L' uomo senza storia

Alfio Caruso

Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 ottobre 2008
Pagine: 368 p., Brossura
  • EAN: 9788850216901
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Nella settimana che precede le elezioni politiche Nico De Santis, un veterano del Servizio Informazioni, viene spedito a Milano per un'operazione tanto riservata quanto ambigua: agganciare un ex terrorista rosso, Matteo Corsini, ricomparso dopo ventotto anni di misteriosa latitanza. Per farne che cosa, ha chiesto De Santis? Chi vivrà, vedrà, gli ha risposto il dottor Natoli, responsabile del temutissimo Ufficio O. In mezzo a comprimari e protagonisti di un paese ormai privo di senso morale e di una propria identità, a De Santis restano pochissimi giorni per capire dove si annida la trappola ed evitare il rendiconto finale.

€ 6,45

€ 8,60

Risparmi € 2,15 (25%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alberto

    04/09/2009 13:54:55

    La storia italiana dal dopoguerra ad oggi è ricca di intrighi e misteri, se si pensa alle tante "stragi di Stato" che non hanno ancora un colpevole. Caruso delinea i contorni di un servizio segreto italiano che si muove tra massoneria, poteri occulti, politica, mafia, terrorismo. Tra doppi e tripli giochi. Ha lavorato di fantasia, ma forse la realtà è peggiore. Scorrevole e avvincente, un bel romanzo.

  • User Icon

    Nicola81

    06/12/2005 11:53:01

    Incaricato,per motivi che lui stesso ignora,di agganciare un terrorista rientrato in Italia dopo una lunga latitanza,Nico De Santis,agente del Servizio Informazioni,ripercorre le torbide vicende in ciu si è trovato coinvolto:P2,la morte di Sindona,le stragi mafiose degli anni '90.De Santis non è il classico buono,ma un personaggio abbastanza mediocre che pur non credendo fino in fondo in quello Stato che in qualche modo rappresenta,non si è mai sottratto ai compromessi più umilianti pur di uscirne indenne.Ce la farà anche stavolta? Un romanzo che si distacca dai pochi che fin qui si erano cimentati sui misteri d'Italia e che appare più simile a certo cinema degli anni '70,in particolare a Damiani e al Francesco Rosi di Cadaveri eccellenti.Il copione è consolidato:servizi segreti(deviati)che fanno e disfano,magistratura e forze dell'ordine che rimangono al palo.Oltre ai due protagonisti è molto riuscito anche il personaggio del dottor Natoli,emblema di quella zona grigia di stato che tanta parte ha avuto,e forse continua ad avere, nella storia del nostro paese.Interessante anche il finale raccontato attraverso gli articoli dei giornali.Non gli ho dato il punteggio massimo solo perchè la parte iniziale mi è sembrata eccessivamente prolissa.

  • User Icon

    giuseppe petralia

    26/11/2005 10:08:20

    E' abile lo scrittore nel delineare il contesto socio- politico che rispecchia la realtà: Mafia, masoneria,servizi segreti deviati, una bomba collocata prima delle elezioni politiche, i poteri forti che caratterizzano la nostra società. Dalla morte di Sindona, a quelle di Falcone e Borsellino,alle bombe del 1993 tutti gli avvenimenti che hanno devastato il nostro Paese sono presenti nel libro che si avvale anche una comnponente intimista, tenue ed intensa. Il protagonista e il terrorista Corsini sono accomunati da un amore profondo nei confronti delle rispettive donne. E' un libro avvincente, con una trama narrativa articolata e complessa, che tiene inchiodato il lettore fino all'epilogo, imprevedibile ed originale.

Scrivi una recensione