Storia reazionaria del calcio. I cambiamenti della società vissuti attraverso il mondo del pallone

Massimo Fini, Giancarlo Padovan

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,75 MB
Pagine della versione a stampa: 264 p.
  • EAN: 9788829702312
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il calcio, come la musica, come le arti in genere, e` uno specchio, e non dei piu` marginali, della societa`, dei suoi cambiamenti, delle sue trasformazioni, della sua evoluzione o involuzione. Massimo Fini e Giancarlo Padovan lo affrontano da questo particolare punto di vista. C’e` un’enorme differenza fra come si intendeva il calcio, sia in senso tecnico che, soprattutto, sociale, nei piu` semplici e nai?f anni Sessanta e come lo si vive oggi che sul campo hanno fatto irruzione l’Economia e la Tecnologia (televisione, moviola, Var), le divinita` dominanti della nostra societa` a cui tutto, a cominciare dall’uomo, viene dato in sacrificio. In "Storia reazionaria del calcio" Fini prosegue quindi, coadiuvato in questo caso da Giancarlo Padovan, notissimo giornalista sportivo, il suo filone antimodernista ed e` percio` un completamento della Modernita` di un antimoderno pubblicato da Marsilio nel 2016. Naturalmente questo discorso sostanzialmente filosofico passa qui, vista la materia che i due autori si sono scelti, anche per il racconto di partite, di gol, di azioni spettacolari, di giocatori, di uomini, di emozioni e di sentimenti, vissuti sul campo e fuori dal campo. Il libro dovrebbe appagare quindi anche le curiosita` e le rivalita`, che del calcio sono l’anima, dei tifosi oltre che di coloro che lo guardano da piu` lontano. Si tratta insomma di un libro per tutti e non solo per addetti ai lavori.
2,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Massimiliano

    03/06/2019 15:04:02

    Mi aspettavo qualcosa di diverso, profondamente diverso. Mi attendevo una dialettica polemica, un incontro-scontro di opinioni fra due giornalisti così diversi, ed invece non ho trovato niente di tutto questo. I capitoli scritti da Massimo Fini sarebbero forse più interessanti, ma redatti in modo caotico e con la voglia di colpire alla pancia ogni volta che viene messo un punto. Quelli di Padovan invece non sono altro che una 'auto-agiografia' piena di incenso sulla sua carriera di giornalista-allenatore. Alla fine di veramente interessante non si scorge niente o quasi.

  • User Icon

    n.d.

    28/05/2019 11:43:41

    bello-bello- mi aspettavo qualcosa sulle malefatte degli ultimi anni ma va bene cosi'. saluti

  • Massimo Fini Cover

    Massimo Fini, scrittore e giornalista, vive a Milano. E' autore di Il Conformista (Marsilio, 2008), e di due fortunate biografie storiche: Nerone. Duemila anni di calunnie (1993), Catilina. Ritratto di un uomo in rivolta (Mondadori, 1996). Per Marsilio ha pubblicato Dizionario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina (2000), Nietzsche. L'apolide dell'esistenza (2003), la trilogia di saggi storico-filosofici La Ragione aveva Torto? (1985, 2005), Elogio della guerra (1989, 2003), Il vizio oscuro dell'Occidente. Manifesto dell'Antimodernità (2002 e 2004), Sudditi. Manifesto contro la democrazia (2004), Il Ribelle. Dalla A alla Z (2006) e Ragazzo. Storia di una vecchiaia (2008), La modernità di un antimoderno (2016).Inoltre Fini è stato, a teatro, Cyrano. Contro... Approfondisci
Note legali