Storia del Piemonte. Dalla preistoria alla globalizzazione

Alessandro Barbero

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Pagine: 527 p., Rilegato
  • EAN: 9788806185947
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 35,70

€ 42,00

Risparmi € 6,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

36 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bartolo Collo

    03/12/2009 17:54:12

    L'abilità di Barbero nel "raccontare" e la sua solida preparazione storico-scientifica non si discutono e non si scoprono oggi. Basta andarsi a rileggere la sua monografia su Carlo Magno per rinfrescarsi la memoria. In questa Storia del Piemonte egli conferma la sua fama e ci offre un'opera approfondita, colta ma di piacevolissima lettura. Peraltro l'autore si tiene bem lontano dal "birignao" localistico. Anzi inserisce le vicende narrate in un contesto che va ben oltre i confini del Piemonte per allargarsi verso una prospettiva italiana ed europea. Sono così convinto di ciò che consiglierei la lettura di questo testo non solo a chi è interessato alla storia piemontese ma a chiunque voglia rinfrescare le sue competenze storiche valutandole da un punto di vista diverso. Un solo neo: manca un'analisi di quanto avvenuto dopo la Seconda Guerra Mondiale (appena quattro smilze paginette). Sappiamo che quel periodo esula dagli interessi del nostro, e non mancano certo monografie sull'argomento. Tutavia ritengo che qualche pagina in più avrebbe almeno reso più omogenea la trattazione.

  • User Icon

    Andrea

    09/03/2009 08:57:20

    Tra il 2 ed il 3. Ovviamente si nota un grandissimo lavoro di ricerca preparatorio, necessario per scrivere un libro così ricco di eventi ed informazioni. Proprio questo gran numero di fatti tuttavia rende il volume di difficile lettura. Certo, da un libro sulla storia del Piemonte non ci si può aspettare l'agilità di un romanzo giallo ma spesso si rimane incastrati tra troppe cifre e percentuali. Infine, a mio parere, poco spazio al Risorgimento ed al ruolo che il Piemonte ha avuto nell'Unità d'Italia.

Scrivi una recensione