Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il ventre di Napoli - Matilde Serao - ebook

Il ventre di Napoli

Matilde Serao

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Bibi Book
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 278,65 KB
Pagine della versione a stampa: 216 p.
  • EAN: 9788899895280

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Classica (prima del 1945)

Salvato in 29 liste dei desideri

€ 1,99

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il ventre di Napoli è una cronaca “di tenerezza, di pietà e di tristezza”, scritta in tre momenti diversi. La prima parte, Vent’anni fa, risale al 1884. È il racconto delle conseguenze provocate dall’epidemia di colera che colpì la città alla fine dell’Ottocento. La capacità del “popolo napoletano” è proprio quella di sopravvivere, nonostante le numerose avversità, alla morte, alla sporcizia, al degrado. La seconda parte è del 1903. Il Governo Depretis aveva dato avvio allo sventramento delle zone più malfamate della città, ma la nuova Napoli non era altro che una quinta infingarda, “un paravento” a copertura del “luridume rancido e puzzolente”. La terza parte del 1905 è un augurio “nostalgico e triste” che “un ideale di giustizia e di pietà” intervenga a risollevare il “popolo napoletano”.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,33
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paola

    13/05/2020 10:42:03

    Anche i “secchioni” dei tempi delle scuole superiori credo che ignorino l’esistenza di Matilde Serao. Le sue opere sono ricordate ben poco nelle antologie letterarie e spesso molti titoli sono praticamente introvabili. E questo è un vero peccato, considerando che ai tempi la Serao fu anche in lizza per il premio Nobel per la letteratura. Alla candidatura contribuì senz’altro lo splendido “Il ventre di Napoli”. Nato come inchiesta giornalistica sull’epidemia di colera a Napoli nel 1884, il libro è virato verso il racconto, la descrizione piena di vita e di affetto, di una città e dei suoi abitanti poveri, che generazioni di amministratori benpensanti finora non hanno saputo riscattare. Oggi “Il ventre di Napoli” non è più la forte denuncia sociale che fu ai tempi della pubblicazione ma rimane un’opera che merita certamente di essere letta e salvata dall’oblio.

  • User Icon

    brystree

    12/05/2020 10:01:23

    Libro incisivo ed illuminante,l'autrice scrive utilizzando contrasti lampanti. Denuncia una Napoli di tempo fa che,da tempo fa parte di questa scrittrice dalla penna coinvolgente e fluida. Straconsigliato per chi volesse conoscere questa magnifica città senza soffermarsi sui luoghi comuni.

  • Matilde Serao Cover

    Matilde Serao fu una figura di spicco nel giornalismo e nella scena letteraria italiane a cavallo tra Otto e Novecento. Fondatrice e direttrice di diversi quotidiani (tra cui «II Mattino» e «II Giorno»), trovò comunque il tempo per pubblicare decine di romanzi e centinaia di racconti, i più celebri dei quali riuniti ne Il ventre di Napoli. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali