Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Uomini che odiano le donne. Millennium - Stieg Larsson - copertina

Uomini che odiano le donne. Millennium

Stieg Larsson

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Carmen Giorgetti Cima
Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 14 novembre 2007
Pagine: 676 p., Brossura
  • EAN: 9788831793322
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 11,61

€ 21,50

Punti Premium: 22

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (34 offerte da 4,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sono passati molti anni da quando Harriet, nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger, è scomparsa senza lasciare traccia. Da allora, ogni anno l'invio di un dono anonimo riapre la vicenda, un rito che si ripete puntuale e risveglia l'inquietudine di un enigma mai risolto. Ormai molto vecchio, Henrik Vanger decide di tentare per l'ultima volta di fare luce sul mistero che ha segnato tutta la sua vita. L'incarico di cercare la verità è affidato a Mikael Blomkvist: quarantenne di gran fascino, Blomkvist è il giornalista di successo che guida la rivista Millennium, specializzata in reportage di denuncia sulla corruzione e gli affari loschi del mondo imprenditoriale. Sulle coste del Mar Baltico, con l'aiuto di Lisbeth Salander, giovane e abilissima hacker, indimenticabile protagonista femminile al suo fianco ribelle e inquieta, Blomkvist indaga a fondo la storia della famiglia Vanger. E più scava, più le scoperte sono spaventose.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,76
di 5
Totale 611
5
249
4
150
3
84
2
72
1
56
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Chiara A.

    09/05/2019 12:18:20

    Ho preso la trilogia a scatola chiusa, un po' incuriosita da questo autore che non conoscevo, un po' per la risonanza che la storia ha avuto nel mondo cinematografico e ovviamente per capire come funziona il poliziesco in terra svedese. Il libro si presenta subito con il taglio di un'inchiesta giornalistica e si capisce sin dalle prime 50 pagine che siamo davanti ad un livello di scrittura molto alto: l'impostazione del testo, lo stile adottato, l'attenzione per i dettagli e nel tratteggio dei personaggi, a cui si aggiunge un impeccabile inquadramento del contesto storico-politico-economico della società svedese - fondamentale per addentrarsi nella vicenda. Abbiamo un protagonista maschile, Mikael, giornalista di Millenium e una protagonista femminile, Lisbeth, ragazza complessa e con l'hobby del cyber spionaggio. Entrambi hanno un ruolo nelle 2 vicende che vengono raccontate e che sono strettamente collegate: la storia di Harriet Vanger, scomparsa dall'isola di Hedeby negli anni 60 e la questione Wannestrom che è l'inchiesta che ha portato Mikael sotto i riflettori della legge. La bellezza del romanzo sta nella capacità dell'autore di far combaciare tutto alla perfezione e di saper raccontare in modo esemplare una storia cosi nera e sanguinosa con una maestria sottile. Il lettore resta incollato alle pagine curioso di scoprire cosa accadde ad Harriet, grazie all'indagine portata avanti da Mikael, e come finirà la vicenda con Wannestrom, chi avrà la meglio tra la verità e la menzogna? Oltre al tema dominante che ci suggerisce il titolo, la violenza sia fisica che psicologica contro le donne, c'è spazio per temi come l'etica, il rispetto, la fiducia ma anche il delirio, la sofferenza e il dolore. Un romanzo a cui non manca niente che racconta anche di quanto sia difficile sentirsi accettati dal mondo che a volte ruota contro le nostre aspettative. Un ottimo biglietto da visita per una trilogia che promette bene. Unica pecca la troppa mole di informazioni nel finale

  • User Icon

    Mario Scippa

    02/04/2019 15:28:48

    Ho letto questo libro nel 2008 circa. Ho comprato questo libro per caso in un autogrill di Ancona, . Che dire, nonostante sono passati molti anni, quindi il giudizio potrebbe essere ottenebrato da un lontano ricordo, do il massimo del voto per questo giallo. Storia incalzante, colpi di scena scritti benissimo, è il classico libro che leggi in una notte, nonostante la mole non sia di poche pagine. Ho letto anche gli altri 2 libri. Bellissimi. Straconsigliato.

  • User Icon

    angelo

    01/09/2018 08:55:47

    Ingredienti: un giornalista dal futuro incerto dopo una condanna in tribunale, una ragazza problematica dal passato oscuro, una giovane sparita misteriosamente nel 1966, un anno di indagini tra femminicidi, hacker, criminali industriali, nazisti, citazioni bibliche e stupri familiari. Consigliato: a chi conosce il lato peggiore degli uomini e quello più resistente delle donne, a chi cerca un giallo dalle tante sfumature e tonalità.

  • User Icon

    Seba

    26/01/2018 18:10:53

    Si può guardare tranquillamente il film, ci si guadagna qualche ora. Libro consigliato per quei lettori che si sentono LETTORI ma che non leggerebbero mai un libro tipo Moby Dick per intenderci, un libro vero. Per i lettori di cose belle è da evitare se non per un qualche interesse sociologico Gli do due stelle perché nella sua categoria di romanzi da consumo è un buon lavoro

  • User Icon

    Simon60

    03/06/2016 21:38:19

    Arrivo tardissimo a leggere un romanzo letto da tanti milioni di persone, e concordo pienamente con le recensioni più positive. Avrà anche i suoi difetti, ma che importanza ha? I bei romanzi non si impara a comporli nelle scuole di scrittura. Larsson ti tiene attaccato alle sue pagine, e se questa non é bravura....

  • User Icon

    Federico

    29/01/2016 18:53:59

    FIGLIE NON AMATE DALLE MADRI Provocatoriamente ribalto il titolo del romanzo analizzando la situazione affettiva familiare delle protagoniste:Lisbeth non ha mai avuto l'affetto della madre,situazione analoga per Harriett(ignorata dalla madre per tutta la vita)Le famiglie sono tutte disgregate(Mikael,Lisbeth,tutti i Vanger con figli o no).Di qui la facilità dei "cattivi",nazisti o no,ad esercitare le loro azioni malvagie sulle povere malcapitate.Romanzo al femminile(Mikael non è mai vero protagonista)Le relazioni affettivo-sessuali sono tipicamente nordiche(più libere e disinvolte di quelle "latine")

  • User Icon

    Zuckerman

    30/12/2015 13:31:53

    Ottimo romanzo, diverso dai soliti schemi; ha contribuito in modo fondamentale al successo dei gialli svedesi. Il migliore della trilogia.

  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    02/12/2015 16:20:08

    Volume 1, 2 o 3 che sia, si tratta di una storia ben scritta e coinvolgente. Per me un Cult!

  • User Icon

    laura

    29/06/2015 11:32:05

    Thriller ben congeniato e avvincente, scritto in modo fluido e scorrevole. Nonostante le quasi settecento pagine trascina il lettore nella storia, a volte complessa e con un'infinità di nomi e parentele ingarbugliate, senza dargli tregua. I due protagonisti il giornalista Mikael Blomkvist e la sociopatica, esperta di computer, Lisbeth Salander sono la coppia peggio amalgamata ma più riuscita degli ultimi anni.

  • User Icon

    Erika Berger

    22/02/2015 18:15:40

    Finalmente ho letto questo libro..dopo averne sentito parlare per anni! Sinceramente mi aspettavo un vero e proprio capolavoro, in realtà, la pubblicità e i film che sono usciti hanno aiutato a diffonderne la fama. La famiglia Vanger a tratti sembra quasi ironica, mentre Kalle Blomkvist, il protagonista, è un personaggio ben riuscito..quasi uno 007, ma più intellettuale. Miglior personaggio, anche se secondario, Erika Berger, donna forte e di carattere. Su Lisabeth Slander ho ancora qualche dubbio. Nel complesso la storia non è nulla di strabiliante, comunque il libro tiene incollati, per questo do un bel 4!

  • User Icon

    Simone

    12/02/2015 18:14:16

    Per gli amanti del crime è un'opera che non può mancare. L'ambientazione è quella giusta, i personaggi sono riconoscibili e vengono impressi bene nella mente del lettore e la trama è davvero interessante. Altamente consigliato!

  • User Icon

    Roberto

    03/04/2014 13:51:04

    Bruttissimo. E'proprio un'opera dilettantesca, piena di difetti nell'evoluzione della trama e d'inverosimiglianze sparse ovunque. Come sia diventato quel best seller che è rimarrà sempre un mistero. Anche lo stile è da dilettante, Larson stesso non si era neanche preoccupato di fare una revisione linguistica, ne aveva lasciato l'incombenza alla sua compagna. E' vero che si legge in pochi giorni malgrado la mole, ma dopo averlo terminato resta l'amaro in bocca, resta la sensazione di aver letto un'opera fredda e completamente priva di poesia.

  • User Icon

    Saretta

    28/02/2014 18:15:35

    Era da tempo che volevo cimentarmi in questa trilogia e finalmente ho potuto apprezzare il primo volume! Una storia davvero avvincente che ti prende subito. L'autore è bravo a fornire a bocconi le informazioni al lettore, mantenendo viva la tensione fino all'ultimo. Un crescendo di suspense fantastico

  • User Icon

    tapparella71

    22/12/2013 21:15:20

    Sono assolutamente d'accordo con la recensione precedente, il testo decolla in maniera grandiosa a partire da metà libro, comunque un'ottima lettura, avvincente ed accattivante.

  • User Icon

    Guendalina

    08/12/2013 16:13:23

    Il libro inizia davvero verso pagina 300, prima si fa davvero fatica ad andare avanti !

  • User Icon

    Domenico

    11/10/2013 12:57:25

    Stupendo!!! Grazie a questo libro ho iniziato ad amare la Svezia e la letterattura nordica (oggi non leggo altro). L'ho letto in una settimana e i restanti due della trilogia Millennium li ho divorati in pochissimi giorni. Ritmo serrato, suspance dietro ad ogni pagina, non riesci a smettere di leggerlo perchè sei sempre curioso di vedere cosa accade nella pagina seguente. Lisbeth è un eroina, se non fosse frutto dell'immaginazione letteraria sarei partito oggi stesso per la Svezia solo per conoscerla. Il mio voto è 5 solo perchè non posso dare di più, Stieg Larsson era un genio..Consigliatissimo, questo e tutta la trilogia.

  • User Icon

    Simona

    23/09/2013 11:45:25

    Credo sia un buon libro anche se non si è rivelato del mio genere. All'inizio è dura andare avanti, ma poi la suspance si fa sentire di più. Non mi ha lasciato moltissimo, ma consiglio di provare a leggerlo perché sono molto soggettiva in questo giudizio.

  • User Icon

    Tilde

    20/08/2013 21:31:28

    Risvolti di una Svezia insospettabile e di segreti che alimentano misteri che i bravi protagonisti del libro riesciranno a smascherare con un ritmo coinvolgente e serrato. Nel libro c'è la suspense, l'intrigo, l'amicizia e l'amore in tutte le sue forme e perversioni, oltre a tanti altri sentimenti.

  • User Icon

    filippo

    19/07/2013 22:52:30

    gran bel thriller con una trama originale e credibile.

  • User Icon

    NUCCIO

    25/06/2013 19:35:31

    a me e' piaciuto molto , me lo sn divorato in un minuto. consigliato.

  • User Icon

    francesco

    22/05/2013 12:29:14

    incuriosito dal tam tam mediatico mi sono deciso a leggere la trilogia di larsson.questa prima opera l'ho trovata veramente ottima. ritmo incalzante, personaggi ben tratteggiati e molto originali,e nonostante ci sia tanta carne al fuoco con un grandissimo finale tutto si dipana e le tessere vanno al loro giusto posto. promozione piena per l'autore.

  • User Icon

    Luca

    01/04/2013 15:12:49

    Una buona lettura, ma niente di più a mio avviso. Sinceramente non capisco tutta la cassa di risonanza intorno a questo libro (di gialli ce ne sono di migliori a bizzeffe). Prima parte troppo lenta e leggermente noiosa. Poi con la presentazione della 'sinistra' famiglia Vagner e il giallo di Harriet il romanzo si risolleva ma senza mai entusiasmare troppo. Ultime 30/40 pagine totalmente superflee. Consigliato, ma senza impegno. Ho dato un 3 su 5...ma è un 3 davvero scarso.

  • User Icon

    Mirko

    22/02/2013 12:28:43

    Libro imponente ma scorrevole. L'ho letto da qualche anno ormai ma non credo lo rileggerò, ci sono molti libri migliori. Come inizio della trilogia porta bene dentro e invita alla lettura anche degli altri 2. Ma letto il secondo finisce la voglia, il terzo va letto solo per curiosità e per concludere la trilogia. Meglio i primi libri di Faletti.

  • User Icon

    Sophie

    31/01/2013 11:07:09

    Spettacolare, non fatevi spaventare dalla lunghezza, le pagine scorrono velocemente una dopo l'altra e non vedrete l'ora di finirlo.

  • User Icon

    ginevra rosetto

    16/12/2012 10:02:59

    Il libro piu' inutile che abbia mai letto. Una noia mortale.

  • User Icon

    Joseph

    12/10/2012 19:47:00

    Solo chi ha apprezzato il lavoro coraggioso di Stieg Larsson può andarsi a rileggere l'intera triologia.Ha ragione chi sostiene che questi capolavori siano destinati ad un pubblico di nicchia.Pur sapendo la finw dell'intera vicenda riesco ancora ad emozionarmi rileggendo il libro essendo vissuto nel nord Europa negli anni settanta e posso dire con cognizione di causa che le persone con problematiche venivano emarginate in istituti similari a lagher nazzisti. Sw si vuole scoprire un lato oscuro della idilliaca Svezia Larsson è l'autore adatto per la schiettezza e la crudeltà con cui fotografa questa socetà.

  • User Icon

    persefone12

    05/09/2012 12:31:56

    Uno dei pochi casi in cui ho trovato più piacevole il film che il libro. Ci sono dei punti in cui è troppo lento e si rompe totalmente la suspense, in quei momenti mi sono quasi fatta coraggio per continuare a leggere. Il finale, a mio parere è svelato troppo in anticipo e in generale le ultime 100 pagine continuano ad essere stancanti. Di positivo c'è che la storia è sicuramente accattivante e ben ideata!

  • User Icon

    Silvia

    04/08/2012 13:51:15

    Proprio un bel romanzo. Ho trovato accattivante la storia e ben scritta. Peccato che l'autore ci abbia lasciato così poco di sè :-(. Consigliato.

  • User Icon

    Valentina

    19/06/2012 11:22:26

    Un buon libro. Nonostante non sia propriamente il mio genere la storia mi ha preso, anche se le prime 50 pagine sono un po' piatte e non invogliano ad andare avanti...la storia e' ben intrecciata e la suspance viene mantenuta capitolo dopo capitolo. Si potrebbe evincere, a 3/4 dalla fine, la soluzione e lo sviluppo finale, ma questo non compromette comunque la storia. Mi spiace che Steig Larsson sia scomparso cosi' prematuramente, di sicuro avrebbe scritto tante bellissime storie, se queste erano le premesse. il mio voto e' sui 3.5

  • User Icon

    perkypat

    01/05/2012 23:32:23

    un libro da treno...ma un viaggio lungo...tipo Milano-Vladivostok

Vedi tutte le 611 recensioni cliente
  • Stieg Larsson Cover

    Karl Stig-Erland Larsson era un giornalista e scrittore svedese. Esperto mondiale di movimenti di estrema destra, collaboratore di diverse testate, corrispondente dall’Inghilterra, consulente del ministero di Giustizia, inviato per l’Osce, aveva lavorato anche come consulente di Scotland Yard. Nel 1995, dopo l’omicidio di cinque ragazzi a Stoccolma per mano di estremisti di destra, aveva fondato la rivista «Expo», con intenti antirazzisti.Stieg Larsson riteneva di avere una missione: sempre impegnato in prima linea contro razzismo, antisemitismo, fascismo, movimenti nazionalisti, discriminazioni, abusi sulle donne, si identificava totalmente con il proprio lavoro.Bersaglio di gruppi neonazisti, è stato costretto a vivere per anni protetto dalla polizia,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali
Chiudi