Categorie

Ben Fountain

Traduttore: M. Testa
Editore: Minimum Fax
Collana: Sotterranei
Anno edizione: 2012
Pagine: 398 p. , Brossura
  • EAN: 9788875214890
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Daniele

    15/09/2013 18.29.52

    Il successo letterario di Foster Wallace ha generato una nutrita schiera di epigoni negli Stati Uniti tra gli scrittori che ambiscono a fare carriera universitaria (ovvero, che scrivono per la critica, non tanto per il pubblico, al fine di trovare lavoro come insegnante di inglese o scrittura creativa in una università del paese). Fountain, tra di essi, è tra i più dotati, sa scrivere e nelle sue pagine si trova anche un ricordo dell'ironia del grande John Barth. Il libro, una giornata nelle vita di un plotone di soldati reduce da un "victory tour" negli Stati Uniti dopo essere stato ripreso casualmente dalla televisione durante uno scontro a fuoco in Iraq, è ben congegnato, alcuni momenti (il flashback del ritorno a csa di uno dei componenti del plotone, il personaggio che dà il titolo al libro) veramente riusciti, il resto ricade nei pregi e, soprattutto, difetti di tanta letteratura americana del nuovo millennio: prolisso (400 pagine sono DAVVERO troppe), pieno di luoghi comuni su ricchi, poveri, su chi sostiene la guerra e su chi è contrario. Un libro "televisivo" (possibile infatti una riduzione cinematografica a breve)che fa rimpiangere il genio creativo dell'autore di "Infinite Jest".

Scrivi una recensione