Editore: Mondadori
Collana: Lo specchio
Anno edizione: 1997
Pagine: 200 p.
  • EAN: 9788804436225
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,00

€ 16,00

Risparmi € 4,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paolo losasso

    29/05/2004 13:42:20

    Chi ha letto il libro di poesia "Teatro Naturale" di Giampiero Neri, avrà colto la straordinaria suggestione di quest'opera. Grande ammiratore di Dino Campana, in possesso di una cultura varia che va da quella scientifica e per così dire naturalistica, fino a contemplare un ampio ventaglio difficile da classificare per la sua portata che abbraccia anche molti scrittori di narrativa, Neri ha sviluppato, sin dai felicissimi esordi, uno stile personalissimo in cui la nitidezza delle immagini si sposa talvolta ad un enigmatico significato. Potrebbe sembrare una contraddizione in termini se non fosse che questo enunciato si sostanzi e si attui nell'offrire al lettore diverse chiavi di interpretazione delle sue liriche arricchite e impreziosite dai possibili sviluppi che certe relazioni verbali suscitano.Uno spazio importante nel libro è dedicato al mondo degli animali, che diventano, con un candore disarmante e al contempo spietato, allegoria di quel teatro naturale, di cui il Male è una parte inevitabile e atroce, di fronte alla quale l'uomo non può fare altro che alzare degli argini, cercando di contenerne gli effetti.Altro aspetto non secondario è rappresentato dall'ironia apparentemente innoqua ed epidermica, in realtà profonda, ricca di acume caustico, dosato per far emergere e mostrare - con un senso di amara, esatta constatazione - dietro la patina del ridicolo, la verità ultima delle cose. Non sfuggono al poeta le sfumature, i piccoli particolari che per un soggetto sensibile, ricettivo, che ha quindi la capacità di decodificarli e di interpretarli, vanno ad occupare un posto di primo piano accanto alle eventuali e possibili tristi esperienze della vita. La grandezza di Neri non è solo nell'estro disinvolto attraverso il quale si confronta con un mondo intricato e difficile, ma nel rendere infine tutto questo con tale pulizia, con tale precisione da farlo apparire plausibile e necessario.Molto intensa la poesia in cui l'autore descrive una lumaca che "presa fra i sassi dove si nasconde fa udire un breve suono;

Scrivi una recensione