ha paura, non sa più di chi fidarsi, fugge. Ma poi fa uno strano incontro. Il caso vuole che a Corvesco abiti anche Elia Contini, il protagonista dei precedenti romanzi di Andrea Fazioli. Il fatto che abbia smesso di fare il poliziotto privato e si arrabatti in un giornale di provincia non toglie nulla alla sua curiosità e alla sua vocazione a tuffarsi nei guai. Così, suo malgrado, Contini si trova alle prese con un nuovo enigma: cosa faceva Natalia nel bosco, da chi si sentiva minacciata? Attorno all'ex detective e alla ragazza che tace si muovono personaggi soltanto in apparenza irreprensibili: poliziotti, medici, avvocati. E nella geografia circoscritta del Canton Ticino si succedono i colpi di scena di una storia il cui sottile filo d'ironia non cancella i risvolti drammatici. E dove il silenzio della paura diventa la paura del silenzio.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuly

    01/09/2018 11:38:44

    Decisamente un bel noir. Scrittura chiara, trama non scontata, splendida ambientazione svizzera e soprattutto una carrellata di personaggi vividi e ben caratterizzati. Ottimo lavoro.

  • User Icon

    Anna

    15/08/2018 12:03:16

    Il migliore fra i primi tre libri in cui si muove l'ombroso e tenero Contini

  • User Icon

    Chris Campbell

    08/01/2015 21:23:10

    Un romanzo che potrebbe essere un eccitante film noir. Porta insieme la combinazione perfetta di un bosco svizzero nelle montagne, una vittima che soffre dall'amnesia dissociativa, un medico corrotto, un killer disperato e una temporale estiva. Magnifico.

  • User Icon

    sonia

    27/09/2014 21:19:27

    Ho letto tutti e 5 libri di Andrea Fazioli e sono tutti molto appassionanti! Li consiglio fortemente

  • User Icon

    Dass

    04/07/2014 18:13:32

    È il secondo Libro di Fazioli che leggo, i suoi romanzi, dopo un inizio tranquillo, ti prendono e non riesci a staccartene finchè non sono terminati. Mi piace il personaggio di Elia Contini. In questo romanzo ho apprezzato anche tutti gli altri. La storia è triste e allo stesso momento appassiona, ci si affeziona alla ragazza protagonista che e rimasta sconvolta dal lutto. La rivelazione di come si sia svolto il delitto non è secondo me banale. Bello.

  • User Icon

    Massimo F.

    14/02/2013 13:38:30

    Non male questo thriller in salsa ticinese. Niente di particolare, storie e personaggi già visti, ma l'ambientazione boschivo-lacustre e la linearità della trama (con risvolti neurologici anche interessanti...) lo rendono del tutto gradevole. Relax.

  • User Icon

    silvia

    22/04/2012 13:21:24

    Il primo libro che leggo di questo autore..assolutamente NOIOSO..la trama è insipida e banale basata su eventi quasi buttati a caso..all'inizio è davvero pesante,fortunatamente verso le ultime pagine diventa leggermente più avvincente ma il finale è poco coinvolgente..fortunatamente è scritto in modo scorrevole per cui sono riuscita a finirlo..probabilmente dipende dal fatto che a me piacciono altri tipi di thriller..

  • User Icon

    elda

    12/10/2011 18:43:22

    Gradevole giallo ambientato nel Canton Ticino, costituisce una piacevole lettura per la trama avvincente, l'impianto narrativo ben strutturato, lo stile lineare e incisivo.

  • User Icon

    donatella

    23/09/2011 12:01:11

    bel libro avvincente e interessante dall'inizio alla fine lo consiglio

  • User Icon

    sera

    10/11/2010 13:47:38

    Libro che all'inizio non mi ha convinto molto, poi a poco a poco si è rivelato per quello che effettivamente è: bello ed avvincente. Mai mi sarei aspettata un killer così diabolico...

  • User Icon

    Sara

    03/11/2010 14:45:53

    bello avvincente inaspettato

  • User Icon

    Lollo

    08/10/2010 14:25:55

    Ho letto tutti i libri di Fazioli, questo è il migliore. Ha la capacità di stupire ed emozionare. Lettura consigliata.

  • User Icon

    M@rco

    04/10/2010 11:13:54

    Questo quarto romanzo di Andrea Fazioli è un giallo avvincente, ambientato in Ticino. Un lembo di Svizzera che l’autore ha la premura di presentare e di spiegare al grande pubblico italiano senza annoiare i suoi connazionali. Nuovo, anche questa volta, è l’ambiente nel quale si svolge la storia. Quindi niente più gioiellerie, fiduciarie e banche (gli ambienti che fanno da sfondo ai primi tre romanzi), ma locali notturni: il mondo della prostituzione con i pesci grossi e i pesci piccoli che gli ruotano intorno. Sempre inseguendo senza moralismi il filo rosso di una criminalità che nasce dentro le particolarità economiche e sociali ticinesi. Anche i cognomi dei protagonisti sono ticinesi. Pericolosamente ticinesi, in un cantone dove tutti si conoscono. La storia raccontata nella Sparizione è plausibile, realistica. Un dramma che in qualsiasi momento potrebbe svolgersi intorno a noi, dentro la nostra quotidianità. La funicolare di Lugano, la Piazza Grande di Locarno, le baite sui monti, un Night Club a Castione, un quartiere residenziale a Massagno… non bisogna andare a New York o a Parigi per farsi male o per fare del male agli altri. La tentazione dei soldi facili e i “pozzi dei pensieri inconfessabili” hanno diritto di cittadinanza anche in Svizzera. Un paese i cui abitanti hanno il privilegio di "poter andare all'estero restandosene in patria". In tutti i romanzi di Andrea Fazioli, a un certo punto, entra in scena l’eremita Giona: il mio preferito. Giona è uno stratagemma grazie al quale, verso la metà del libro, Fazioli ci invita a fare il punto di una situazione fino a quel momento ingarbugliata. Attenzione però: Giona, come ogni oracolo che si rispetti, non risponde in modo chiaro alle domande che il detective Contini gli pone a beneficio suo e nostro. Perché lo fa? Per ricordarci che le risposte alle nostre domande, quasi sempre, sono più vicine a noi di quanto siamo disposti a credere.

  • User Icon

    Fiore

    30/09/2010 12:09:28

    Secondo me, il miglior libro di Fazioli (finora). Grande atmosfera e psicologia. Per gli amanti dei gialli, sfido chiunque a capire la verità, Fazioli è un prestigiatore...

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione