Storia della sessualità. Vol. 1: La volontà di sapere.

Michel Foucault

Editore: Feltrinelli
Edizione: 17
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 settembre 2013
Pagine: 142 p., Brossura
  • EAN: 9788807882340

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Sociologia e antropologia - Sociologia - Sociologia della famiglia

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Lucivero

    15/09/2018 14:35:31

    L’obiettivo di Foucault è quello di indagare la sessualità come campo del sapere; non si tratta di analizzare i modi o le pratiche del sesso, ma i comportamenti sessuali, intesi essenzialmente come discorsi legati al sesso, e di come essi sono stati prodotti all’interno delle istituzioni religiose, nelle pratiche pedagogiche, nelle pratiche mediche e nelle strutture familiari. In secondo luogo, si tratta di comprendere gli effetti che questi discorsi, articolati come un sapere nato dalle istituzioni, hanno prodotto coercitivamente sugli individui. Il lavoro, che Foucault definisce di tipo archeologico, ma che conduce alle stesse conclusioni della fenomenologia sociale in relazione al potere delle istituzioni, si sofferma sulle modalità con la quali quest’ultime elaborano degli universi simbolici oggettivati e come questi, in un secondo momento, si mettano a disposizione della soggettivazione, diventando sapere sociale consolidato e condiviso. Tuttavia, contrariamente alla tesi che vede la sessualità repressa nella modernità, così come afferma Freud, la quale richiederebbe una liberazione da quei meccanismi politici repressivi, come vuole, invece, Reich, Foucault vede a partire dal XVIII secolo un’esplosione di discorsi sul sesso, gestiti da una rete polimorfa di poteri che, a differenza del Medioevo, si moltiplicano e si differenziano, mostrando tutt’altro che una cautela, ma una vera e propria ingiunzione a parlarne. È questo stesso parlare del sesso e sul sesso a generare un potere sul corpo degli uomini e delle donne e, infine, a creare un sapere che prende in nome di “sessualità”.

  • User Icon

    Dany

    23/02/2018 15:35:32

    Ho acquistato diversi libri di letteratura. Oltre ai prezzi vantaggiosi, sito ben fatto, facile navigazione e velocità nella spedizione.

Scrivi una recensione