DISPONIBILITA' IMMEDIATA

-15%
Voci del verbo andare - Jenny Erpenbeck - copertina

Voci del verbo andare

Jenny Erpenbeck

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Ada Vigliani
Collana: Il contesto
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 8 settembre 2016
Pagine: 349 p., Brossura
  • EAN: 9788838935428
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 70 persone

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Voci del verbo andare

Jenny Erpenbeck

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Voci del verbo andare

Jenny Erpenbeck

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Voci del verbo andare

Jenny Erpenbeck

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del Premio Strega Europeo 2017

Richard è un filologo classico in pensione, quasi per caso entra in contatto con un gruppo di africani alloggiati in un campo profughi di Berlino. È un uomo solo, vedovo e senza figli, e ha molto tempo a disposizione; in quel luogo si scoprirà capace di ascoltare le vite degli altri, le peripezie e le vicissitudini di chi viene dal Ghana, dal Ciad, dalla Nigeria, storie di lutto, fame, guerra, coraggio e difficoltà. Nel dialogo con gli esuli Richard scorge un'umanità a tratti capace di essere innocente e integra. La sua cultura classica funge da elemento rivelatore, lo aiuta a immergersi in un mondo e in una diversa visione del mondo, a confrontare valori a volte contrapposti. L'antichità e la modernità, l'universalismo e l'interesse individuale, il difficile bilanciamento tra gli ideali e la sopravvivenza. Gli uomini a cui pone le sue domande sono riusciti ad arrivare a Berlino nell'autunno del 2013, dopo essere sbarcati a Lampedusa. Sono quattrocento stranieri in terra straniera, e tutto per loro è diverso, difficile, alieno. Prima si accampano in una piazza del quartiere Kreuzberg per chiedere aiuto e lavoro, ma la polizia li sgombera e li ricovera nella zona orientale della capitale. Vitto e alloggio, una prima conquista, e poi un corso per apprendere la nuova lingua. Ma per loro, come per quasi tutti quelli che sono scappati dai paesi di origine per approdare in Europa in cerca di un rifugio e di una casa, la normalità è una conquista difficile.
4,57
di 5
Totale 7
5
5
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Loris

    08/05/2019 11:50:51

    Affrontare l’argomento migranti in chiave romanzesca presenta più di un rischio: semplificazioni ed eccessi retorici sono in agguato. J.Erpenbeck sceglie il punto di vista di un uomo che pare avviato ad un sereno tramonto della vita, sciolto da legami sentimentali e impegni professionali. Nel suo ritiro in riva al lago, si insinua l’inquietudine di un annegato non ritrovato, l’immagine di un corpo senza identità in disfacimento. Questo elemento inconscio, insieme ad una curiosità verso l’altro non ancora sopita, fornisce la spinta per cercare un dialogo coi migranti africani che a Berlino cercano una via d’uscita dal loro status di rifugiati, impossibilitati a chiedere asilo in base alle regole della convenzione di Dublino. La forza del romanzo sta nel restituire, attraverso le interviste di Richard, una voce, un’identità specifica, a persone di norma relegate all’anonimato del fenomeno globale. Le singole biografie che si compongono gradualmente nei dialoghi danno consistenza e dignità a chi non può essere ridotto solo a comparsa per i servizi giornalistici, numero da gestire per la burocrazia statale, pretesto elettorale per la politica. La Storia è usata per istituire un parallelo tra migranti africani e tedeschi dell’ex DDR, per istillare il dubbio che decenni di pace abbiano cancellato il ricordo della fame e della sofferenza patiti in Europa durante la guerra, lasciando campo alla difesa egoistica del benessere acquisito. Il confronto con l’altro ridà senso e vitalità a Richard: alla fine i ruoli si ribaltano ed è lui a raccontarsi, a confessare il dolore nascosto che lo ha accompagnato negli anni.

  • User Icon

    Beatrice

    01/05/2019 14:56:53

    L'incontro tra un anziano professore di filologia e un gruppo di sans-papiers a Berlino. La solidarietà che nasce casuale e fa nascere una relazione di amicizia. Bellissimo!

  • User Icon

    gianni

    05/08/2018 15:22:10

    è un bel libro sulle storie di passaggio che fanno rima o risuonano nel vuoto delle proprie.

  • User Icon

    riccardo

    26/04/2018 19:16:05

    Ritengo questa lettura fondamentale per capire qualcosa sul mondo dell'immigrazione, senza falsi buonismi e inutile questioni di principio

  • User Icon

    n.d.

    02/10/2017 12:00:48

    libro stupendo, non a caso ha vinto Premia Strega Europeo

  • User Icon

    n.d.

    02/10/2017 12:00:48

    libro stupendo, non a caso ha vinto Premia Strega Europeo

  • User Icon

    evelyn

    30/09/2016 19:41:22

    Lo definirei un saggio romanzato sulla questione dei profughi; i racconti di vita dei richiedenti asilo e la descrizione di alcuni aspetti della loro cultura, si alternano a pagine in cui l'Autore denuncia un' organizzazione ed un sistema sociale dove la burocrazia cieca e schiacciante arriva ad annientare le persone. Il libro fornisce molti spunti di riflessione e ripercorre importanti avvenimenti storici come la caduta del muro di Berlino; belle e ricche le citazioni di Seneca, Platone, Ovidio....ancora attuali. La lettura non è semplice, alcuni passaggi ripetitivi. Il finale mi ha un po' delusa. Nel complesso è comunque un libro stimolante, che invoglia ad approfondire le questioni che tratta.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Jenny Erpenbeck Cover

    Jenny Erpenbeck (12 marzo 1967) è una regista e scrittrice tedesca.Nata a Berlino Est, Erpenbeck è figlia del fisico, filosofo e scrittore John Erpenbeck. A Berlino si è laureata nel 1985, e ha poi completato un apprendistato di due anni prima di lavorare in diversi teatri. Dal 1988 al 1990 Erpenbeck ha stuidiato teatro all'Università Humboldt di Berlino. Dopo aver completato i suoi studi nel 1994, come regista indipendente, ha diretto nel 1998 diversi teatri lirici in Germania e in Austria.Negli anni Novanta Erpenbeck ha iniziato una carriera da scrittrice oltre alla sua regia. È autrice di prosa narrativa e di drammi. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali