Editore: Mondadori
Anno edizione: 2009
Pagine: 384 p., Brossura
  • EAN: 9788804590125

€ 9,00

€ 18,00

Risparmi € 9,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pino Chisari

    16/01/2015 16:38:59

    Scrittore indubbiamente abilissimo, colto e versatile. Tuttavia questa storia, da un certo punto in poi diviene un po' troppo surreale per i miei gusti. Senza poi considerare l'ampia parte dedicata ad un non meglio identificato io narrante che può certo essere classificata come una farneticazione letteraria senza cedimenti. Ripeto: di indubbia qualità letteraria ma che, dopo un po' diventa stucchevole e noiosa con il sapore fastidioso dello scriversi addosso. Insomma, per un po' mi sono esaltato (pur con le criticabili parentesi del citato io narrante), poi, pian piano tutto è divenuto assai poco gustoso.

  • User Icon

    Cristiana

    22/12/2009 14:59:47

    Ho letto solo Hitler di Genna e mi era piaciuto molto, lo stile è particolare ma si confà perfettamente al personaggio. Per quanto riguarda questo romanzo l'ho trovato molto nevrotico il che non è un commento negativo,anzi, direi che si fa leggere nonostante la scrittura particolare. Devo dire che non mi ha convinta totalmente ma solo perchè i passaggi del personaggio in coma sono difficili da capire fino alla fine...comunque l'ho letto velocemente anche se mi fa rabbia che Genna non abbia sfruttato appieno la trama rivelandoci tutto l'intrigo. Ma si capisce che è una cosa fatta apposta ed è anche per questo che alla fine mi è piaciuto.

  • User Icon

    Andrea

    19/11/2009 10:30:35

    Ho amato molto "La pelle del drago" e ho comprato questo libro sulla fiducia, ma l'ho trovato un pò noioso, una mezza delusione.

  • User Icon

    rosario marzi

    10/11/2009 12:44:46

    La fine di una saga non può essere commentata senza fare riferimento ai suoi predecessori. Lo stile di Genna è sempre ottimo, molto leggibile, anche se a volte preso da un'eccessiva ricerca lessicale senza senso. Le parti d'intermezzo tra lo svolgersi della trama sono quasi illeggibili, vere e proprie masturbazioni mentali in forma letteraria, peccato che Genna non sia Joyce e si vede, anzi si legge. Sono queste che abbassano molto il voto del libro, perché la trama è perfettamente coerente con tutta la saga dell'ispettore Lopez e con i libri precedenti. Il personaggio si muove perfettamente in sintonia con il tempo ormai trascorso e con il mondo attorno a sé. Genna invecchia sapientemente con il suo personaggio, senza forzature...ci sa fare con le parole, ma lasci perdere le riflessioni interiori...

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione