Storia d'Italia. Vol. 8\2: Il Piemonte sabaudo dal periodo napoleonico al Risorgimento.

Paola Notario,Narciso Nada

Editore: UTET
Collana: Storia d'Italia
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 1 aprile 1993
Pagine: XX-488 p., ill.
  • EAN: 9788802047218

€ 58,65

€ 69,00

Risparmi € 10,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

59 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 
 

NOTARIO, PAOLA / NADA, NARCISO, Il Piemonte sabaudo. Dal periodo napoleonico al Risorgimento

FONTANA, GIOVANNI LUIGI (A CURA DI) / LAZZARINI, ANTONIO (A CURA DI), Veneto e Lombardia tra rivoluzione giacobina ed età napoleonica

COPPINI, ROMANO PAOLO, Il Granducato di Toscana. Dagli 'anni francesi' all'Unità
scheda di Bongiovanni, B., L'Indice 1994, n. 1

Il periodo del cosiddetto "triennio rivoluzionario" fu impropriamente definito "giacobino". Si era infatti conclusa da tempo la fase giacobina in Francia e le repubbliche italiane, frutto dell'intervento di Bonaparte, non avevano caratteristiche tali da richiamare il radicalismo rivoluzionario. È indubbio, tuttavia, che l'incontro-scontro con la Francia bene o male uscita dalla rivoluzione creò i prerequisiti per l'invenzione dell'Italia unita contemporanea e per i primi vagiti risorgimentali della democrazia italiana. Nuovi studi indagano, con larghezza di respiro, questo periodo. Sul Piemonte sabaudo, nella collana "Storia d'Italia" diretta da Giuseppe Galasso per la Utet, si ha ora un volume che si avvale di un saggio di Paola Notario sulle età napoleonica e di un saggio, ovviamente assai più ampio, di Narciso Nada sugli anni che vanno dal 1814 al 1861. Il processo storico che conduce dal governo provvisorio piemontese del 1797 al terzo ministero Cavour del gennaio-marzo 1861 appare sì contraddittorio, ma anche "logicamente" omogeneo. Un'impressione assai simile si ricava dal volume di Coppini sulla Toscana, pubblicato nella stessa collana e attestato sull'arco di tempo che va dal regno d'Etruria al plebiscito, e anche dal volume, di più autori e curato da Fontana e Lazzarini, sulla sola fase giacobina e napoleonica in Veneto e Lombardia. All'origine della nostra identità, ben prima del 1859-61, a partire cioè dal 1796, viene confermata la presenza di un compromesso irrisolto tra "conquista regia" e iniziativa popolare.