Categorie

Nicci French

Traduttore: M. Sepa
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 385 p. , Brossura
  • EAN: 9788817005494

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena

    29/07/2014 18.17.11

    Premetto che ho letto la maggior parte di questo libro una sera in cui non riuscivo a dormire, con una piccola luce per non disturbare, quindi quasi al buio ... Sarà stata l'atmosfera insieme alla storia non proprio rilassante, ma quel poco sonno che avevo se n'è andato del tutto! Il libro mi ha veramente messo i brividi e anche un po' di paura, sono andata avanti a leggerlo fino a quando non ce l'ho fatta più perché la storia tiene incollati alle pagine, e anche quando pensi che sia finita ti accorgi che non è così. Molto brava Nicci French a coinvolgere il lettore e ad utilizzare uno stile di scrittura che tiene sempre con il fiato sospeso.

  • User Icon

    Elena

    26/05/2014 20.14.30

    Questo libro mi ha messo i brividi, ti tiene con il fiato sospeso dall'inizio alla fine! Lo consiglio vivamente agli amanti del genere.

  • User Icon

    adriana

    27/01/2014 16.37.37

    Non male, diverso dal solito, anche se un po' troppo inverosimile, ma si fa leggere scorrevolmente

  • User Icon

    maxyzz

    24/08/2013 11.55.18

    Mi sento in dovere di avvisare chi come me sulla base delle altre recensioni decide di leggere questo libro. A mio parere l'unica recensione che rispecchia fedelmente l'opera è quella di dario cito "La coppia Nicci French all'opera con il solito romanzetto thriller in salsa harmony tipico della loro fortunata formula: molto piacevole, ma inconsistente." In sintesi è un libro dignitoso con discreta trama ma sviluppato in modalità NON-thriller. Durante la lettura piuttosto che venire catapultati dentro l'azione si viene relegati a spettatori da terzo anello e anche le scene clou finiscono per diventare quasi banali. Manca completamente l'atmosfera ma è comunque un buon libro se non si hanno molte pretese. Peccato perché l'idea di un thriller che partendo dalla fine si rigira a spirale su se stesso non era male.

  • User Icon

    simmy

    28/10/2011 16.06.28

    BELLO!!!!!!!!! Un triller psicologico molto ben studiato. Sto leggendo anche "Dolce e crudele". Ottimo libro. Da leggere in assoluto.

  • User Icon

    raffaella

    10/12/2006 16.03.37

    fantastico........mi ha messo un pò di ansia e paura siccome sono donna..... l ho finito in 2 gg....BELLISSIMO!!!

  • User Icon

    Antonio Ciccarelli

    21/07/2006 09.38.57

    Assolutamente fantastico...da non perdere..si legge che è un piacere e si vuole vedere come va a finire!!!

  • User Icon

    Ceia

    28/12/2005 17.13.35

    Una Stanza Nel Buio è una vera e propria incursione in una mente femminile complessa, spaventata, ferita, e anche un po’ confusa. Tutta la vicenda, ogni cosa, è raccontata seguendo il punto di vista di Abbie, la protagonista e voce narrante del libro, una donna che, ancora una volta, nasconde una forza caratteriale invidiabile, dietro la facciata di fragilità che le ha appiccicato addosso il mondo. Il romanzo si apre in un luogo che non conosciamo e che in pratica non conosceremo mai del tutto, con una donna, Abbie appunto, che si sveglia incappucciata, imbavagliata e legata, al buio, alla mercè di un uomo che non riesce a vedere (perché è incappucciata) e del quale non riconosce la voce, e che la tortura fisicamente e psicologicamente elencandole i nomi di altre (presunte) donne che lui ha tenuto in ostaggio prima di lei. Oltretutto, ‘sta povera ragazza (mado che angoscia! ) non ricorda neppure come ha fatto a finire lì e che cosa le è successo nei giorni immediatamente precedenti a quel momento. Insomma: un casino! C’è da dire che la trama si snoda in modo interessante: un'alquanto originale e stramba e romantica storia d’amore, una moltitudine di personaggi che si intersecano tra loro, piccoli colpi di scena che si amalgamano bene con la vicenda, una vicenda che diventa, a ogni capitolo, sempre più complessa e in un paio di occasioni addirittura un pochetto spiazzante – oh! a tratti mi sembrava di leggere un libro di Harlan Coben in quanto a incasinamento, anche se, e questo va a favore di Nicci French, lei è meno contorsionista e si riesce a starle dietro con più semplicità. Ho provato a farmi uno schemino mentale dell’intreccio e mi sembra che non ci siano evidenti contraddizioni e che, anzi, quasi ogni aspetto – specialmente le vicende che vengono raccontate in quell’intersecarsi tra memoria e presente, che è stata per me la parte più affascinante del libro, quasi un girare in tondo – quadri perfettamente. L’unica cosa che mi ha lasciata non proprio soddisfatta è il finale: un po' moscetto e affrettato

  • User Icon

    dario

    29/11/2005 15.29.51

    La coppia Nicci French all'opera con il solito romanzetto thriller in salsa harmony tipico della loro fortunata formula: molto piacevole, ma inconsistente.

  • User Icon

    gio'

    25/05/2005 11.19.43

    non l'ho ancora finito, ma mi tiene ancorata alle sue pagine fino a notte fonda...Inquietante, ti lascia con la sensazione di "potrebbe capitare anche a me"....

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione