I testamenti - Margaret Atwood - copertina

I testamenti

Margaret Atwood

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Guido Calza
Collana: Scrittori
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 30 luglio 2020
Pagine: 502 p., Brossura
  • EAN: 9788833312415

18° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza

Salvato in 787 liste dei desideri

€ 14,40

€ 18,00
(-20%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

I testamenti

Margaret Atwood

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I testamenti

Margaret Atwood

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I testamenti

Margaret Atwood

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 17,46 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Romanzo vincitore del Booker Prize 2019, Il più importante premio letterario nel mondo anglofono.

In questo brillante sequel del Racconto dell'Ancella, Margaret Atwood risponde alle domande che hanno perseguitato i lettori per decenni.

«Una magnifica finzione, ma anche una storia-scudo, una narrazione protettiva, un anticorpo immaginifico che fornisce strumenti per capire il presente e opporsi alle sue derive liberticide»Michela Murgia, La Repubblica

«Un fenomeno così non si vedeva dai tempi di Harry Potter»La Stampa

«La conoscenza è potere»

Il racconto dell’Ancella si chiude con la porta del furgone che sbatte sul futuro di Offred. Milioni di lettori si sono chiesti che ne sarà di lei… Libertà, prigione, morte? L'attesa è finita. Il nuovo romanzo, I testamenti, riprende la storia quindici anni dopo, con gli esplosivi testamenti di tre narratrici di Gilead.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,17
di 5
Totale 103
5
48
4
33
3
15
2
6
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    cris

    11/01/2021 12:33:35

    Non mantiene la suspense e il patos del primo volume. Il racconto si allontana da quelle che sono le vicessitudini e la realtà dell'ancella per approfondire più le figure delle zie e il processo che ha portato alla creazione di quel "mondo".

  • User Icon

    Maria

    03/12/2020 20:13:34

    Nel seguito si perde molto il senso dell'ancella, si disperde nel mondo delle zie approfondendo qualcosa che ormai è stato spiegato e rispiegato. Per chi è piaciuto il racconto dell'ancella come appendice sa il fatto suo, ma nulla di che

  • User Icon

    Giuseppe

    23/10/2020 09:38:33

    Mi aspettavo un po' di più, ma è comunque una lettura piacevolissima

  • User Icon

    Gabriella A

    19/09/2020 09:34:47

    letto tempo fa ma non lo avevo recensito.Mi è piaciuto molto anche se meno straniante del primo .lo consiglio tenendo conto che non a tutti piace il genere anche se secondo me,come il primo,è al di fuori di un genere

  • User Icon

    Laura

    29/07/2020 13:53:05

    Ho appena concluso la lettura di questo libro che ho trovato fantastico. Mi è piaciuto ancora di più rispetto a "Il racconto dell'ancella" Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Angela

    26/06/2020 13:42:56

    Il mio parere su questo libro è, in un certo senso, diviso in due: sono volentieri tornata nell'atmosfera cupa e surreale di Gilead, ho odiato ancora una volta i boriosi e prepotenti Comandanti e le Zie bigotte, autoritarie, burbere, cattive; ho provato simpatia per le laboriose Marte e pena per le ragazzine costrette a sottomettersi alle dottrine propugnate in questa società malata. Fino a quando ero immersa in Gilead, il fascino perverso di una società di questo tipo riusciva a tener desto e alto il mio coinvolgimento. Il "problema" è sorto quando la Atwood è passata all'azione, provando a creare situazioni tipiche della serie tv; il pathos che comunque ho provato durante la lettura, mi è sceso arrivando alle ultime battute. Peccato, forse è colpa delle mie aspettative troppo alte...

  • User Icon

    Giulia

    25/05/2020 10:34:10

    Dopo aver follemente amato il Racconto dell'Ancella questo secondo romanzo non mi ha pienamente convinta. Mi chiedo quanto il successo della serie televisiva abbia condizionato l'autrice nella stesura. La Atwood si riconferma una prestigiosa scrittrice ma in questo caso il risultato è un po' forzato.

  • User Icon

    z.

    17/05/2020 07:29:52

    Così coinvolgente che si fa fatica a smettere di leggere. Non ha il ritmo ipnotico del Racconto dell’Ancella perché la storia viene raccontata da tre donne. Si vengono a sapere come è nato Gilaed e cosa succede dopo la fuga di Difred. È meno tetro e cupo del primo ma altrettanto avvincente.

  • User Icon

    Cristina

    17/05/2020 07:14:10

    Seguito forse non necessario.

  • User Icon

    Francesca

    16/05/2020 22:08:46

    Mi sarei aspettata un romanzo molto diverso, molto più simile al primo con la sua prosa semplice e al tempo stesso poetica. Questo secondo libro invece è molto meno introspettivo e molto più votato al perseguire a tutti i costi un lieto fine, il che lo rende a mio parere molto meno godibile e profondo del primo.

  • User Icon

    elena

    16/05/2020 15:29:55

    Storia bellissima

  • User Icon

    danydt

    16/05/2020 09:57:48

    I TESTAMENTI di Margaret Atwood,è il seguito del famosissimo "Il racconto dell'ancella". Ebbene, iniziata la lettura, non mi sarei mai aspettata ciò che mi sono, in realtà, trovata davanti: la scelta dell'autrice è stata quella di raccontare le vicende di Gilead attraverso tre testimonianze (di tre personaggi diversi), che si susseguono nel corso della narrazione. Pertanto, ad ogni capitolo è dedicata una testimonianza e dunque il racconto, in prima persona, si svolge, di volta in volta, dal punto di vista, di una delle tre protagoniste. Devo dire che, sul momento, questa scelta narrativa (ed anche la scelta delle voci narranti) non mi aveva convinto e forse un po' mi aveva anche deluso. Io mi aspettavo un'altra protagonista in scena! In realtà il romanzo, anche se secondo me non raggiunge l'altissimo livello del primo, è comunque molto coinvolgente. È davvero difficile interrompere la lettura. Alcuni personaggi sono ben caratterizzati (primo tra tutti, la Zia Lydia), e offre davvero tantissimi spunti di riflessione. E, soprattutto, in qualche modo, non sempre esaustivo, anzi a volte davvero troppo poco, ha risposto ai miei interrogativi. Qualche aspetto, però, non mi ha convinto del tutto. Lo spazio riservato a Difred /June è di fatto nullo. Non viene praticamente mai menzionata, se non come "la madre di...", e questa scelta non l'ho apprezzata per niente. Ok, scopriamo cosa ne è stato di lei ma .. June era un personaggio potente ed è invece stata ridotta a fantasma. Su altri personaggi, a mio avviso rilevanti, si può fare la stessa osservazione. La trama, infine, per me, è ben costruita e coerente. Credo, poi, che in alcuni casi sia evidente il richiamo ad eventi e personaggi che ritroviamo solo nella serie TV. Tant'è che averne già visto le puntate, a mio avviso, ne ha agevolato la lettura. In conclusione, il libro mi è piaciuto. E anche molto! Non posso negare però che, per qualche aspetto e scelta narrativa, non mi ha soddisfatto totalmente.

  • User Icon

    Sonia

    16/05/2020 08:04:02

    Ho letto il primo libro, il Racconto dell'Ancella, dopo aver visto la serie in tv. Molto bello ma ho fatto un po' fatica ad apprezzarlo viste le differenze con la serie che è un capolavoro. Ma mi è piaciuto comunque. Ho affrontato questo secondo libro con un po' di sospetto, con il dubbio che non fosse all'altezza né del libro né tantomeno della serie. Invece è stata una piacevolissima sorpresa. Vedere tutte le storie, dal punto di vista degli altri personaggi della storia è stato molto interessante ed ha fatto capire tanti retroscena. Consigliatissimo a chi ha amato gli altri

  • User Icon

    Francesca

    15/05/2020 15:40:44

    Dopo aver letto "Il racconto dell'ancella" ho letto pure il suo seguito e non sono rimasta affatto delusa. Molto consigliato

  • User Icon

    Laura

    15/05/2020 11:00:17

    Molto bello rientrare nell'atmosfera di Gilead per sapere cosa è successo a quel mondo infimo e distopico, ma questo libro non è, purtroppo, all'altezza delle aspettative. Personaggi mal costruiti, senza arte né parte, e una scrittura troppo cinematografica per essere la Atwood. Delusione.

  • User Icon

    sara

    14/05/2020 17:13:34

    Questo romanzo ha decisamente una marcia in più rispetto al suo predecessore. Se ne "Il racconto dell'ancella" molte questioni rimangono in sospeso, qui ne "I testamenti" si respira aria di risposte (o quasi...). Si scopre però molto di più, di come il Regime di Gilead è nato e di come è caduto, di chi si oppone e di chi fa il doppio gioco. Ci sono tre voci narranti di cui si scopre l'identità man mano che si prosegue con la lettura che poco a poco si intrecciano con colpi di scena ben assestati. Un po' prevedibile il finale, non tutti i punti chiariti del tutto, ma, malgrado sia chiaramente un'operazione a tavolino, interessante e scorrevole.

  • User Icon

    Luciana

    14/05/2020 09:09:56

    Questo libro mi è piaciuto ma non quanto Il Racconto dell’Ancella (a cui fa da seguito). È un libro che spiega molte cose sul mondo di Gilead ma l’ho trovato molto focalizzato nel dare delle risposte ai fan e meno nella trama. La scrittura della Atwood è magistrale come sempre.

  • User Icon

    debora

    13/05/2020 22:41:43

    Non credo questo sequel fosse necessario a livello narrativo. Tuttavia è stato scritto e, sebbene non paragonabile alla maestria del primo libro, rimane nella mia opinione un bel romanzo, che esplora sfaccettature diverse e molto interessanti del mondo di Gilead e nuovi personaggi con una diversa prospettiva. Nel complesso il primo libro era molto più interessante dal punto di vista psicologico, aspetto che qui è meno sviluppato concentrandosi invece su una trama molto più dinamica e densa di eventi.

  • User Icon

    Isatul

    13/05/2020 13:17:48

    Un romanzo attesissimo, che senza dubbio non delude, per quanto lasci insolute alcune questioni. In ogni caso un'opera che conferma, caso mai ve ne fosse bisogno, la grandezza di Margaret Atwood quale scrittrice sì, ma prima ancora quale pittrice di scenari e relazioni umane.

  • User Icon

    umberto

    12/05/2020 22:34:34

    incuriosito dalla serie, ho letto il libro e... anche meglio!!

Vedi tutte le 103 recensioni cliente

Un romanzo tra il distopico e la fantascienza che immagina gli Stati Uniti, reduci da un colpo di stato, con un nuovo regime politico totalitario basato sulla religione cristiana.

Dopo più di trent’anni Margaret Atwood ci regala il sequel de Il racconto dell’ancella, accontentando i lettori incerti sul futuro della protagonista DiFred e curiosi di conoscere il seguito degli eventi, ora narrati con una dose in più di azione e adrenalina.
La narrazione non riprende direttamente le fila del discorso interrotto nelle ultime pagine del romanzo precedente, bensì prosegue tralasciando un buco temporale di più di un decennio.

Le vicende vengono segmentate in punti di vista differenti: la vita quotidiana di tre donne, ognuna con un ruolo diverso rispetto alla società distopica di Gilead. Tre personalità distanti tra loro che presto scopriranno invece essere legate da un sentimento di rivalsa comune e ribellione contro il totalitarismo teocratico che toglie al genere femminile ogni diritto e potere. Una storia appassionante che porta il lettore a sperare ardentemente che le protagoniste riescano nel loro pericoloso intento.
L’atmosfera dipinta è certamente carica di ingiustizie e violenze, anche in questo secondo capitolo, ma le protagoniste saranno capaci di portare in superficie dei valori positivi come l’amicizia e la lealtà, allontanandosi così dal marcio di Gilead.
La penna di Margaret Atwood si distingue per una narrazione scorrevole e ricca di dettagli in cui l’autrice è in grado di tenere il lettore incollato alle pagine, svelando poco alla volta i segreti e le vere identità delle voci narranti.
Il tema centrale, costante in molte altre opere della Atwood, è la condizione della donna. E il romanzo diventa anche occasione di riflessione sui diritti, sui valori femministi, sulla misoginia e le politiche maschiliste.

di Anastasia Rossi
Si ringrazia il Master Booktelling

  • Margaret Atwood Cover

    Margaret Atwood è una delle voci più note della narrativa e della poesia canadese. Laureata a Harvard, ha esordito a diciannove anni. Scrittrice estremamente prolifica, ha pubblicato oltre venticinque libri tra romanzi, racconti, raccolte di poesia, libri per bambini e saggi. Ha scritto, inoltre, sceneggiature per la radio e la televisione canadese. Esordì nel 1961 con la raccolta di versi Double Persephone, alla quale seguì, nel 1964, Il gioco del cerchio. Si tratta di opere nelle quali viene affrontato il tema dell'identità culturale canadese, che sarà il filo conduttore anche delle raccolte poetiche successive; tra queste si ricordano Procedure per il sotterraneo (1970), Storie vere (1981), Interlunare (1984). La condizione della donna è... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali