Storia dell'opera italiana. Vol. 5: La spettacolarità.

Editore: EDT
Anno edizione: 1988
In commercio dal: 12 marzo 1996
Pagine: 412 p., ill.
  • EAN: 9788870630534
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 29,75

€ 35,00

Risparmi € 5,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

30 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 


scheda di Baricco, A., L'Indice 1988, n.10

Visto il successo, davvero fuori dall'ordinario, della Storia della musica, l'EDT si è imbarcata in una nuova Grande Opera, affidando a Lorenzo Bianconi e Giorgio Pestelli la cura di una "Storia dell'opera italiana" (si noti l'italiana: opportuno espediente per non naufragare nel mare magnum del teatro musicale). Accanto a una parte piu squisitamente storica (3 volumi non ancora pubblicati, raccolti sotto il titolo "Le vicende") il piano dell'opera prevede una sezione intitolata "I sistemi" e dedicata ai diversi ingranaggi, tecnici ma anche teorici, che per secoli hanno mandato avanti il gran baraccone dell'opera italiana. A tale sezione appartengono un volume ancora inedito (il cui titolo, "Teorie e tecniche", immagini e fantasmi promette preziose suggestioni) e i soli due volumi per ora reperibili in libreria: il primo dedicato al "Sistema produttivo" e il secondo intitolato "La spettacolarità". Sotto tale nozione gli autori hanno raccolto tre campi di indagine: la scenografia la regia e il balletto. Non sono voci su cui, in genere, si sa molto: e il fatto di dedicar loro un intero volume è certo sintomo di un'attenzione e di un approccio storiografico particolari. Gli autori dei tre studi sono Mercedes Viale Ferrero, Gerardo Guccini e Kathleen Kuzmick Hansell. La ricchezza di dati e riferimenti non riesce, in verità, a far dimenticare lo stile spesso dimesso e sordamente compilativo dei tre saggi. Molta erudizione e poco genio, si direbbe. Come sempre il fantasma di un frigido enciclopedismo si da da fare per boicottare le avventure del sapere.
Ricca e intelligente iconografia, prezzo più che ragionevole, quasi generoso.