La tragedia necessaria. Da Caporetto all'otto settembre

Mario Isnenghi

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 settembre 2013
Pagine: 145 p., Brossura
  • EAN: 9788815246745
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Fin dall'inizio l'Italia unita procede per fratture: le prime e più significative sono l'episodio dell'Aspromonte nel 1862, allorché l'esercito spara su Garibaldi segnando il distacco dello Stato neonato dal Risorgimento democratico, e Porta Pia nel settembre 1870, quando l'ingresso dei bersaglieri nella Roma del papa determina la rottura con la parte cattolica del paese. Sono "tragedie necessarie", perché non poteva accadere altro che quello, ciascun attore non poteva agire diversamente. Alla stessa maniera Caporetto e l'8 settembre 1943, cui il libro si dedica estensivamente interrogando anche la memorialistica dell'epoca, illuminano lo scollamento tra le differenti anime del paese e testimoniano quel disincanto di massa e quella perdurante estraneità di larghi settori della società che sono all'origine dei malesseri identitari che continuano ad affliggere il nostro paese.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio

    19/11/2013 08:05:44

    Buon lavoro di un bravo storico, ripubblicato dopo diversi anni. Traccia in parallelo le due vicende che ancora adesso sono sinonimo di disfatta: Caporetto e l'8 settembre. Ma a ciascuna delle due sono poi successi due eventi portentosi: Vittorio Veneto e la Resistenza.

Scrivi una recensione