Categorie

Bernard Cornwell

Traduttore: D. Cerutti Pini
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2002
Pagine: 450 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830419773

Territorio nemico fa parte della fortunata serie di romanzi di Bernard Cornwell che hanno per protagonista il soldato Richard Sharpe, instancabile e coraggioso sergente dell'esercito del futuro duca di Wellington, Sir Arthur Wellesley. Dei diciotto libri della serie pubblicati in Inghilterra, Territorio nemico è il terzo volume edito in Italia dopo I fucilieri di Sharpe e La sfida della tigre.
Lasciate momentaneamente da parte le guerre condotte contro l'esercito napoleonico in Europa, così bene narrate nelle avventure precedenti, Cornwell ambienta questo nuovo romanzo nelle ricche terre dell'India occidentale. Siamo nel 1803 e l'esercito britannico, appoggiato anche dalla Compagnia delle Indie Orientali, sta via via conquistando nuovi territori, ma la Confederazione degli Stati maratti (una lega costituitasi fra i rajah di quelle terre) è determinata a resistere all'invasione. Nel disastroso scontro per la conquista della città di Ahmadnagar, l'esercito britannico vede la decimazione delle sue forze, anche a causa del tradimento di uno dei suoi uomini più strategici, il maggiore William Dodd, unitosi alle forze nemiche. Tra i pochissimi soldati inglesi sopravvissuti all'ecatombe c'è il giovane sergente Richard Sharpe, il solo in grado di riconoscere il traditore della patria. Durante una sua visita diplomatica al comandante dei maratti, l'integrità morale del sergente Sharpe viene messa a dura prova dall'appetibile offerta fattagli dallo stesso comandante: diventare tenente nell'esercito nemico o rimanere leale verso il suo esercito e l'amico McCandless in difficoltà? Le sorti del giovane soldato e l'intera guerra si decideranno nella battaglia di Assaye, dove gli inglesi dovranno affrontare l'esercito dei maratti in un epico scontro senza risparmio di colpi.
Battaglie leggendarie, duelli corpo a corpo, colpi di scena imprevisti, tradimenti, tutti gli elementi che contribuiscono a creare il genere del romanzo storico sono presenti in questo appassionante libro, che non tralascia la puntuale e dettagliata ricostruzione dello scenario storico di quel tempo. Bernard Cornwell ha scritto in venticinque anni di intensa attività molti romanzi a cui si dedica con grande impegno, così come si legge da una sua intervista: "scrive perché gli piace, ma soprattutto scrive per vivere e per guadagnare. è un lavoro a cui si dedica con il medesimo impegno e determinazione con cui altri affrontano la giornata d'ufficio. E si diverte molto, intrattenendo piacevolmente i lettori."

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Phil

    26/07/2005 13.42.16

    Secondo me nettamente al di sotto della Sfida della tigre, finora il migliore della saga. Ritmo un più lento e meno azione, resta comunque un libro interessante anche perchè l'assedio di Assaye non è molto conosciuto. Promozione a sottotenente di Sharpe strameritata!

  • User Icon

    Marcos

    26/05/2005 09.40.52

    Andrò leggermente fuori dalle righe, ma di tutta la saga finora pubblicata, questo è quello che mi è piaciuto meno.... meno per modo di dire, perchè è sempre un entusiasmante viaggio in un epoca travagliata ma eccitante. Cavolo mi associo alla richiesta alla Longanesi di aumentare le pubblicazioni!!!!!! Avete provato ad effettuare una ricerca di Cornwell Bernard nella sezione Books?

  • User Icon

    guido

    26/03/2005 13.42.16

    un libro bellissimo vai bernard continua così i tuoi libri e in particolare questa serie sono davvero affascinanti

  • User Icon

    Giulio da Napoli

    29/11/2004 23.09.03

    azioni incalzanti, colpi di scena,battaglie..ti fa entrare nel vivo della storia..stupendo..ho letto tutti i suoi libri usciti in italiano fino ad ora,ma mi chiedo quanto dovrò attendere per leggere i restanti della saga "Richard Sharpe" (ben 18 sono in totale!).Consiglio vivamente la sua lettura a tutti,in particolare agli amanti della storia..

  • User Icon

    Massimo

    03/09/2003 17.18.08

    Un grande libro, come del resto gli altri tre... è davvero un grandissimo scrittore... ma verranno pubblicati gli altri libri prima o poi? se no, cosa leggo ora!!

  • User Icon

    gianluca72

    01/04/2003 13.22.42

    Sono d'accordo con l'amico Crippa ,bisogna aumentare la pubblicazione (cavoli 3 libri in 4 anni un po' tantini visto che sono 20).Comunque è un libro eccezzionale per chi ama Benard Cornwell

  • User Icon

    ivan

    22/03/2003 10.01.03

    bellissimo,mi fischiano ancora le orecchie per il bombardamento dei cannoni,vai bernard continua cosi'

  • User Icon

    roberto

    17/01/2003 21.31.40

    D'accordo con voi..peccato proprio che molti altri libri non siano tradotti

  • User Icon

    antonio

    08/11/2002 01.08.45

    un autore secondo solo a zio wilbur! Un libro visivo, un personaggio che è un eroe, più moderno degli eroi più moderni e umanissimo, anche troppo!! Speriamo di poter godere presto della ventina di volumi della saga di Sharpe (ancora in progress!!!!!!!!!!!)

  • User Icon

    Alberto

    29/08/2002 23.34.48

    Richard sharpe è l'ultimo grande eroe

  • User Icon

    Giunio Bruto Crippa

    25/06/2002 15.08.15

    Ho iniziato a leggere i libri di Sharpe dal primo "I fucilieri di Sharpe" uscito nel 2000 da Longanesi, spinto dalla mia passione per la storia napoleonica e dalla lettura della saga di Aubrey/Maturin di O'Brian e di quella di Hornblower di Forester. Apprezzo molto lo sforzo di longanesi di stampare i libri in sequenza "cronologica" e non "editoriale", come effettivamente sono usciti in Inghilterra, dove le avventure indiane di Sharpe sono uscite solo negli ultimi anni. Trovo che Cornwell può ben aspirare se continua su questa strada a diventare l'erede moderno dei 2 autori precedentemente citati. Tra l'altro trovo che lo stile e la l'intrigo siano molto migliori in questi ultimi che non nei "Fucilieri" segno si quanto si sia affinato negli anni lo stile di questo autore.- Un unica preghiera: che la Longanesi aumenti un pò la cadenza delle edizioni..si tratta di una saga in 18 volumi (ancora in progress) per cui non vorrei dover aspettare 20 anni per leggere tutti i libri... Cordiali Saluti GB Crippa

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione