Una trilogia palestinese

Mahmud Darwish

Traduttore: R. Ciucani
Curatore: E. Bartuli
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 9 febbraio 2017
Pagine: 410 p., Brossura
  • EAN: 9788807888922

96° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Antologie

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    26/07/2014 07:15:29

    Conoscevo la poesia di Darwish e per un lungo periodo, frequentandola, ne ho toccato la maestria e la potenza lirica più vive e sincere. Ora con le prose niente è da meno, e questa è una raccolta degna di stare nel pantheon poetico autobiografico degli ultimi cinquant'anni di un Novecento tremendo. La parola non ferma le granate, non smorza e non contiene le radici astiose e terribili di un conflitto che ormai cresce d'età in modo sempre più irrisolvibile. E tuttavia da lì si riparte e si comincia sempre, da un grido, da un soffio di senso e di avvicinamento che non può essere eluso nella facilità di spari e rappresaglie. Se quei cinque sei Stati che guidano il pianeta non si decidono a dar vita alla Palestina rimarremo sempre nel ghiaccio dell'assurdo, nel dolore che incede, nelle sabbie mobili di una politica che è già perdente ma in tal modo naufraga in gironi di orrore. Darwish aveva ed ha il sole nella voce, la cifra di una poesia assoluta che è umano tessuto d'incanto. Il poeta non perde mai.

Scrivi una recensione