L' ultima scelta. Il colonnello Arcieri e l'inverno della Guerra fredda

Leonardo Gori

Editore: TEA
Collana: Narrativa Tea
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
Pagine: 304 p., Brossura
  • EAN: 9788850248339
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Roma, gennaio 1970. Il colonnello Arcieri, ormai in pensione, viene convocato in gran segretezza da un alto dirigente dei Servizi, che gli prospetta un'ultima operazione: una fonte americana vuole vendergli informazioni utili a far saltare i cosiddetti «Servizi deviati», ma intende trattare solo con Arcieri. L'anziano colonnello accetta e viene condotto in una villa toscana, dove una sua vecchia conoscenza gestisce un singolare pensionato per studentesse straniere, e dove vengono organizzati gli incontri con la fonte, l'agente Zero. Per poter manovrare con maggiore facilità Arcieri, la spia americana gli svela subito di essere appoggiato anche da altri Servizi stranieri, tramite Elena Contini, il grande amore mai dimenticato del colonnello, e fa leva sul loro passato per metterlo in crisi. Arcieri vorrebbe tirarsi indietro, colto da mille sospetti e tentennamenti, ma alla fine si lascia coinvolgere in una vicenda dove tutti conducono un doppio gioco, e dove è sempre più difficile fidarsi davvero di qualcuno. Un romanzo «invernale», cupo e gelido, in cui Leonardo Gori ci mostra un Bruno Arcieri invecchiato, in preda a dubbi esistenziali che potrebbero alterare i delicati equilibri tanto faticosamente conquistati; un uomo stanco che si trova di fronte a un bivio cruciale, davanti al quale dovrà fare una scelta, l'ultima, forse la definitiva...

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    04/09/2018 09:29:17

    Deludente,più atmosfere che sostanza. Storia inverosimile,con espliciti riferimenti a Strategia della Tensione,caso Moro e anni di piombo,ma con uno sviluppo macchinoso,contorto e anche molto confuso,con trame e cospirazioni che si sovrappongono e si annullano in uno scenario che sarebbe più adatto a un fantasy thriller che a una storia di spie. Altri romanzi di questo Autore sono molto più belli

  • User Icon

    Claudio

    24/02/2018 19:15:13

    Sono passati pochi mesi dalla strage di Piazza Fontana e Arcieri viene di nuovo coinvolto dai servizi segreti italiani per un'operazione che dovrebbe eliminare i "servizi deviati" italiani che, in accordo con quelli americani, stanno destabilizzando l'Italia. Aiutato da Daniele, vecchio camerata che sembrava ucciso nel precedente libro, e da un misterioso agente americano, Zero, si trova coinvolto anche perché da lontano lo sta seguendo la sua vecchia "fiamma", Elena Contini, ora in un servizio segreto straniero. Per qualche giorno vive segregato in una vecchia villa quasi diroccata, senza luce, gas e acqua, forse i provincia di Siena. Gli fanno compagnia, oltre a Daniele, la vecchia "spia" Nanette", Max, un abile cuoco e due ragazzi hippy che alla fine non saranno proprio hippy. E finalmente Arcieri, arriva alla fine della sua missione, anche se il risultato è completamente diverso da quello che sperava. Il suo vecchio collaboratore, un maggiore dei servizi, viene completamente esautorato e Arcieri riesce con fatica a tornare alla sua "Comune" a Firenze, dove troverà finalmente la sua fidanzata, tornata precipitosamente da Parigi, dove era stata allontanata da Arcieri in vista di questa missione. Come spesso avviene, c'è anche una piccola parte per il commissario Bordelli.

Scrivi una recensione