La trilogia di Yashim: L'albero dei giannizzeri-Il serpente di pietra-Il ritratto Bellini

Jason Goodwin

Traduttore: C. Mennella
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 settembre 2011
Pagine: 1032 p., Brossura
  • EAN: 9788806208998
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Yashim è eunuco di corte. Gli piacciono la buona cucina e i libri. Ama le donne, con impeto e pudore. Ma in questi tre casi lo aspettano giorni duri. Oscuri complotti scuotono la città. "L'albero dei giannizzeri" segna la prima apparizione assoluta dell'insolito detective che si trova alle prese con una serie di omicidi misteriosi che scuotono il Palazzo. Una giovane circassa dell'harem, quattro cadetti della Nuova Guardia che da qualche tempo ha sostituito i Giannizzeri, sciolti dopo la loro rivolta di dieci anni fa... Nel secondo romanzo che lo vede protagonista, "Il serpente di pietra", Yashim, più che mai solo, deve combattere contro un incubo che sembra risvegliarsi da un passato antichissimo che ci parla addirittura del Santo Graal. Infine, nel terzo romanzo, "Il ritratto Bellini", il nostro detective viene inviato in missione a Venezia, dove è riapparso un ritratto simbolo dell'antica grandezza ottomana, scomparso da Instanbul quattro secoli fa, che però semina morte, suscita amori, dissolve ricchezze favolose.

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    21/02/2012 23:44:37

    Una piacevole sorpresa. ero un po' scettico di fronte allo studioso inglese che scrive dfella Turchia Ottomana, ma il libro mi ha conquistato sin da subito. Ottime le descrizioni, in alcuni passaggi ho rivisto lo Hugo de I miserabili nella lunga sequenza delle fognature di Parigi. Istanbul appare sullo sfondo, ma sono i personaggi che ravvivano il quadro. Splendida anche la Venezia decadente, forse un po' deludente il Serpente di pietra. Da mettere assolutamente in libreria accanto a Montalbàn e Bartlett.

Scrivi una recensione