Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1988
Pagine: 224 p., ill.
  • EAN: 9788806113759
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 15,80

€ 18,59

Risparmi € 2,79 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Comparso nel 1951, il libro di Argan su Gropius si è affermato come un vero e proprio "classico" della cultura critica del dopoguerra. Appassionata meditazione sui modi e le idee dell'avanguardia europea più attenta alla civiltà industriale, rappresenta anche una proposta ideologica e critica di largo impegno, che ha riscosso molte adesioni. La Bauhaus, e al suo interno il lavoro di Walter Gropius, riflette la crisi della società e della cultura moderna e propone uno strumento di riforma artistica. Collegando creatività e mondo della produzione, e proponendo una realtà internazionale, oltre le tradizioni locali, Gropius offre della progettazione l'immagine di una fattiva possibilità, che lega il processo alla collaborazione fra i popoli e ad un corretto uso di tecniche e moderne capacità produttive. Né il suo slancio di uomo europeo viene meno quando la sua scuola vien chiusa d'autorità dal nazismo. Trasferitosi in America con i suoi collaboratori affronterà il tema drammatico della ricostruzione con una serie di soluzioni che, eliminate le contraddizioni sociali, creino le condizioni di un'esistenza armonica e produttiva. Merito non secondario del libro di Argan è l'aver ricondotto il progetto di Gropius non solo entro il quadro delle vicende architettoniche del secolo, ma di averne fatto uno dei tasselli decisivi della cultura contemporanea.