Viaggio al termine di una stanza

Tibor Fischer

Traduttore: G. Iacobaci
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2006
Pagine: 296 p., Brossura
  • EAN: 9788804544371
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,50

€ 15,00

Risparmi € 7,50 (50%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bruno

    08/11/2011 17:22:06

    Un libro immotivato, non mi vengono altre definizioni...Magnifico"La gang del pensiero", un bel romanzo "Sotto il culo della rana", ma questo...una galleria di storie strampalate appiccicate con lo scotch, nessun tema di fondo percepibile...Forse Fischer ha messo insieme in qualche modo dei racconti ma l'esito per quanto mi riguarda è irritante. Ho fatto fatica a finirlo.

  • User Icon

    Gianluca

    14/03/2011 15:13:11

    Sarà che sono partito con aspettative un po' troppo alte, perchè si parla di Fischer come un nuovo genio della letteratura inglese, ma questo romanzo è stata una delusione, mi ha annoiato a morte. La trama in sé poteva essere carina e originale, ma il personaggio non mi sembra affatto ben delineato, come forse avrebbe voluto l'autore. Flaskback troppo dilatati, situazioni che si ripetono, troppi personaggi-comparsa, i dialoghi a volte sono interessanti, ma vai avanti con le pagine sperando che succeda qualcosa, che si torni là dove la storia era iniziata e invece niente. Si passa da una situazione all'altra come fosse un collage di racconti e il risultato, secondo il mio modesto parere, è un romanzo senza capo né coda. Tuttavia, il mio istinto mi dice di riporre ancora fiducia in questo autore, magari gli altri romanzi saranno belli...anche perchè quando ho comprato questo ho preso anche gli altri:-)

  • User Icon

    Gianluca

    01/11/2006 18:15:36

    4 stelle e non cinque perché nel cuore dei fan di Fischer vi sono "Sotto il culo..." e soprattutto "La gang del pensiero". Anche stavolta sarebbe stato più opportuno fare un libriccino di racconti; Fischer ha la capacità di inventare situazioni nuove originalissime ed esilaranti come pochi altri, e di condensarle in mezza pagina. Chi ha già letto il libro non potrà evitare di continuare a spanciarsi dalle risa solotanto ripensando all'episodio del "cane mediatico". Al contempo infarcisce i suoi libri di massime a mio avviso di stampo epocale. Il finale, con quella picola frase, può spaesare i più sensibili. In un libro guidato dall'avversione della protagonista ad uscire di casa, le ultime parole recitano più o meno "Casa tua non può essere un luogo, ma solo una persona". Ed è una frase bellissima.

  • User Icon

    cristian

    18/09/2006 12:09:28

    non all'altezza dei suoi precedenti scritti ma il solito geniale fischer...

  • User Icon

    benedetta

    18/07/2006 21:15:47

    non lo so, anch'io mi sono innamorata di sotto il culo della rana e, benchè non mi sia piaciuto nemmeno la gang del pensiero, anche questa volta ho dato una chance all'autore, che tanto mi era piaciuto in sotto il culo... mi sa che ha esaurito le cartucce! il libro è gradevole, ci ritrovi anche quell'umorismo a tratti assolutamente demenziale, sono belle tante pagine, ma alla fine, una volta chiusa l'ultima pagina, non resta nulla... senza capo nè coda... anche questo libro mi ha deluso, ma non escludo che quando ne uscirà un altro ci proverò di nuovo. la fregatura è quando scrivi un libro perfetto al primo tentativo... cosa mai potrai aggiungere? vabbe', teniamo le dita incrociate!

  • User Icon

    Dietnam

    17/07/2006 20:07:46

    Pure io ho letto Sotto il culo della rana, e pur trovandolo molto superiore, non posso dire che questo libro sia brutto. Anzi. Certo, spesso vien da chiedersi "ma non poteva fare un libro di racconti?", perchè di quello si tratta, alla fine. Ma lo stile di Fischer è inconfondibile, e la risata è sempre in agguato. A me è piaciuto molto.

  • User Icon

    alex

    17/06/2006 14:22:42

    l'ho comprato perchè mi era piaciuto "sotto il culo della rana",ma sono rimasto molto deluso.Non capisco il senso di questo libro.Veramente non capivo nemmeno il senso della maggiorparte delle frasi e nemmeno le metafore,colpa dell traduzione?Sembra avere nè capo nè coda,storie assurde che non hanno legami tra loro,umorismo a tratti divertente ma niente più,veramente orribile.

  • User Icon

    Kaiser Soze

    10/03/2006 10:57:00

    Non male, ma di certo Tibor fa un breve passo indietro rispetto a "Sotto il culo della rana" e soprattutto a "La gang del pensiero", quest'ultimo il migliore di Fischer.

  • User Icon

    E. Marchini

    08/03/2006 22:43:03

    Fantastico, scoppiettante, scorre che è una meraviglia e i giochi di parole sono fulminatissimi! Il traduttore ha fatto un lavoro fantastico, c'è da godere dalla prima all'ultima pagina! Copertina tutta rosa e furbetta, libro traditore perché non si capisce mai dove va... non createvi aspettative sulla trama perché restereste delusi e il segreto non è lì ma nella miriade di strane situazioni e nello scoppiettare dei dialoghi. Lo consiglio a tutti!!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione