copertina

Il tempo degli stregoni. 1919-1929. Le vite straordinarie di quattro filosofi e l'ultima rivoluzione del pensiero

Wolfram Eilenberger

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Flavio Cuniberto
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: maggio 2020
Pagine: 432 p.
  • EAN: 9788807893872

€ 13,30

In uscita da: maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Siamo nel 1919. La prima guerra mondiale è finita da poco. "Il dottor Benjamin fugge dalla casa di suo padre, il luogotenente Wittgenstein commette un suicidio finanziario, il libero docente Heidegger perde la fede e monsieur Cassirer lavora sul tram alla propria illuminazione." Comincia un decennio di eccezionale creatività, che cambierà per sempre il corso delle idee in Europa e senza il quale alcuni pensieri non sarebbero mai stati pensati. Wolfram Eilenberger mette in scena l'esplosione del pensiero, sullo sfondo di una Germania divisa tra l'esuberanza e la voglia di vivere del dopoguerra e l'abisso della crisi economica, tra la lussuria delle notti berlinesi e i complotti reazionari della Repubblica di Weimar, mentre il nazionalsocialismo si trasforma velocemente in una minaccia. I quattro protagonisti di questi anni decisivi sono giganti di ogni tempo. E le loro vite straordinarie si intrecciano nella necessità di rispondere alla domanda che ha orientato nei secoli la storia del pensiero: che cos'è l'uomo? Una domanda che si fa più urgente che mai nell'ombra di una guerra devastante appena conclusa e di un'altra catastrofe che si annuncia all'orizzonte. Con grande abilità narrativa, Eilenberger mostra che la vita quotidiana e i dilemmi della metafisica fanno parte della stessa storia. E racconta la più grande rivoluzione del pensiero occidentale attraverso i suoi quattro protagonisti assoluti, ciascuno con il proprio sguardo penetrante e il proprio modo di concepire la vita, il linguaggio, il tempo e il mito.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 6
5
4
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    goldrake

    09/03/2020 08:16:11

    Comprendo che per chi vive di questa materia il libro possa risultare superficiale, ma per quanti come il sottoscritto la frequentano saltuariamente, risulta una piacevolissima lettura, capace di far comprendere, o forse anche solo intuire i punti d'attrito, le intuizioni e i fondamenti del ragionare di quattro uomini d'assoluta intelligenza. Forse poco per gli addetti ai lavori, ma tantissimo per i comuni lettori. Il libro è accessibile a tutti, ma non è mai banale o banalizzante, e di questo va reso grande merito all'autore.

  • User Icon

    gianni

    16/03/2019 23:08:53

    Brani della biografia di quattro grandi filosofi, inframezzati dall'esposizione, forse un po' troppo "easy", del loro pensiero. Il tutto sullo sfondo dell'epoca di Weimar, uno sfavillante Titanic votato al disastro. L'autore è bravo nel montaggio, vede qualche singolare convergenza, ma il tutto, pur essendo piacevole, manca un po' di profondità.

  • User Icon

    Simone Fontana

    31/10/2018 14:26:51

    Opera da imitare. Non è solo un testo introduttivo alla filosofia del '900, ma è un tentativo di narrare la filosofia, di rendere romanzo le vite e le opere dei quattro "stregoni". Il tentativo è riuscito; e tuttavia, non mi sento di consigliarlo ai veterani della materia trattata.

  • User Icon

    Alessia Dodici

    18/09/2018 20:33:14

    Era tempo che volevo avvicinarmi alla filosofia del 900 ma mi sono spesso imbattuta in volumi specialistici o troppo semplicistici che mi avevano scoraggiata. Non è andata così con "Il tempo degli stregoni". Il libro è scritto in maniera così fluida che mi è sembrato di star leggendo un romanzo alla portata di chiunque non disponga di strumenti specifici per l'analisi filosofica. Ciononostante, a lettura ultimata ho constatato con gioia di aver appreso più di quanto potessi immaginare circa la vita e l'opera di Heidegger, Benjamin, Cassirer e Wittgenstein. Li ho sentiti vicini, come i miei eroi preferiti di un romanzo. Mi sono spesso fermata a riflettere sugli innumerevoli spunti che l'autore offre citando le loro opere più importanti ed aneddoti significativi della loro vita privata, così singolarmente intrecciata al percorso filosofico di ciascuno. Ho trovato inoltre estremamente stimolanti le contestualizzazioni storiche che arricchiscono la polifonica trama del libro senza appesantirla, rendendo anzi più chiare le radici di specifiche correnti di pensiero.

  • User Icon

    Nasten'ka Margot

    01/09/2018 14:03:50

    Probabilmente, nonostante la chiarezza lessicale e lo stile "amichevole", non si tratta di un libro alla portata di ogni "tipologia" di lettore, però proprio questa caratteristica è stata per me un enorme pregio, perché mi ha reso possibile apprezzare pienamente i personaggi senza veder liquidati velocemente o in modo banalizzante i concetti filosofici nella loro evoluzione ed intreccio. La scelta dei quattro protagonisti è stata secondo me di altissime pretese visto ciò che questi nomi han lasciato e per come ho vissuto io questa lettura mi sento di dire che è stato un azzardo riuscito alla fine davvero bene. Mi ha lasciato un forte senso di gratitudine e tantissima voglia di scavare ancora e ancora, di approfondire, e credo che un libro che sceglie di raccontare il percorso di non una bensì quattro figure di questo genere voglia puntare anche a lasciare questo tipo di bisogno intimo alla fine.

  • User Icon

    enrico

    16/08/2018 08:23:22

    testo molto ambizioso che vorrebbe essere una summa biografica e concettuale delle vita e delle opere di quattro grandi pensatori tedeschi della prima meta' del secolo scorso : Cassirer,Wittgestein,Heidegger e Benjamin. Intento sicuramente lodevole,ma secondo me,lettore "non addetto ai lavori",ma solo interessato alla filosofia ,riuscito solo in parte. Se la parte biografica e la descrizione del particolare contesto storico (il periodo tra le due Guerre, Weimar, i moti rivoluzionari, l'alba del nazismo) mi sono sembrate buone, l'inquadramento e l'illustrazione del pensiero dei quattro, non certo tra i piu' "popolari e conosciuti"negli ambienti non specialistici, peccano spesso di eccessiva verbosita'ed altrettanto spesso di eccessiva tortuosita' anche linguistica (parlo sempre da "non addetto ai lavori"...). In buona sostanza, se l'intento dell'autore era quello di una divulgazione ,seppure di alto livello, non mi pare che ci sia riuscito a dovere. Certo ,alla fine, un lettore di buona-elevata cultura, ha probabilmente compreso il messaggio generale e come questo abbia potuto impattare pesantemente con una effettiva "rivoluzione del pensiero" come si dice in copertina, ma ho ragione di credere che non si sia potuto spingere molto oltre,se non con enorme sforzo. Consiglierei all'autore , senza voler essere pretenzioso ed arrogante, ma facendo solo la parte dello "spettatore",di leggersi un po' di Steven Nadler e del suo amato Spinoza, per apprendere come sia possibile fare della divulgazione ad alto livello e riuscire a farsi comprendere da molti e non dai soliti pochi eletti.D'altro canto, non era proprio Wittgestein che sosteneva che chi ha le idee chiare dovrebbe essere in grado di esprimerle chiaramente (spero di non aver ricordato male....) Inevitabile,in conclusione, il plauso un po' ironico alla casa editrice (che per altro amo molto) che e' riuscita a piazzare questo libro tra i best-sellers......si attendono notizie sul numero effettivo dei lettori.......

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Wolfram Eilenberger Cover

    Wolfram Eilenberger (Friburgo 1972) ha studiato Filosofia, Psicologia e Filologia romanza tra Heidelberg, Berlino, Zurigo e Turku, in Finlandia. Ha insegnato presso l’Università di Toronto, dell’Indiana e l’Universität der Künste di Berlino. In Germania ha fondato “Philosophie Magazin”, tra le più importanti riviste di filosofia. È autore di numerosi libri, tradotti in diverse lingue. Vive tra Berlino e Copenaghen. Feltrinelli ha pubblicato Il tempo degli stregoni. Quattro vite straordinarie e l'ultima rivoluzione del pensiero (1919-1929) (2018). Approfondisci
Note legali