Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

To Rome With Love

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Woody Allen
Paese: Stati Uniti
Anno: 2012
Supporto: DVD
Salvato in 31 liste dei desideri

€ 5,90

Venduto e spedito da Allstoreshop

Solo 2 prodotti disponibili

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 4,90 €)

A Roma un architetto americano molto noto rivive la sua gioventù, un borghese romano qualunque all'improvviso si trova ad essere la massima celebrità in città; una giovane coppia provinciale si lascia attrarre in incontri romanici separati ed un regista americano di opera tenta di far salire sul palcoscenico un impresario di pompe funebri cantante.
2,33
di 5
Totale 9
5
1
4
1
3
2
2
1
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Virgi

    04/02/2021 16:24:50

    La scenografia è la città vista in luoghi particolari, la storia è di sicuro originale così come lo sono alcuni dei personaggi. Un film piacevole che fa sorridere.

  • User Icon

    charlie

    14/05/2020 08:30:45

    Woody Allen stupisce sempre: fa sempre lo stesso film, eppure ogni volta ne fa uno diverso. A Roma sceglie innanzitutto di omaggiare il cinema italiano, quello che ha sempre amato: Fellini. L'episodio della giovane coppia di coniugi del nord Italia è un calco del debutto felliniano, Lo sceicco bianco. Ma è tutto il film ad impregnarsi dell'atmosfera felliniana: il Fellini degli esordi, quello più delicato e leggero. Il film di Allen infatti rimane una commedia leggera, una delle più leggere che abbia mai girato. Come ennesimo tributo al cinema italiano, alla commedia all'italiana, alla svagatezza di certo cinema italiano popolare degli anni 50 e 60, To Rome with Love è anche un film a episodi, con la struttura polifonica e briosa tipica, appunto, delle commedie italiane di quell'epoca (a cui lo stesso Fellini ha contribuito: pensiamo a Boccaccio 70 o, per altri versi, a L'amore in città; ma episodici sono anche altri film di Fellini, anche se mantengono la struttura del corpus unico del lungometraggio: basta pensare alla pluralità di sguardi de I vitelloni). Certo a tratti, la leggerezza sembra svanire, a favore del grottesco da un lato, o del superficiale dall'altro. Ma quello di Allen su Roma rimane uno sguardo esterno: lo sguardo di chi osserva e poi si diverte a raccontare quello che ha visto. To Rome with Love, con la sua magia, i suoi intrecci, le sue peripezie, è un film che racconta l'arte del racconto. Sorprendente, pieno di finzione e di incredulità, è il racconto che, come in tutti i film di Allen, dà un nuovo senso alle nostre esistenze, ai nostri frammenti di vita, ai nostri incontri e alle nostre relazioni.

  • User Icon

    Marco L.

    24/04/2020 15:17:20

    Film deludente in ogni suo aspetto, dispiace dirlo e proprio con la nostra Roma protagonista, ma anche i geni come Allen ogni tanto fanno un buco nell'acqua.

  • User Icon

    Jessy

    20/09/2019 16:08:24

    Questo film descrive Roma con poesia, fa venir voglia di partire! All'inizio può sembrare un film noioso e scontato ma racchiude in sè significati profondi.

  • User Icon

    Bartek

    24/08/2019 07:23:10

    Uno dei più belli film di Woody Allen. Quando si guarda, si vuole essere a Roma.

  • User Icon

    Maury

    01/08/2019 21:12:53

    Bah non riconosco l'Allen dei primi film.

  • User Icon

    Lorenzo1985

    24/09/2013 21:29:42

    KO per il re della commedia! Film insensato, noioso e deludente! Peccato!

  • User Icon

    ROBERTO'61

    22/04/2013 17:17:13

    Mistero buffo o Roma ladrona? Se il fatale incontro con l'Eterna ha sortito il peggior film di Woody Allen (di sempre) il sospetto è legittimo. Nella patria ideale di "Prendi i soldi e scappa" (da sud a nord, Lega docet) il genio della commedia d'Occidente è andato in tilt: dialoghi sciapi in episodi sciacquati, clichè dozzinali su un italico presente travestito da anni Cinquanta (gli americani ci vedono ancora così?!?), assenza di arguzia e di quel gusto al cinismo di cui Allen è (quasi) sempre garante e che al Malpaese tanto avrebbe giovato.

  • User Icon

    Klò

    05/01/2013 20:20:48

    Adoro W.Allen ma questo film è una vera delusione totale :'( ..

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 105 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Woody Allen Cover

    Regista, attore, sceneggiatore, compositore, è nato a Brooklyn da una famiglia ebraica di origine ungherese. Nel corso della sua carriera ha ricevuto diciotto nomination all’Oscar, vincendone tre. Nel 1995 è stato premiato a Venezia con il Leone d’Oro alla carriera. L'opera scritta di Woody Allen  nasce dalla trascrizione dei suoi monologhi e da molti racconti che l'autore ha pubblicato su quotidiani nel corso degli anni, integrata con inediti. La sua abilità sta nel cogliere, in brevi racconti, l'ordinaria follia del quotidiano, trasformando situazioni normali o strane in gioiellini surreali, cogliendo le contraddizioni degli Stati Uniti e della società globale. Tra le sue opere edite da Bompiani ricordiamo: La lampadina galleggiante (2003), Rivincite... Approfondisci
  • Woody Allen Cover

    Regista, attore, sceneggiatore, compositore, è nato a Brooklyn da una famiglia ebraica di origine ungherese. Nel corso della sua carriera ha ricevuto diciotto nomination all’Oscar, vincendone tre. Nel 1995 è stato premiato a Venezia con il Leone d’Oro alla carriera. L'opera scritta di Woody Allen  nasce dalla trascrizione dei suoi monologhi e da molti racconti che l'autore ha pubblicato su quotidiani nel corso degli anni, integrata con inediti. La sua abilità sta nel cogliere, in brevi racconti, l'ordinaria follia del quotidiano, trasformando situazioni normali o strane in gioiellini surreali, cogliendo le contraddizioni degli Stati Uniti e della società globale. Tra le sue opere edite da Bompiani ricordiamo: La lampadina galleggiante (2003), Rivincite... Approfondisci
  • Alec Baldwin Cover

    Propr. Alexander Rae B., sttore statunitense. È il più famoso dei quattro fratelli Baldwin. Arriva al successo alla fine degli anni '80 grazie alla partecipazione a pellicole di registi del calibro di J. Demme (Una vedova allegra... ma non troppo, 1988), O. Stone (Talk Radio, 1988) e T. Burton (Beetlejuice - Spiritello porcello, 1988) e a blockbuster come Caccia a Ottobre Rosso (1990) di J. McTiernan, o Malice - Il sospetto (1993) di H. Becker. Ad alcune convincenti prove d'inizio carriera (su tutte, quella in Americani, 1992, di J. Foley) seguono nel corso degli anni '90 alcuni film di scarso successo che mostrano tutti i suoi limiti interpretativi: dal deludente remake di Getaway (1994) di R. Donaldson, al trascurabile Ladri per la pelle (1999) di S. Sanders. Nel 2004 è nel cast di The Aviator... Approfondisci
  • Roberto Benigni Cover

    Attore, sceneggiatore, regista, produttore italiano. Antesignano della scuola di comici toscani, si forma nelle cantine romane e si mette presto in luce per i suoi interventi provocatori in televisione, prima a Televacca e poi, in qualità di falso e ignorante critico cinematografico, a L'Altra domenica di (e con) R. Arbore. Contemporaneamente debutta al cinema con Berlinguer ti voglio bene (1977), film d'esordio di G. Bertolucci, in cui interpreta Sandro Cioni, giovane disadattato di fronte alla crisi delle ideologie. Appare quindi in vari film, fra i quali La luna (1979) di B. Bertolucci e Chiedo asilo (1979) di M. Ferreri, in cui dà vita a un poetico e intenso maestro di scuola elementare, suo primo ruolo non dichiaratamente comico. Ritorna alla sua peculiare comicità in Il pap'occhio (1980)... Approfondisci
Note legali