Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia - Pietro Grasso - copertina

Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia

Pietro Grasso

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Collana: Serie bianca
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 18 maggio 2017
Pagine: 234 p., Brossura
  • EAN: 9788807173240
Salvato in 53 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia

Pietro Grasso

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia

Pietro Grasso

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia

Pietro Grasso

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 9,18

€ 17,00

Punti Premium: 9

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 16,15 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un libro che non rinuncia all'emozione personale, ma vi affianca sempre l'analisi del magistrato e la prospettiva storica di chi ha molto riflettuto sul fenomeno mafioso.

"Caro Giovanni, scriverti non è facile, mettere ordine nei tanti pensieri e nelle innumerevoli cose che ho da dirti. C'è quel lieve imbarazzo tipico di quando due vecchi amici, abituati a condividere la quotidianità, fatta di cose grandi e piccole, si rincontrano dopo che per qualche anno si sono persi di vista: basta un saluto, uno sguardo, un abbraccio per ritrovare subito l'antica confidenza." Una lettera a Giovanni Falcone e una a Paolo Borsellino aprono e chiudono questo libro. L'album di una vita passata a lottare contro la mafia accanto ad amici carissimi, che sono anche simboli di impegno civile, e a contatto con boss sanguinari, che possono diventare preziosi collaboratori per la ricerca della verità. Venticinque anni dopo le stragi di Capaci e di via D'Amelio, Pietro Grasso - oggi presidente del Senato, allora magistrato in prima linea nella lotta alla mafia - torna a percorrere le strade di Palermo, l'aula del Maxiprocesso, le campagne rifugio dei latitanti e le tante, troppe scene del crimine in cui ha dovuto scorgere il cadavere di uomini dello Stato trucidati dalla mafia, di amici portati via troppo presto. La prefazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, conosciuto da Grasso durante le sue indagini sull'assassinio del fratello Piersanti, e ritrovato trentacinque anni dopo ai vertici delle istituzioni repubblicane, suggella questo libro, che non rinuncia all'emozione personale, ma vi affianca sempre l'analisi del magistrato e la prospettiva storica di chi ha molto riflettuto sul fenomeno mafioso.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,33
di 5
Totale 3
5
1
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maria Teresa

    10/12/2019 08:40:31

    Una narrazione personale, giuridica e sociale degli anni del Maxiprocesso con tutte le sue tristi “vittorie” e sconfitte e con tutti i protagonisti che, nelle loro vesti più diverse, ne hanno fatto parte. Anni difficili raccontati da chi la mafia l’ha combattuta in prima persona. Che possa, Pietro Grasso, trasmetterci i suoi grandi valori.

  • User Icon

    Lucia Barba

    18/02/2018 10:49:32

    Il libro di Grasso si basa su un robusto impianto narrativo focalizzato sul racconto di una vita complicata e drammatica a cui il protagonista oppone una solida razionalità, senso della misura, nessuna acredine o vis polemica.Un buon documento cui attingere per non dimenticare anni crudeli nella storia dell' Italia repubblicana.

  • User Icon

    Sergio

    24/05/2017 07:51:16

    Libro interessante e molto serio. Sicuramente alcuni episodi sono meno conosciuti, altri di più. Comunque un bell'affresco della situazione italiana di ieri e di oggi. E di bello, veramente, c'è ben poco: qualche protagonista coraggioso e indomito.

…c’è mai stato un processo da cui sia risultata l’esistenza di un’associazione criminale chiamata mafia cui attribuire con certezza il mandato e l’esecuzione di un delitto? È mai stato trovato un documento, una testimonianza, una prova qualsiasi che costituisca sicura relazione tra un fatto criminale e la cosiddetta mafia? - Sciascia, Il giorno della civetta


Che cosa ha significato dimostrare, per la prima volta e una volta per tutte, l’esistenza della mafia, quando sembrava che essa avrebbe sempre mantenuto, come nei romanzi di Sciascia, il suo aspetto mitico e inconoscibile? Cosa ha significato dimostrare all’Italia e al mondo intero, dando la caccia per quattordici anni al boss Bernardo Provenzano, il “fantasma”, che Cosa Nostra non è invincibile e può essere colpita sino al suo vertice?

Pietro Grasso, ex magistrato antimafia e dal 2013 Presidente del Senato, da protagonista degli eventi ci consegna in queste pagine - dense di fatti, ricordi, ritratti personali e intimi, ma anche documenti ufficiali - il racconto delle vicende giudiziarie e di cronaca che lo hanno visto protagonista dal 1980 ad oggi. Un libro che si legge come un’autobiografia in cui, a fianco alla ricostruzione storica di Cosa Nostra, scorre una ricca galleria di personaggi: Provenzano, Riina, Falcone, Borsellino, il generale Dalla Chiesa, don Pino Puglisi, Leonardo Sciascia, solo per citarne alcuni.

Quello che emerge da queste pagine è il resoconto di una battaglia estenuante, fatta di mosse ad un tempo prudenti e avventate. Una lotta contro le forze istintive e vendicatrici della mafia di Riina, contro le intelligenze inafferrabili e manovratrici della mafia di Provenzano, immersi in una “zona grigia” di relazioni pericolose. Una lotta in cui Grasso non è mai stato solo, ma circondato da persone eccezionali, eccezionali ma esposte a tal punto da diventare in breve tempo assenze, “sedie vuote”. A loro, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, il magistrato si rivolge direttamente con due lettere toccanti che da sole valgono la lettura del libro.

Alla fine sarà impossibile eliminare dalla mente il ricordo di alcuni fotogrammi della memoria: la cartolina di un tramonto ricevuta per posta come sinistro presagio di morte, la Coca-Cola corretta con il whisky di Falcone, la Volkswagen nera che a fari spenti percorre al contrario le vie della campagna palermitana, le serate danzanti in casa Borsellino. Tutti questi frammenti vengono a formare, in una narrazione serrata e illuminante, un capitolo imprescindibile della memoria collettiva, cui Pietro Grasso aggiunge il suo prezioso contributo.

Recensione di Mario Buatier

Alcune citazioni del libro.

Chi era veramente Bernardo Provenzano? Nella sentenza-ordinanza del primo Maxiprocesso a Cosa nostra, Provenzano viene descritto come “uno dei personaggi più sfuggenti e inafferrabili, oltre che uno dei più feroci e sanguinari, di Cosa nostra”. È stato presentato come il campione della strategia dell’invisibilità, dell’inabissamento e della gestione sottotono di Cosa nostra. In realtà rappresenta la destrezza della mafia di coniugare tradizione e innovazione, le regole formali dell’organizzazione con una concreta capacità di adattamento alle diverse situazioni che via via si presentano. Un fine stratega che, però, fin dalla prima gioventù, si è distinto anche per l’abilità nell’uso della violenza.

A questo punto non posso esimermi, per onestà intellettuale, dall’affrontare il passaggio più insidioso e doloroso nella memoria di tutti noi. Nonostante il tempo e gli stessi protagonisti si siano impegnati a chiarirne i contorni, le motivazioni, i sottotesti, gli obiettivi e le mistificazioni, ancora i contenuti di quell’articolo – intitolato dal Corriere della Sera “I professionisti dell’antimafia” – continuano a essere perennemente tirati da una parte e dall’altra e inseriti artatamente nel dibattito pubblico. Non ho evidenze statistiche, ma credo che sia una delle due prese di posizioni più a lungo e più spesso citate con malizia e malafede, condividendo questo triste primato con la poesia di Pier Paolo Pasolini sui fatti di Valle Giulia.

Caro Paolo,
quando penso a te, mi chiedo spesso: quanto sono lunghi cinquantasette giorni?
  • Pietro Grasso Cover

    Procuratore nazionale antimafia, subentrato nel 2005 a Pier Luigi Vigna. Di origine palermitana, inizia il suo cursus honorem entrando in magistratura nel 1969, a Barrafranca. Verso la metà degli anni settanta comincia a indagare sulla pubblica amministrazione e sulla criminalità organizzata. Viene nominato titolare dell’inchiesta sull’omicidio del presidente della regione Sicilia, Piersanti Mattarella. Giudice a latere nel primo maxiprocesso a Cosa nostra del 1984. Consulente della commissione antimafia, diventa in seguito Procuratore della repubblica di Palermo.Con Feltrinelli pubblica nel 2008 Pizzini, veleni e cicoria, analisi del fenomeno mafioso ai tempi di Bernardo Provenzano (alla cui cattura ha contribuito in modo determinante).Successivamente scrive, assieme... Approfondisci
Note legali