Storia del pensiero dell'economia pubblica. Vol. 1: Il pensiero antico greco, romano, cristiano.

Francesco Forte

Editore: Giuffrè
Anno edizione: 1999
Tipo: Libro universitario
Pagine: XI-562 p.
  • EAN: 9788814066726

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Finanza e contabilità - Finanza - Finanza pubblica

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 39,51

€ 46,48

Risparmi € 6,97 (15%)

Venduto e spedito da IBS

40 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 


scheda di Borgognone, G. L'Indice del 1999, n. 10

Escono questi due primi volumi di storia del pensiero economico, di estremo interesse, data la competenza dell'autore e la ricchezza teorica, storica e bibliografica dell'opera, che rappresenta il punto di vista dell'economista addentro ai problemi delle public choices, in grado di fare emergere, attraverso medaglioni di singoli pensatori, gli intrecci fra politica, economia, cultura filosofica e giuridica. Nel primo volume l'autore tratta del pensiero antico: nella civiltà greca predominarono i grandi progetti costituzionali ideali (come quelli di Platone e Aristotele) e reali (Licurgo e Solone), ma ampia eco assunse la contrapposizione fra il pensiero socratico e quello sofista. La civiltà romana fu caratterizzata dall'esigenza di gestire una forza politica e militare in continua espansione anche attraverso una dottrina dell'utilità pubblica in grado di armonizzare gli interessi delle élites al potere. Infine il pensiero cristiano, dal Vecchio Testamento ad Agostino. Il secondo volume è dedicato al pensiero medievale: dal monachesimo a Tommaso d'Aquino, con particolare riguardo al problema monetario, dell'usura e dei tributi nei trattati di economia pubblica e giuridica. Di estremo interesse anche la parte dedicata alle origini del capitalismo italiano e al pensiero economico all'interno della tradizione protestante. La parte dedicata al mercantilismo inglese, francese, italiano, tedesco e olandese non manca di gettare uno sguardo sull'intreccio fra economia e politica nell'età del contrattualismo, quando la borghesia cominciò dall'Inghilterra la sua ascesa sociale, ma questo sarà il tema del terzo volume.

(G.Bo.)