Traduttore: M. Maggiani
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1997
Pagine: 208 p.
  • EAN: 9788806140045
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,66

€ 11,36

Risparmi € 1,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    andrea88

    19/12/2009 14:59:29

    In questo libro Jack racconta fedelmente la sua esperienza di vagabondaggio in giro per gli Stati Uniti a soli 18. Viaggiando su treni merci, frequentando altri vagabondi e diseredati della società, vivendo in prima persona l'esperienza della prigione. Tutte esperienze che lo hanno portato a criticare e denunciare duramente la società americana. Denunce che ancora oggi sono attualissime. Forse è proprio per questo che si preferisce o si vuole che sia ricordato come lo scrittore per raggazzi di "Zanna bianca" e il "Richiamo della foresta". Grande JACK

  • User Icon

    Davide Sapienza

    23/11/2007 08:44:57

    Il libro, come dice Maggiani, ha ben più valore letterario e contenutistico di On The Road di Kerouac e merita il massimo dei voti. Che sia meno conosciuto, é colpa di una certa cultura che in Italia ha fatto diventare la beat generation qualcosa di troppo grande rispetto ai suoi effettivi meriti letterari. Lo dice uno che ha letto Kerouac a 15 anni - tutto. London ha anche precorso la sensibilità del rock di molti cantautori e autori: sia nello stile di vita ("mi piace, lo faccio") che nella poetica febbrile scelta di vivere ogni minuto come se fosse l'ultimo. La cosa incomprensibile di questa edizione é la scelta, rispetto all'originale, di mettere il primo capitolo alla fine, e l'ultimo all'inizio. Avendo curato, studiato, tradotto (e traducendo) molto London, scopro ogni giorno che accadono cose davvero strane, nelle edizioni italiane. Invito gli amanti del grande e inarrivabile London a cercare i testi in inglese e confrontarli. Comunque, LA STRADA rimane un grande libro, intenso e importante. London , é la sorgente del '900 americano, anche se spesso piace non ricordarlo per la vastità della sua opera che richiede una vita per essere conosciuta e assorbita, essendo più comodo giudicarlo con superficialità come ha sempre fatto gran parte del mondo della critica e dell'accademia, con alcune eccezioni notevoli (Mario Maffi su tutti).

Scrivi una recensione