Lo spettro di Canterville

The Canterville Ghost

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Canterville Ghost
Regia: Jules Dassin
Paese: Stati Uniti
Anno: 1944
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,78 €)

1600. Il codardo sir Simon di Canterville fugge da un duello, cercando rifugio nel castello avito. Per la vergogna, suo padre lo sigilla nella stanza in cui si nasconde, condannandolo a diventare un fantasma fino a quando uno dei suoi discendenti non compirà un gesto coraggioso. Nel 1943, tra i soldati americani acquartierati nel castello c'è Cuffy Williams, lontano parente di sir Simon. È giunta l'ora in cui verrà salvato l'onore della famiglia, o Cuffy si rivelerà vigliacco come gli altri Canterville?
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2015
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Jules Dassin Cover

    Propr. Julius D., regista statunitense. Dopo esperienze radiofoniche e teatrali, si trasferisce a Hollywood, prima alla rko e subito dopo alla Metro Goldwyn Mayer, dove dirige film di non eccelso profilo, con l'eccezione di Il fantasma di Canterville (1944), una commedia brillante interpretata da C. Laughton. Dopo la scadenza del contratto con la mgm ha finalmente l'occasione di girare un'opera autenticamente personale, Forza bruta (1946), cruda denuncia del sistema carcerario americano, foscamente realista e interpretata magistralmente da B. Lancaster. Tuttavia è con il successivo La città nuda (1948) che raggiunge un notevole equilibrio stilistico, portando sullo schermo un'indagine poliziesca dal tono fortemente anticonformista, anche per le riprese in esterni che rimandano una visione... Approfondisci
  • Charles Laughton Cover

    "Attore e regista statunitense di origine inglese. Con il suo fisico corpulento, le labbra carnose, gli occhi acuti e penetranti, e con le sue grandissime capacità attoriali, ha costruito una galleria di personaggi spesso indimenticabili, sebbene solo in rari casi abbia interpretato ruoli da protagonista, mentre come regista ha realizzato un unico film, considerato uno dei capolavori incontestabili del cinema fantastico. Dopo aver lavorato in teatro, dove conosce la futura moglie Elsa Lanchester, intorno alla fine degli anni '20, debutta anche nel cinema. Nel film a episodi coordinato da E. Lubitsch Se avessi un milione (1932) è un impiegato che, ricevuto un assegno da un milione di dollari, si reca tranquillamente nell'ufficio del capo e gli rivolge una sonora pernacchia; in Il segno della... Approfondisci
  • Robert Young Cover

    "Attore statunitense. Dall'aspetto tranquillo e rassicurante, debutta agli inizi degli anni '30 per apparire in oltre cento produzioni. La sua affabilità e i modi gentili ne fanno l'interprete d'elezione di personaggi dalla forte integrità morale o amorevolmente paterni; più raramente incarna figure sgradevoli, come in Nessuno mi crederà (1947) di I. Pichel, rivelandosi inaspettatamente convincente. Registi quali A. Hitchcock (Amore e mistero, 1936) F. Lang (Fred il ribelle, 1941) e E. Dmytryk (Odio implacabile, 1947) gli offrono le parti migliori, più sfumate e meno prevedibili. Presso il pubblico americano, viene identificato in particolare come protagonista delle serie televisive Papà ha ragione (1954-60) e Marcus Welby (1969-76). " Approfondisci
  • Margaret O'Brien Cover

    "Nome d'arte di Maxine Heimburg, attrice statunitense. Esordiente a quattro anni (I ragazzi di Broadway, 1941, di B. Berkeley), interpreta con insolita vivacità ruoli di supporto (L'angelo perduto, 1943, di R. Rowland) in contesti drammatici (La porta proibita, 1944, di R. Stevenson) e da commedia fantastica (Il fantasma di Canterville, 1944, di J. Dassin), fino all'incisiva caratterizzazione da Oscar per un V. Minnelli raffinato e sfarzoso (Incontriamoci a Saint Louis, 1944). La mgm ne fa una protagonista della commedia musicale (Marisa, 1944, di H. Koster) e sentimentale (Il sole spunta domani, 1945, di R. Rowland), o del dramma sciropposo (La danza incompiuta, 1947, di H. Koster). Le interpretazioni brillanti (Il giardino segreto, 1949, di F.M. Wilcox; Piccole donne, 1949, di M. LeRoy)... Approfondisci
Note legali