Il villaggio degli innocenti

Kathy Reichs

Traduttore: A. E. Giagheddu
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 giugno 2003
Pagine: 393 p.
  • EAN: 9788817107181
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,42

€ 9,90

Risparmi € 2,48 (25%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,34

€ 9,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    11/05/2011 18:53:25

    La dott. Brennan si trova in Guatemala x una consulenza sulle vittime di una fossa comune presso un villaggio maya, i cui abitanti furono massacrati dall'esercito durante la guerra civile tra il 1962 e il 96. Ma viene convocata x un caso più urgente: un corpo è stato trovato nella fossa biologica di una pensione di infimo ordine, e il cadavere decomposto di una giovane donna è stato rinvenuto in fondo a un dirupo. A Guatemala City sono scomparse 4 ragazze, fra cui la figlia dell'ambasciatore canadese, e forse i corpi appartengono a due di loro. Si tratta di un serial killer? Le indagini portano la dott. Brennan a Montreal, coadiuvata dal detective Ryan, dove viene ucciso un giornalista che forse sa troppo su un traffico illegale di cellule staminali. Qui però la storia si fa confusa, ci sono troppi assassini x differenti delitti, uniti da legami davvero fragili. A mio avviso, non una delle opere migliori di K. Reichs. Due i temi di sottofondo x questo romanzo: lo studio delle cellule staminali e la dittatura militare in Guatemala. Il secondo argomento mi intriga personalmente, avendo visitato il paese negli anni della guerra civile. Ho assistito ad uno scontro tra le forze regolari e i rivoltosi, sapendo immediatamente x chi parteggiare: certo il Guatemala era uno stato di polizia, ma i guerriglieri non facevano prigionieri. E il governo americano ha avuto la sua parte nelle guerre civili in Centro America, appoggiando ora l'una ora l'altra fazione, come oggi in Medio Oriente.

  • User Icon

    Luca

    31/08/2010 22:27:43

    E' il quinto libro che leggo della Reichs e devo dire che assieme a "Resti umani" sono dei thriller davvero noiosi e per niente coinvolgenti... sconsigliatissimo!!

  • User Icon

    Libricciola

    23/10/2009 09:55:35

    E' la quinta avventura di Tempe Brennan che leggo... Ma non mi ha intrigato più di tanto, di certo non come "Corpi freddi" e "Viaggio fatale". Sarà che mi sono abituata a vedere la dottoressa muoversi tra gli Stati Uniti e il Canada e il contesto del Guatemala non mi sembra una cornice adatta... Sarà cne perchè pensavo che il romanzo riguardasse da vicino la streage guatemalteca, che invece è solo un pretesto per un'altra storia... Di tutta la serie, credo che sia il romanzo non indispensabile.

  • User Icon

    Maurizio Ricci

    17/07/2009 21:35:54

    Due romanzi della Reichs in sequenza, letti in pochi giorni a conferma della scorrevolezza della penna; questa facilita` di scrittura resta pero` il solo merito che posso ascrivere alle due opere-fotocopia. Questo "Villaggio", in particolare, mi pare un libro che non rientra nel novero di quelli che e` proprio necessario leggere....

  • User Icon

    giuly

    01/07/2009 22:04:25

    sono a quota 5 e per me la Reichs resta sempre garanzia di un buon libro!!! devo dire che le prime pagine mi hanno lasciata un po' perplessa, ma nel giro di pochissimo tempo ho cambiato idea!! l'umorismo sottile della Brennan poi è davvero irresistibile!!

  • User Icon

    Chris

    05/09/2007 09:33:22

    Ancora un 4/5 per questo libro della Reichs,che,come il precedente letto da me,Ossario,manca un pò di mordente e di quel tocco che la scrittrice ha nei suoi romanzi.Intendiamoci,il libro sicuramente merita,sia per gli amanti del genere e per i fan,ma chi intende scoprire la Reichs con questo libro,non lo consiglierei.Per tornare al libro,ottima come al solito la caratterizzazione dei personaggi,le decrizioni minuziose delle analisi dell'antropologa e personaggio centrale,Temperance Brennan,che fa si che il lettore se ne affezioni subito.Di contro,il libro risulta a tratti lento e pesante,con lunghe pagine di attesa in cui non succede niente di rilevante o interessante.Ritmo blando,che si risolleva in parte nel finale.Insomma,libro buono,ma Kathy ne ha scritti di molto meglio.

  • User Icon

    Antonio Ciccarelli

    19/04/2006 16:06:57

    Sarò molto critico con questo libro...ma il problema è che non è molto scorrevole e non è particolarmente ricco di suspence. Il finale poi è veramente affrettato, sembra quasi che l'autrice non sapeva più dove andare a parare...oltre al fatto che è troppo tecnica nella spiegazione delle autopsie dei cadaveri!! è lei l'antropologa no? mica tutti....

  • User Icon

    Sugarbaggio

    13/04/2006 12:52:20

    Un buon libro, niente di eccezionale e comunque inferiore al precedente "Viaggio fatale" Tempe mi sembra un pò la copia di Kay Scarpetta: geniale, acida, in perenne lotta contro gli uomini, testarda. E, d'altro canto, K.Reichs mi sembra la copia della prima Patricia Cornwell. Nonostante tutto i suoi libri, e anche questo, si legge volentieri. Il romanzo è ben strutturato così come i personaggi principali; le situazioni sono verosimili e le descrizioni accurate. Quello che a mio avviso li rende inferiori ad altri romanzi (vedi Deaver o Connelly per citarne alcuni) è la frequenza inferiore dei colpi di scena che rendono il romanzo leggermente meno appassionante. Comunque un libro discreto

  • User Icon

    bado

    01/08/2005 16:33:28

    è il primo libro che leggo di Kathy Reichs e non mi ha convinto più di tanto, un buon libro intendiamoci, ma mi aspettavo qualcosa di più. Sarà che sono abituato ai libri di Deaver dove nulla sembra scontato, forse per questo mi aspettavo colpi di scena migliori però, tutto sommato, mi è piaciuto il modo di scrivere dell'attrice, penso che ne leggerò altri della Reichs

  • User Icon

    MARCO

    22/03/2005 21:01:36

    LA REICHS IN QUESTO LIBRO DA' PROVA DI GRANDI CAPACITà LETTERARIE. IL LIBRO è MOLTO BELLO MA NON è COINVOLGENTE COME GLI ALTRI: IN COMPLESSO BELLO!

  • User Icon

    claudia

    16/06/2003 15:14:48

    Avendoli letti tutti, posso definire questo romanzo il piu' debole della serie di Tempe Brennan, valido, ma non coinvolgente come gli altri.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione