Editore: Einaudi
Anno edizione: 2009
Pagine: 164 p., Brossura
  • EAN: 9788806199968
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Monica

    27/04/2013 23:18:16

    Bello,bello,bello.Il fatto che sia stato scritto sotto pseudonimo e che la manichetta in copertina spieghi che si tratta di una storia immaginaria, il modo in cui è scritto mi fa sospettare che si tratti di una storia vera.Mi limito al quattro perchè è solo un pelino sotto ad una delle mie autrici preferite:Jodi Picault

  • User Icon

    claudia

    03/09/2010 15:12:34

    da leggere per commuoversi e riflettere. Consigliatissimo

  • User Icon

    Falco

    13/04/2010 19:29:38

    Che bel libro! Ci parla del dolore senza compiacimenti, diretto, vero, scritto benissimo, senza pietismi. Talmente autentico che fa dubitare che sia proprio una storia vera. Da leggere e da rileggere.

  • User Icon

    M.T.

    11/04/2010 15:13:34

    Spietato, cinico e amaro all'inverosimile...Al termine del libro, si torna a "respirare" e a sperare in un barlume di umanità.

  • User Icon

    federica

    25/01/2010 10:01:19

    Uno dei libri più belli che abbia letto nella mia vita. Scritto in modo magistrale. Nonostante la "tristezza" del tema trattato, il libro non si rivela per nulla triste o angosciante. La malattia e la morte sono solo strumenti usati nella narrazione, non sono l'oggetto della stessa. Fenomenale. Grandioso Avrei voluto che fosse lungo 700 pagine e sono molto dispiaciuta che la scrittrice voglia rimanere "nell'ombra"

  • User Icon

    luca

    27/10/2009 09:56:50

    Molto bello. Il tema trattato è di tale difficoltà che soltanto una brava (o bravo?) scrittrice avrebbe potuto realizzare un libro così bello. Riesce a porre domande e dare risposte sull'eutanasia con una storia molto coivolgente ed intensa. Concordo con il precedente commento per l'unico difetto riscontrato: dura troppo poco.

  • User Icon

    Loredana Cavalier d'Oro

    22/10/2009 20:54:16

    Un libro intenso e molto bello. Una scrittura asciutta e incisiva. Spietato e poetico. L'ho letto in un soffio ed è finito troppo presto!

  • User Icon

    maurizio crispi

    22/10/2009 08:43:26

    Sono d'accordo. Lo sto ancora leggendo. L'ho aperto quasi per caso e letto le prime pagine e non ho potuto più lasciarlo. Dopo il caso della Englaro tratta un tema di grande rilevanza sociale ed introduce una forte riflessione sul tema della morte e della sofferenza e del senso del vivere in certe situazioni-limite.

  • User Icon

    Luca B.

    08/10/2009 17:11:47

    Un libro bellissimo!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione