Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Dati e Statistiche
Wishlist Salvato in 81 liste dei desideri
Il viaggiatore
Disponibile in 5 giorni lavorativi
9,50 €
-50% 19,00 €
9,50 € 19,00 € -50%
Disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 € Spedizione gratuita
disponibile in 5 giorni lavorativi disponibile in 5 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
19,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
19,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Piazza del Libro
14,90 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,50 € Spedizione gratuita
disponibile in 5 giorni lavorativi disponibile in 5 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Max 88
19,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
19,00 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 3 giorni lavorativi disponibile in 3 giorni lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Piazza del Libro
14,90 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi
Il viaggiatore - Ulrich Alexander Boschwitz - copertina
Chiudi
viaggiatore

Descrizione


Prima di ogni letteratura sull'Olocausto, la prima testimonianza letteraria sull'inizio della catastrofe europea del Novecento. Pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1939, Il viaggiatore cade nell'oblio per ottanta anni, per poi diventare, nel 2018, un caso letterario internazionale.

«Questo romanzo è per molti aspetti un miracolo»Süddeutsche Zeitung

«Il viaggiatore è un romanzo che arriva dal passato, scritto in poche settimane con un'urgenza clamorosa e rimasto chiuso per 80 anni negli archivi della Biblioteca Nazionale di Francoforte. Sembra scritto oggi, e certamente ci parla anche di oggi» - Paolo Giordano, La Lettura

Otto Silbermann sta negoziando con un conoscente la vendita del suo elegante appartamento di Berlino quando alla porta di casa risuona un colpo secco seguito da un ordine: «Apri, ebreo» intima una voce. È il 10 novembre 1938, il giorno dopo la Notte dei Cristalli: i pogrom organizzati dal regime nazionalsocialista sono iniziati e Silbermann, ricco e stimato commerciante ebreo tedesco, sguscia fuori dalla porta di servizio, incontrando il suo destino di fuggiasco. «Berlino – Amburgo, pensò. Amburgo – Berlino. Berlino – Dortmund. Dortmund – Aquisgrana. Aquisgrana – Dortmund. E forse sarà sempre così. Adesso sono un viaggiatore. In realtà sono già emigrato, sono emigrato nelle ferrovie del Reich.» Succede proprio questo, Silbermann trascorre una settimana intera sui treni, sa di essere in trappola, ma non gli è possibile fermarsi o smettere di cercare un riparo. Esule in patria, uomo sopraffatto, emblema di tutte le anime rifiutate costrette a soccombere al meccanismo della paura, ora è nient'altro che un «insulto con due gambe». "Il viaggiatore" è il quadro, realizzato con drammatica lucidità, delle conseguenze della Kristallnacht, il romanzo di un giovanissimo scrittore – Ulrich Boschwitz aveva poco più di vent'anni – che ebbe il dono tragico della preveggenza e descrisse in presa diretta il crollo di ogni legge di umana convivenza. Prima di ogni letteratura sull'Olocausto e prima ancora di ogni Diario, questa è la prima testimonianza letteraria sull'inizio della catastrofe europea del Novecento.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2019
29 gennaio 2019
290 p., Rilegato
9788817108812

Valutazioni e recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
(5)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Philo
Recensioni: 4/5

Per non dimenticare, leggere.

Leggi di più Leggi di meno
ninonux
Recensioni: 5/5

In una delle prime edizioni americane, il romanzo era intitolato "The fugitive". E proprio come Harrison Ford nel film omonimo, anche Silbermann, il protagonista di questo romanzo, è un uomo in fuga. Braccato, perseguitato. Senza tregua. Solo che Silbermann non ha commesso nessun reato. Ha solo la colpa di essere un ebreo nella Germania Nazista, nei giorni dei primi pogrom antisemiti. Boshwitz ci fa piombare nelle ansie di quest'uomo che, da un giorno all'altro, si vede crollare addosso il mondo intero ed è costretto ad una fuga paranoica, incessante e labirintica che lo condurrà alla follia. Un vero e proprio piccolo gioiello, che dovrebbe trovare posto in ogni libreria.

Leggi di più Leggi di meno
Alce66
Recensioni: 5/5

Cito questa frase di Laura Bosio che riassume al meglio i motivi per cui leggere questo libro: "Le guerre cominciano prima della loro esplosione: si combattono a colpi di parole, di disprezzo che si diffonde, di odio che cresce. Si annunciano, ma pochi se ne accorgono. Non esistono ancora leggi specifiche, anche se le libertà iniziano a restringersi e i “colpevoli” vengono additati. Molti non capiscono di essere in pericolo, neanche i più diretti interessati. " La somma di tante paure e la testimonianza di una graduale perdita di umanità che potrebbe riguardare anche tutti noi.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore