La strega. I delitti di Fjällbacka. Vol. 10 - Camilla Läckberg,Alessandro Borini,Laura Cangemi,Valeria Gorla - ebook

La strega. I delitti di Fjällbacka. Vol. 10

Camilla Läckberg

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 3,07 MB
Pagine della versione a stampa: 688 p.
  • EAN: 9788831741521
Salvato in 42 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La decima indagine di Erica Falck e Patrik Hedström. Marie Wall, celebrata star di Hollywood, e` tornata a Fjällbacka per le riprese di un film su Ingrid Bergman di cui e` la protagonista, e in paese non si parla d’altro. Trent’anni prima, quando era ancora una ragazzina, Marie e la sua amica del cuore erano state accusate di aver ucciso la piccola Stella, una bambina di appena quattro anni, la cui morte aveva profondamente scosso l’intera comunita`. Quando alle porte di Fjällbacka, dove ora riecheggiano i suoni dell’estate, un’altra bambina scompare misteriosamente nelle stesse circostanze, il ricordo di quei drammatici eventi riaffiora con forza. Puo` davvero essere una coincidenza? Per capire se esiste un collegamento tra passato e presente, Patrik Hedström e la sua squadra devono disseppellire verita` taciute per lunghi anni. Ed Erica, che al caso Stella lavora gia` da un po’, ha intenzione di fare di tutto per aiutare la polizia, mettendo a disposizione la sua principale abilita`: quella di scavare a fondo nei vecchi casi di omicidio, cercando di scoprire che cos’e` realmente accaduto e, soprattutto, perche?. Intanto, intorno a loro cresce la paura, paura dell’ignoto e del diverso, che esaspera il clima di sospetto e alimenta un odio che arde come fuoco. In una rinnovata caccia alle streghe, quella stessa terra che secoli prima era stata illuminata da innumerevoli roghi, innalzati in nome di una folle lotta contro il demonio, minaccia di bruciare ancora, e di perdersi in un’immensa oscurita`.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,78
di 5
Totale 38
5
10
4
16
3
7
2
4
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giulia

    20/09/2019 15:04:09

    i gialli non sono il mio pane quotidiano, solo qualcuno, con moderazione, d'estate. Libro per le vacanze, poco impegnativo.

  • User Icon

    Sabrina

    29/05/2019 08:10:40

    Camilla non tradisce. Mai. Una delle principali esponenti del giallo nordico, ammorbidisce i tratti troppo tipici della scrittura che viene dal freddo (che, nel caso di altri autori, può risultare vagamente destabilizzante agli occhi del lettore mediterraneo) e ci regala un'altra piccola grande storia che tiene incollati alle pagine dall'inizio alla fine. La Strega è un ineluttabile intreccio di presente e passato, che scava tra le radici del male di oggi e le leggende di un male più antico. Godibilissima lettura, di evasione ma ben strutturata e ben scritta.

  • User Icon

    Martina

    12/03/2019 15:53:48

    Da fan di Camilla Läckberg aspetto ogni anno con ansia il nuovo libro. Mi appassiona il genere e il suo modo di scrivere e naturalmente le vicende di Patrick, Erica e tutta la famiglia che fanno da fil rouge della serie, iniziata con "La principessa di ghiaccio". Questa volta il classico tuffo nel passato è un pochino forzato, ma la trama è comunque intrigante e riesce a tenere il lettore con il fiato sospeso. E come ogni volta restiamo ad aspettare la prossima pubblicazione.

  • User Icon

    SerenaM

    11/03/2019 11:29:02

    Il libro è scorrevole e ben scritto, i temi che fanno da contorno al giallo sono attuali e per me interessanti. Non ho per niente apprezzato i capitoli ambientati al passato. La soluzione del delitto, purtroppo, non è così brillante nè inaspettata.

  • User Icon

    Matteo

    07/03/2019 11:43:50

    Questo è il primo Romanzo di Camilla Lackberg che lessi ed ai tempi era l'ultimo, trovato a dire poco stupendo come descrittiva in todo. Romanzo grazie al quale ho acquistato tutta la serie in meno di un anno. La Lackberg anche con questo Romanzo riesce a tenerti con il fiato sospeso ed incollato fino all' ultima pagina. Consiglio.

  • User Icon

    paola

    18/09/2018 18:07:49

    libro bellissimo , si rimane con il fiato sospeso fino alla fine...descrizione dei luoghi in modo stupendo ...rimane sempre una autrice da me molto preferita

  • User Icon

    Agostino G.

    30/07/2018 07:05:31

    Una scrittura fantastica, storie che si intrecciano con la consueta fluidità di questa scrittrice ormai affermata. Consigliatissimo.

  • User Icon

    ST360

    02/06/2018 20:01:27

    Il nuovo libro della Läckberg non è il migliore che abbia letto di questa autrice. Purtroppo è intriso di troppi aspetti che lo rendono un minestrone. Peccato.

  • User Icon

    Floriano

    19/05/2018 05:57:01

    Un altro piccolo gioiello della lackberg, non scontato e non stancante Le quasi 700 pagine avvolgono, riempiono l attesa dell' evoluzione della storia e non deludono Aspetto la prossima tappa

  • User Icon

    Ines

    16/04/2018 06:31:22

    Era la prima volta che leggevo un libro di Läckberg e che dire?Stupendo! Attenta ai minimi particolari,scene descritte così dettagliatamente che ti sembra vederle in un film,linguaggio semplice e scorrevole.Lei descrive scene della vita quotidiana e poi subito si butta alle scene quasi horror con una grande maestria.I personaggi sono tanti e ti sembra di conoscerli,sono presi nella vita quotidiana e nel lavoro.Poi la storia,molto intrigante, tiene con il fiato sospeso fino alla fine.La scelta di raccontare due storie parallele nel tempo dà al libro una marcia in più.Thriller degno di essere letto!

  • User Icon

    Marco

    16/02/2018 08:08:01

    La produzione di testi del genere “giallo” nordico , orami , negli ultimi 15 anni procede a ritmi da catena di montaggio anni 60 … ma non sempre le ciambelle escono col buco ! Questo libro è un piacevole rappresentante di quest’ultima categoria. Per carità, testo scorrevole, narrazione articolata , un arcobaleno di soggetti , molte dei quali, di puro contorno o forzatamente rilevanti , flash back e contesti paralleli . Insomma Camilla Läckberg ci propone un ottimo melting pot … ma la domanda post lettura che sovviene spontanea … mutuando lo slang di un noto ex magistrato … è … “ma la strega che ci azzecca !? “

  • User Icon

    Giorgio g

    09/01/2018 13:37:24

    Quasi settecento pagine per un delitto, anzi per due, mi sembrano tante, troppe, anche se i piani temporali sono più di uno: nel diciassettesimo secolo, trent'anni fa e nel presente. Un altro appunto: i personaggi sono tanti, il che, specialmente all'inizio del libro, fa perdere l'orientamento al lettore. Poi, non si capisce cosa c'entri la storia della "strega" Elon Jonsdotter con il resto della narrazione. Il libro si pone anche il problema dell'integrazione dei profughi dai paesi dove ci sono guerre, motivo in più per leggerlo e trarne ammaestramento.

  • User Icon

    susanna bottini

    19/12/2017 14:26:49

    Ho letto tutti i precedenti libri editi in Italia della Lackberg. Anche questo non si discosta tanto dal solito: un discreto prodotto. Prodotto, non libro inteso come opera letteraria, la Lackberg ormai è una efficiente macchina da soldi e scrive per questo, assistita sicuramente da un nutrito staff di collaboratori, non me la vedo che si ritira come faceva Simenon in qualche angolo tranquillo e poi dà seguito alla sua vena artistica. Lo dimostra il finale dl volume, che si chiude proprio come una puntata di uno sceneggiato, dando appuntamento al lettore alla prossima uscita. Il romanzo come al solito contiene almeno 200 pagine inutili, dedicate alle solite manine e testoline di bambini, ciambelline, fiumi di caffé e vino consumati dai vari protagonisti dell'affollatissimo palcoscenico. Inoltre, come sempre, la Lackberg non ci fa mancare storie di omosessualità femminili e maschili, famiglie allargate al limite dell'inverosimile, con intrighi di figli di primo , secondo o terzo letto, fratellastri , suocere, talmente spaventosi da non capirci niente. In questo caso, poi, dà uno sguardo anche agli immigrati siriani, dando comunque del fenomeno un quadro nel complesso obiettivo e non troppo politically correct. Interessante invece la vicenda, inserita ogni due o tre capitoli, della vicenda storica del 1672, dramma che pare realmente accaduto, e il cui nesso con la trama gialla viene spiegato solo alla fine. Insomma, aspettiamo il prossimo libro, senza entusiasmi, ma nemmeno troppa negatività.

  • User Icon

    Isa

    12/11/2017 15:04:47

    "La compassione per il ragazzo vestito di nero che non aveva avuto l'infanzia che si meritava le straziava il petto. Si domandò come l'avrebbe condizionato. Che uomo sarebbe diventato da adulto. E in cuor suo sperò che il dolore che si percepiva in lui non lo portasse sulla via sbagliata. Che qualcuno lo agguantasse a meta' strada e colmasse i buchi creati dal passato."

  • User Icon

    Cecilia

    21/10/2017 12:38:11

    E' il primo libro che ho letto della Lackberg e l'ho assolutamente amato tanto da cercare poi altri suoi libri da divorare. La cosa che più mi affascina del suo modo di scrivere è la marea di personaggi che inserisce nelle storie e il fatto di come si inizi il libro facendo fatica a seguirli tutti, ma lo si finisca conoscendo ogni minimo dettaglio della vita di ognuno e come ci si affezioni a tutti essi. Consigliato!!

  • User Icon

    Caterina 55

    07/10/2017 22:33:20

    Mi è piaciuto moltissimo, anche se fatico ad affezionarmi alla coppia che fa da filo conduttore a questa serie di romanzi,solo per questo non do il massimo, ma la vicenda è davvero intrigante. Consigliato!!!

  • User Icon

    Roberto

    04/10/2017 09:16:05

    E’, questo, il primo libro della Läckberg che leggo ed è, sicuramente, anche l’ultimo. Un tragico fatto dell’oggi che, in maniera poco credibile, si tenta di collegare ad uno simile di trent’anni prima. Un’altra storia di fatti accaduti trecento e più anni prima (quasi novanta pagine, che, però, danno il titolo al libro!) infilata a spezzoni nella storia, chiamiamola “principale”, alla quale essa potrebbe (?) essere collegata (l’inconsistente spiegazione di tale presunto collegamento viene data a libro finito, praticamente un fuori testo). Una miriade di personaggi poco o niente significativi dei quali, però, si sprecano dettagli altrettanto poco o niente significativi. Assolutamente privi di spessore quelli che dovrebbero essere i due principali personaggi, Erika e Patrik. Una scrittura complessivamente lenta e farraginosa. Qualche altro recensore ha quantificato in almeno duecento le pagine sostanzialmente inutili. Personalmente ritengo che questo numero potrebbe, senza alcuna difficoltà, essere aumentato. Concludo dicendo che mi sono del tutto incomprensibili i motivi del successo internazionale di questa scrittrice

  • User Icon

    Daniele

    03/10/2017 12:11:24

    È il primo libro che leggo della Läckberg e devo dire che mi è piaciuto molto. Concordo che alcuni fatti sono in qualche modo estranei alla vicenda centrale,però mi è piaciuto comunque sia il tema trattato che la narrazione. Ne leggerò sicuramente un altro fra quelli pubblicati.

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    03/10/2017 08:59:28

    Romanzo molto bello, ben costruito e facile da leggere. Si, alcune pagine potevano essere eliminate ma è sempre così piacevole leggere la Lackberg che ci stanno! L'argomento per quanto concerne i rifugiati è di stretta attualità ed i problemi non sono dissimili dai nostri, anche nella liberissima Svezia. Consigliato

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    30/09/2017 16:00:52

    Camilla Lackberg resta l’indiscussa regina del giallo europeo e questo suo nuovo romanzo si rivela ulteriore conferma del suo talento. Un giallo molto coinvolgente in quanto ben costruito, garanzia di tensione e suspence, dalla trama feroce e con una galleria di personaggi credibili ed efficaci ma anche capace di svelare una straziante tenerezza. La scrittrice con questa nuova storia conduce oltre la trama del giallo ed ha l’abilità di portare all’attenzione del lettore temi di grandissima attualità: la condizione, spesso tormentata, dei giovanissimi, il tema spinosissimo dell’immigrazione ed ancora di più dell’integrazione dei migranti perfino in un paese “progressista” come la Svezia.Molto efficaci i flash back tra il presente ed il passato;il ventunesimo ed il diciassettesimo secolo che generano ed annodano la storia di una conturbante maledizione che non avrà né vinti né vincitori.

Vedi tutte le 38 recensioni cliente
  • Camilla Läckberg Cover

    Jean Edith Camilla Läckberg Eriksson è cresciuta a Fjällbacka, un paese sulla costa ovest della Svezia dove ambienta preferibilmente le sue storie e dove visse anche Ingrid Bergman. Prima di diventare una delle più celebri e vendute autrici di polizieschi della Svezia, ha lavorato per diversi anni nel marketing. Oggi, madre di due figli, vive a Stoccolma dove continua a scrivere la sua fortunata serie tradotta in moltissimi paesi, che ha venduto finora nel mondo più di sei milioni di copie. Dal primo episodio della serie (La principessa di ghiaccio, scritto nel 2002 ed edito in Italia da Marsilio nel 2010), vincitore in Francia del Grand Prix de Littérature Policière, viene realizzato un film, il primo di una serie di successo in Svezia.Tra gli... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali