Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Sulla traccia di Nives - Erri De Luca - copertina

Sulla traccia di Nives

Erri De Luca

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 31 ottobre 2006
Pagine: 117 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804561835
Salvato in 17 liste dei desideri

€ 9,00

Venduto e spedito da Libreria Max 88

Solo una copia disponibile

+ 3,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 4,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nives Meroi è un'alpinista che ha cominciato una gara appassionante: in competizione con una spagnola, vorrebbe diventare la prima donna a conquistare tutti e quattordici gli Ottomila del mondo. Nives scala con suo marito e con un giovane fotografo, senza portatori d'alta quota, senza usare ossigeno. Il loro rapporto con la montagna è di assoluta purezza. Erri De Luca, anch'egli arrampicatore appassionato, è amico di Nives e la segue da tempo nelle sue imprese. Fin dove può. Sotto la tenda, durante una tempesta, Erri e Nives parlano. Della montagna, della sfida, della fatica, della vita. Fotografie di Veronica Citi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,17
di 5
Totale 6
5
3
4
2
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ALESSIO

    13/09/2011 15:30:55

    voto scontato per chi ama la montagna e il pericolo come me. ma questo libro va oltre l'avventura. è un viaggio che dalla superficie della roccia e della pelle scivola nelle viscere dei popoli e della terra attraverso l'amore per la lingua, per la scrittura. un capolavoro di poesia in certi passaggi, arricchito da foto che tolgono il fiato. non occorre essere dei "visionari sempre pronti a sbandare" per apprezzarne la fattura. è sufficiente collegare la testa al cuore... potrei scrivere un libro su questo libro.. tuttavia mi limito a dire che il capitolo "Ammore" contiene la più bella definizione di amore che abbia mai scoperto. grazie erri

  • User Icon

    francesco

    27/02/2008 17:59:54

    la fantasia di Erri De Luca che si scontra, in alcuni passaggi, con la concretezza spigolosa di Nives Meroi. Dialoghi e riflessioni in alta quota, riportati con la poesia di uno scrittore le cui storie scendono a sfiorare l'anima. La stessa poesia che ho trovato in tutti i suoi libri.In questo caso anche per chi non è uno specialista di strapiombi e appassionato alpinista come lui.francesco

  • User Icon

    yareah

    31/01/2008 11:33:26

    Intrigante e bellissimo! Ha la capacita' di portarti lontano e al tempo stesso di farti fermare a riflettere. Pensieri semplici e grandi messi in risalto dall'immediatezza poetica che De Luca ha nella scrittura e dalla concretezza, spicciola, femminile e un poco "spigolosa", della Meroi. Si fa perdonare qualche passaggio un po' troppo lungo o dispersivo.

  • User Icon

    Giovanni B.

    19/12/2007 22:09:19

    Il libro è una lunga chiacchierata sulla montagna, ma anche su altri aspetti della vita dei due dialoganti: emozioni, esperienze, filosofie, ecc. NON bisogna aspettarsi un libro con trama o avventure..ma "solo" un libro che può (tras)portare il lettore in posti e pensieri lontani..oppure annoiarlo a morte..dipende dal lettore!

  • User Icon

    fran

    27/05/2007 14:21:58

    fastidioso, iritante, retorico, autoreferenziale. Di Nives in questo libro ce ne trovo poca, e trovo anche poca sostanza: Erri si guarda scrivere e si piace molto. Mi e' quasi parso di trovare la concreta Meroi d'accordo con me, quando gli dice: "te ne inventi di cose." Non gli do il voto piu' basso perche' ogni tanto qualcosa di bello l'ho trovato: le citazioni dall'antico testamento. Ovvero, quello che non ha scritto lui. Peccato.

  • User Icon

    marco

    20/04/2007 13:36:55

    Grande libro, vale veramente la pena leggerlo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Erri De Luca Cover

    Diciottenne, vive in prima persona la stagione del '68 ed entra nel gruppo extraparlamentare Lotta Continua. Poi sceglie di esercitare diversi mestieri manuali in Africa, Francia, Italia: camionista, operaio, muratore. Studia da autodidatta l'ebraico e traduce alcuni libri della Bibbia. È opinionista de «il Manifesto».Ha pubblicato con Feltrinelli: Non ora, non qui (1989), Una nuvola come tappeto (1991), Aceto, arcobaleno (1992), In alto a sinistra (1994), Alzaia (1997), Tu, mio (1998), Tre cavalli (1999), Montedidio (2001), Il contrario di uno (2003), Mestieri all’aria aperta. Pastori e pescatori nell’Antico e nel Nuovo Testamento (con Gennaro Matino, 2004), Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo (2005), In nome della madre (2006), Almeno 5 (con Gennaro... Approfondisci
Note legali