Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di guerra dal fascismo alla Repubblica italiana - Davide Conti - copertina

Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di guerra dal fascismo alla Repubblica italiana

Davide Conti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 settembre 2018
Pagine: 376 p., Brossura
  • EAN: 9788806239046
Salvato in 75 liste dei desideri

€ 12,82

€ 13,50
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di g...

Davide Conti

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di guerra dal fascismo alla Repubblica italiana

Davide Conti

€ 13,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Gli uomini di Mussolini. Prefetti, questori e criminali di guerra dal fascismo alla Repubblica italiana

Davide Conti

€ 13,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 13,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Attraverso l'analisi di una gran mole di documenti, Conti ricostruisce le vicende personali e i profili militari di alcuni dei principali funzionari del regime di Mussolini e illumina uno dei passaggi piú appassionanti e controversi della nostra storia.

«Un libro importante che svela verità sommerse e fa capire le meccaniche di tanti misteri del passato prossimo, da piazza Fontana al delitto Moro all'assassinio del generale dalla Chiesa» Corrado Stajano

Al termine della Seconda guerra mondiale molti tra i piú alti vertici dell'esercito o degli apparati di forza del fascismo furono accusati di omicidi e torture, ma nessuno venne mai processato o epurato. Nessuno fu mai estradato all'estero o giudicato da un tribunale internazionale. Diversi di loro furono invece coscientemente reintegrati nei loro posti di responsabilità, dando corpo a quella «continuità dello Stato» che rappresentò una pesante ipoteca sull'Italia repubblicana.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,8
di 5
Totale 3
5
2
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    aristark

    05/09/2020 15:58:42

    Conti sogna un'Italia che, dopo il crollo del fascismo, facesse nascere un personale nuovo di zecca, tutto schierato a sinistra. Un sogno evidentemente impossibile, perché la massa dei burocrati aveva fatto la carriera dentro il fascismo e la continuò dopo il suo crollo. Ma c'è ancora un altro aspetto politico, e cioè che chi era stato passivamente fascista, ma non lo era più, era pur sempre "non di sinistra" e si allineava con gli alleati occidentali, dopo l'innaturale cobelligeranza tattica con i sovietici, durata solo per il tempo di guerra. Era perciò inevitabile che la massa degli ex fascisti non di sinistra si schierasse, altrettanto passivamente, con il nuovo blocco moderato, assorbendo le frange anticoministe. La rottura dell'effimera unità del CLN nel 1947 dimostrò, con i risultati delle elezioni del 18 aprile 1948, che questa era la linea vincente. D'altra parte, lo stesso Togliatti con l'amnistia da lui voluta tentò di "rinverginare" gli ex fascisti, tentativo che si riverlò efficace soltanto con gli intellettuali. Quanto ai crimini di guerra, mi chiedo quale sia il confine preciso tra crimine e atto di guerra, soprattutto nel caso di un esercito nemico rispetto alla popolazione civile: cosa sono stati Hiroshima e Nagasaki, le vicende dei soldati americani a Napoli descritte da Malaparte nella "Pelle", le atrocità commesse dai soldati sovietici sulla popolazione tedesca civile degli sconfitti, e così via? Per non parlare del massacro degli ufficiali polacchi ad opera dei sovietici alle Fosse di Katyn. Tutti sappiamo che i trattati internazionali per garantire un comportamento "legale" in guerra sono soltanto retorica e bei propositi. Però, se lo storico si mette a priori solo da quella che che ritiene quella "giusta", allora le atrocità di questa parte sono tutte lecite e quelle del nemico ritorsioni criminali. Ma in questo caso non fa "storia", ma politica.

  • User Icon

    Antonello

    17/05/2020 10:41:52

    Con questo libro Davide Conti mette in luce uno degli aspetti più clamorosi e più bui del periodo del passaggio dell'Italia da dittatura a Repubblica. Con una ricostruzione minuziosa, che allarga l'analisi non solo alle vicede personali dei protagonisti della ricerca ma anche al contesto in cui sono avvenute, ci fa scoprire che, anche dopo la sua caduta, i funzionari del regime fascista riuscirono ad infiltrarsi nelle istituzioni grazie all'aiuto di alti esponenti politici, sopratutto della DC.

  • User Icon

    claudio

    19/03/2017 11:19:00

    Il fascismo ha perso in maniera ignominiosa la guerra; il suo capo, molti gerarchi e personaggi più o meno influenti hanno perso anche la vita. Ma il dopoguerra è stato senz'altro vinto se non dal fascismo almeno da molti dei suoi principali esponenti. Criminali di guerra sono passati indenni dalle accuse loro rivolte e sono tornati alla loro precedente attività, chi questore, chi prefetto, chi generale o altro. Con la complicità o la dabbenaggine dei primi governi della Repubblica, con la mancata epurazione e con l'amnistia Togliatti. Tutto questo ci appare evidente, sempre con l'obiettivo di scongiurare e combattere il comunismo, da questo interessante lavoro di Davide Conti.

  • Davide Conti Cover

    Davide Conti è uno storico, consulente dell'Archivio Storico del Senato della Repubblica. Ha collaborato con la Procura della Repubblica di Brescia per la strage di Piazza della Loggia. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: L'occupazione italiana dei Balcani. Crimini di guerra e mito della «brava gente» 1940-1943 (Odradek 2008), Criminali di guerra italiani. Accuse, processi e impunità nel secondo dopoguerra (Odradek 2011), L'anima nera della Repubblica. Storia del Msi (Laterza 2013), La Resistenza di Mario Fiorentini e Lucia Ottobrini dai Gap alle Missioni Alleate (Senato della Repubblica 2016) e Guerriglia partigiana a Roma (Odradek 2016). Per Einaudi ha pubblicato Gli uomini di Mussolini (2017) e L'Italia di Piazza Fontana (2020). Approfondisci
Note legali